LA TECNICA
07.03.18 - 09:070

Radiofrequenza, calore che ripara

Il trattamento stimola la produzione di collagene e elastina, ringiovanendo il viso

La radiofrequenza mono o bipolare è una tecnologia utile per contrastare il processo di invecchiamento che colpisce naturalmente la pelle del viso. Con il trascorrere del tempo, infatti, la cute perde elasticità e idratazione, mostrando i segni dell’età.

La radiofrequenza consente di riparare questi danni attraverso un calore indotto negli strati più profondi del derma: lo sviluppo di tale calore crea una reazione infiammatoria nella pelle e finisce per stimolare la produzione di nuovo collagene ed elastina, gli elementi necessari per ottenere una pelle nuovamente tonica ed elastica. Quello della radiofrequenza è un effetto graduale, che si intensifica nei giorni successivi alla terapia: il calore prodotto, infatti, aumenta nei due giorni seguenti alla seduta di radiofrequenza, provocando un aumento della produzione di collagene.

Di fatto, il rimodellamento del derma prosegue nelle 8 settimane che seguono il trattamento, mentre gli effetti sul tono della cute possono perdurare per mesi. Per migliorare i risultati, è bene sottoporsi a un ciclo completo di radiofrequenze pari a 8 sedute, una ogni due settimane.   

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano 

 

ULTIME NOTIZIE Medicina Estetica
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile