DONNE
16.12.17 - 13:000

Il filler? Va bene anche lì…

Iniezioni di acido ialuronico in zona vulvare per migliorare estetica e sessualità

Abbiamo già sottolineato come un intervento di medicina estetica in zona genitale possa contribuire ad aumentare il benessere psicologico della donna. Tra i trattamenti in grado di centrare l’obiettivo c’è il cosiddetto filler vulvare, intervento che si realizza in ambito ambulatoriale e dalla durata breve: bastano 10-30 minuti per portare a termine la seduta.

Il filler vulvare prevede l’iniezione attraverso aghi da filler o microcannule di acido ialuronico, sostanza che serve a restituire tono alle mucose vaginale e a ripristinare il volume delle piccole e grandi labbra. Il suo utilizzo può essere veicolato a fini puramente estetici o solo funzionali. In quest’ultimo caso, il filler ha uno scopo idratante e permette di contrastare ipotrofia cutanea e secchezza vaginale: bastano 3 sedute a distanza di 60 giorni per raggiungere questo obiettivo.

Come detto, la tecnica può essere usata per fini puramente estetici, in particolare per il riempimento cicatriziale delle grandi labbra: dopo tale intervento, è previsto un periodo di astinenza sessuale di 7-10 giorni, tempo in cui è opportuno anche astenersi da attività sportive che stressino l’area vulvare. Questo genere di filler ha scarse controindicazioni: raramente compaiono un leggero gonfiore o qualche edema, dovuti all’iniezione e destinati a sparire in pochi giorni. 

Visita MediJeunesse - La medicina estetica a Lugano

Potrebbe interessarti anche
Tags
filler
intervento
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report