LUGANO
06.06.18 - 07:000

Notizie false su Facebook: come evitare di cascarci, come combatterle

Distinguere il vero dal falso sui social network è sempre più complicato: vi sveliamo qualche trucco da adottare per non abboccare dalle fake news

LUGANO - Come un virus influenzale in un asilo nido, le notizie false su Facebook si propagano con estrema facilità e velocità, senza risparmiare (quasi) nessuno. Ma come renderci conto di quelle bugie che si celano sul web tra un video divertente e la hit dell’estate?

Facebook è sempre più attento alla disinformazione e per i suoi miliardi di utenti mette in pratica nuovi meccanismi di controllo sulle notizie che non hanno fonte certa o sono palesemente inventate. L’ultimo esempio arriva dalle elezioni politiche italiane appena trascorse. L’attività che ha messo in atto il social si chiama fact-checking e consiste in una Pagella Politica per la verifica delle notizie, che segue i principi internazionale di conferma dei fatti: i Poynter International Fact Checking Principles. All'avvisaglia di una notizia falsa, Facebook ha mostrato, a chi l’avesse condivisa, una notifica per avvisare la persona dell’inganno in corso.

Ma non è solo una questione di elezioni politiche, le fake news si aggirano tra gli aggiornamenti che quotidianamente vediamo sul social. Facebook pensa a noi e ci ha messo a disposizione un decalogo sempre consultabile nel “Centro Assistenza” della piattaforma.
Analizziamo i passaggi fondamentali per non cadere in trappola:

  • Non ti fidare dei titoli: le notizie false spesso hanno titoli altisonanti scritti tutti in maiuscolo e con ampio uso di punti esclamativi.” . Facebook è perentorio e ci chiede di fare attenzione!
  • Guarda bene l’URL: un URL fasullo o molto simile a quello di una fonte attendibile potrebbe indicare che la notizia è falsa.” . Non bisogna essere esperti del web e una forma non attendibile di URL è sicuramente un campanello di allarme. Attenzione anche agli errori di battitura nel testo e alle impaginazioni strane!
  • Controlla le date: le date degli avvenimenti contenuti nelle notizie false potrebbero essere errate e la loro cronologia potrebbe non avere senso.”
  • Controlla se le altre fonti hanno riportato la stessa notizia: se gli stessi avvenimenti non vengono riportati da nessun’altra fonte, la notizia potrebbe essere falsa.”

Ed è proprio sulle fonti che Facebook non transige, e per questo si affiderà a un colosso della conoscenza condivisa, Wikipedia. La novità è ancora in fase di sviluppo negli Stati Uniti, ma a breve gli utenti potranno avere una visione più completa rispetto a una sospetta fake news e la testata che l’avrà pubblicata, attraverso un link che rimanda all’enciclopedia online Wikipedia. Inoltre, verranno mostrati articoli correlati sullo stesso argomento e sulla stessa testata.

Insomma, è guerra aperta alle notizie false, e gli antinfluenzali, in questo caso, sono la prevenzione (ovvero la conoscenza previa del fenomeno e di queste regole sopra riportate) e l'affidarsi a professionisti di internet.

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile