LA TECNICA
16.11.17 - 16:000

Filler all’agarosio: effetto prolungato

Un’alternativa all’acido ialuronico completamente biocompatibile

 

Quando si parla di filler, la prima scelta ormai riguarda quasi sempre l’acido ialuronico. Esistono, però, delle alternative molto valide e totalmente biocompatibili come, ad esempio, l’agarosio, sostanza totalmente riassorbibile e che assicura la lunga durata del trattamento. Parliamo di un estratto purificato d’alga marina trasformato in gel: rispetto all’acido ialuronico, l’agarosio non è immediatamente assorbitile, dato che il nostro organismo non è fornito di agarasi, ovvero l’enzima deputato al suo smaltimento.

A causa di questa assenza, il gel permane a lungo nella pelle, svolgendo il suo effetto anti-età per un periodo di tempo che solitamente arriva ai 12 mesi, trascorsi i quali si può effettuare una nuova iniezione. Per un primo impianto bastano un paio di sedute: nella prima si utilizza una quantità minima di gel, poi dopo 7 giorni o comunque entro due settimane si completa il trattamento.

Al momento della puntura si avverte un dolore lieve e comunque destinato a durare molto poco, mentre piccole ecchimosi che possono essere causate dall’iniezione sono destinate a sparire in uno o due giorni. L’agarosio può essere utilizzato per trattare le rughe intorno agli occhi e per correggere le aree attorno agli zigomi, al mento, al naso e alle labbra. 

 Visita Medijeunesse - La medicina estetica a Lugano   

ULTIME NOTIZIE Medicina Estetica
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report