LUGANO
17.05.18 - 15:340
Aggiornamento 22.05.18 - 10:47

SEO, basta la parola

Definire cos’è la SEO è facile. Difficilissimo, se non con esperienza e tanto lavoro, metterla in pratica

 

LUGANO - Come ormai sanno anche molti non esperti del settore, con la parola SEO intendiamo un insieme di tecniche per far balzare una pagina o un sito intero in testa, o almeno tra i primi risultati, nei motori di ricerca (in pratica di Google, essendo il numero 1 incontrastato).

Qualche anno fa il termine era sconosciuto ai più. Oggi chi investe in un sito aziendale o personale sa già in partenza che il suo lavoro, senza ottimizzazione, rischia di essere inutile.

Ma come si attua la SEO?

Rispondere in poche righe sarebbe disonesto (esistono interi libri sull’argomento e molti non sono nemmeno esaustivi), ma è possibile dare alcune pillole per chiarire alcuni punti fondamentali.

Innanzi tutto, la SEO non è inclusa nella costruzione del sito. La prima è conseguenza della seconda. Quindi, dire che se si fa fare un sito ad una web agency il SEO è incluso implicitamente, è errato.

Questo perché, al di là delle singole tecniche, fare SEO è un lavoro che richiede molta preparazione e, soprattutto, molto tempo.

Di norma, ci vogliono mesi per vedere i primi risultati tangibili. E, una volta ottenuto, il posizionamento va mantenuto, altrimenti viene perso a favore di competitor più agguerriti.

Inoltre, chi fa fisicamente il sito web non è quasi mai uno specialista nel SEO. Questo perché entrambe le figure necessitano di una formazione tecnica diversa.

Sicuramente, nella SEO, contano molto le parole chiavi, le ripetizioni, la disposizione del testo e le immagini, ma dietro c’è molto di più: gli algoritmi variabili di Google (che gli esperti intuiscono ma non possono affermare di conoscere), i backlinks (ovvero siti terzi, possibilmente di buona reputazione e con tanti visitatori, che puntano alla mia pagina), i collegamenti social.

Alcuni aspetti, invece, sono meramente tecnici e vanno impostati durante la costruzione del sito: la scelta di un server affidabile, veloce e, possibilmente locale; il possesso di un certificato di sicurezza SSL (quello che ci permette di rendere il sito in https invece che in http, per intenderci); la leggerezza del testo, la disposizione dei paragrafi. Persino il codice stesso del sito web è molto importante.

C’è un altro fattore di primaria importanza: il numero dei competitor e il peso di colossi del settore, che spesso fanno da “blockbuster” all’intera categoria.

Per esempio, nel settore turistico, figurare tra i primi hotel nel Ticino (o in qualunque altra area del mondo) è molto difficile, poiché (a meno che il cliente non cerca direttamente il nome della mia struttura) quasi sicuramente appariranno i risultati di Booking.com, Trip Advisor e probabilmente di qualche altro sito contenitore, se non di agenzie viaggi online o Tour Operator.

Come anticipato, quello che serve ad un sito è, prima di tutto, la continuità. Non si può far SEO una sola volta e poi sperare che tutto vada da sé: ogni sito, per poter rendere bene sui motori di ricerca, deve essere percepito “vivo” da Google. Anzianità e mole di traffico fanno tutto il resto.

Si era detto che è impossibile definire tutte le tematiche SEO in un solo articolo, e così è. Ai tanti spunti offerti in poche righe mancano molti elementi.

Quello che interessa in questa sede, è far capire la complessità di una parte fondamentale del nostro lavoro.

Articolo a cura di Clublab Sagl, siti web e grafica in Ticino

ULTIME NOTIZIE Target
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report