LA TECNICA
19.01.18 - 16:000

Biodermogenesi, soluzione alle smagliature

Un nuovo trattamento per combattere uno degli inestetismi più comuni

La chirurgia estetica contemporanea è in grado di affrontare problemi anche molto complessi come l’eliminazione delle smagliature o delle cicatrici. Tra le nuove tecniche per eliminare questi inestetismi c’è la biodermogenesi, che consente di ottenere risultati eccellenti, cancellando quasi del tutto le striature e riportando la pelle ad una situazione molto simile a quella precedente.

Il trattamento prevede tre fasi, nella prima una spugnetta abrasiva tratta l’area interessata, rimuovendo impurità e cellule morte. Successivamente la zona viene cosparsa con un siero concentrato a base di amminoacidi essenziali e oli naturali, utili per stimolare la rigenerazione cellulare e per facilitare l’utilizzo della macchina protagonista della terza fase. Si tratta di un macchinario che emette radiofrequenze a elettricità in grado di stimolare in profondità la pelle, avviando un processo di rigenerazione.

In totale, una seduta di biodermogenesi dura circa 30 minuti, al termine dei quali le smagliature appaiono sollevate e meno opache. È una tecnica senza particolari effetti collaterali ed il numero di sedute può variare in base all’entità del problema: solitamente si va da cicli di 6 fino a 20 sessioni. 

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
smagliature
biodermogenesi
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report