VARICI
06.02.18 - 17:590

Curare le vene con la fleboterapia

Un trattamento che elimina il problema a fondo

Curare le vene varicose, invece di eliminarle. È questo il principio alla base della fleboterapia ozonizzata, trattamento non chirurgico che permette di eliminare uno degli inestetismi più diffusi. La fleboterapia ozonizzata, infatti, non va ad occludere le vene, ma agisce sulle loro pareti, rafforzandole e restringendo il lume, riparando la funzione valvolare e, di conseguenza, ripristinando la normale circolazione sanguigna.

Si tratta di una soluzione innovativa e che va a risolvere alla radice la questione: altre terapie che prevedono l’occlusione della vena, infatti, non fanno altro che rimandarlo, causando l’apertura di nuove varici. Con la fleboterapia ozonizzata, invece, si agisce sulla causa anatomica del problema. Il medico estetico va a iniettare nelle vene varicose una soluzione sclerosante non occludente che permette di far scomparire l’inestetismo in questione restringendo il diametro dei vasi e diminuendone l’eccessiva dilatazione.

Successivamente, vengono effettuate delle iniezioni di ozono lungo la parete delle vene per potenziarne l’ossigenazione e diminuire il dolore dovuto alla varicosi. La fleboterapia ozonizzata, inoltre, aiuta anche a eliminare la ritenzione idrica che molto spesso si presenta insieme alle varici.  Infine è possibile utilizzare la fleboterapia anche in via preventiva: con l’aiuto della transilluminazione è possibile individuare i vasi dilatati che ancora non sono visibili a occhio nudo e ripararli prima che si presenti l’inestetismo. 

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano 

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
vene
fleboterapia
fleboterapia ozonizzata
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report