TEST DRIVE
08.07.13 - 10:120
Aggiornamento : 21.11.14 - 23:37

FIAT Panda 4x4: Evadere dalla quotidianità

Quanti di noi sognano di farlo? Bene: con la Panda a trazione integrale lo si può fare più spesso di quanto si creda…

EVERGREEN - È un classico intramontabile, uno di quelli di cui non ci si dimentica mai ma che è sempre un piacere riscoprire. La Panda 4x4 è, assieme all’attuale 500, uno dei veri fiori all’occhiello di FIAT. Non solo per la storia trentennale di cui gode, ma proprio per una questione di personalità: se già la normale FIAT Panda è un’automobile da città molto simpatica in grado di rompere le barriere sociali, la 4x4 incarna pure lo spirito dell’avventuriera indomita, capace di tutto e di più.

DIVERTIMENTO ALTERNATIVO  - Ne abbiamo avuto un’ulteriore conferma durante la realizzazione del servizio fotografico, accompagnato dal nostro fedele fotografo Davide Saporiti. Credo che in tutti questi anni, l’auto meno prestazionale fotografata da Davide sia stata la nuova Renault Clio RS da 200 cavalli; tanto che tra Mercedes SLS, Lamborghini Aventador, Audi RS4 e chi più ne ha più ne metta, ogni giornata termina con un gran sorriso di soddisfazione sul volto di entrambi. Se affrontato con lo spirito e l’auto giusta, anche il fuoristrada ha uno suo grande perché, in grado di affascinare quanto una giornata a cavalcare i colli con delle supersportive. E oltre ad affascinare, può anche essere divertente. Come nel caso della Panda 4x4. In questo caso gran parte del divertimento sta un po’ nell’incredulità di come una “scatolina” lunga tre metri e settanta riesca a svettare su pendenze del 70% e sopportare inclinazioni laterali di 55 gradi. Le nostre foto, però, testimoniano che ce la fa eccome.

I PERCHÉ DI UN TALENTO - Oltre nella trazione integrale, il segreto del “pandino” per le foreste risiede in una maggiore altezza da terra di 47 millimetri, grazie ai quali vi sono 70 centimetri di spazio tra l’auto e il terreno. In questo caso si tende a passare con una certa tranquillità su fondi anche particolarmente dissestati, non da ultimo perché le protezioni del sottoscocca e i perimetri della vettura rivestiti in plastica – oltre a donarle maggiore personalità – sono anche utile per prevenire piccoli danni. La cosa più importante, quando si affrontano percorsi come questi, è conoscere bene il proprio veicolo, in particolare per gli angoli di attacco, dosso e uscita, che nel nostro caso sono di rispettivamente di 21, 20 e 36 gradi. I quali, numeri alla mano, non sono nemmeno da fuoristrada estremo, ma il segreto della Panda 4x4 sta nelle dimensioni compatte grazie alla quali ci si riesce a intrufolare ovunque, creando traiettorie impensabili per una Range Rover e togliendosi d’impaccio dalle situazioni più spinose semplicemente premendo l’acceleratore e girando il volante. Per essere perfetta, nonostante abbia il primo rapporto accorciato, il “milletre” a gasolio dovrebbe avere un po’ più di coppia sotto i 1'500 giri/min., dove talvolta rischia di “morire” prematuramente.

RICHIAMO D’AVVENTURA - Ma abbandonati i boschi, come si inserisce una Panda 4x4 nella vita quotidiana? Il Multijet a dir la verità e un po’ rumoroso e non particolarmente brillante, sebbene i consumi rientrino attorno ai 5 litri ogni 100 chilometri e possono quindi essere considerati accettabili. Tuttavia oltre ad avere il “4X4” non dimentichiamoci che resta sempre una Panda. Il che vuole dire: un’auto infinitamente pratica, che si posteggia ovunque, con la quale si può fare praticamente tutto quello che richiede una normale giornata della settimana. Senza dimenticare che le particolari colorazioni e il fango sulle portiere sono sempre li a testimoniare che, all’occorrenza, basta un nanosecondo per riaccendere quella voglia di immersione nella natura che ti rammenta subito i sorrisi a trentadue denti accumulati durante l’ultima “arrampicata”. Questa è classica automobile che, pur avendo nel garage di casa una sportiva a otto cilindri, finisci per utilizzare tutti i giorni. Come perché? Perché basta un niente e ti rimette il sorriso.

 

SCHEDA TECNICA

Modello Fiat Panda
Versione 4x4 Climbing Multijet
Motore 4 cilindri in linea, turbodiesel
Cilindrata 1'248 cc
Potenza 75 cv @ 4'000 giri/min.
Coppia 190 Nm ¦ 1'500 giri/min.
Trasmissione Cambio manuale a 5 rapporit, trazione integrale
Massa a vuoto 1'190 kg
Accelerazione 0-100 km/h 14,5 secondi (dichiarato)
Velocità massima 159 km/h (dichiarato)
Consumo medio 4,7 L/100 km (dichiarato)
Prezzo 22'350 CHF
Prezzo esemplare provato 24'520 CHF
   
CI PIACE Mette il buonumore
NON CI PIACE La possiedono troppe poche persone

 

TOP NEWS Motori
TEST DRIVE
9 ore
Mazda3 Skyactiv-X, arriva la rivoluzione nel motore a scoppio
La nuova media giapponese porta in dote il 2.0 benzina con accensione spontanea da 180 cv, che promette più efficienza e minori consumi. Abitacolo accogliente, bagagliaio sufficiente.
TEST DRIVE
2 gior
Ford Ranger Raptor, fascino e qualità d’Oltreoceano
Allestito da Ford Performance, è rinforzato, allargato, rialzato per un look tutto muscoli: in 4x4 è spettacolare, ma va bene anche su asfalto. Forte di un 2.0 TD da 213 cv con cambio a 10 marce.
TEST DRIVE
5 gior
Porsche 911 GT2 RS, in pista a Misano Adriatico
Una giornata da piloti: abbiamo provato la più potente delle 911 affrontando cordoli e staccate, gestione delle gomme ed esuberanza dei 700 cv del suo boxer 3.8 biturbo. Ecco come è andata.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
Renault Captur, cambia tutto tranne lo stile
La seconda generazione del crossover segue la scia della Clio e conserva un design “di casa”, in verità evoluto per stile e dimensioni accresciute. Con comfort e accoglienza in evidenza.
Novità
1 sett
Anche Mazda si dà all’elettrico: arriva il crossover MX-30
Strizza l’occhio al fuoristrada ma insiste sulla linea sportiva, ispirata alle coupé. Sotto il cofano un’unità elettrica da 143 cv. Sarà in vendita dalla seconda metà dell’anno prossimo.
TEST DRIVE
1 sett
Hyundai i30 Fastback N, gustosa e pure “cattiva” a comando
Alla grinta del 2 litri turbo da 275 cv, la due volumi con allestimento sportivo N Performance abbina una guida notevolmente reattiva ed incisiva: il coinvolgimento è assicurato.
TEST DRIVE
2 sett
Ford Mondeo Hybrid Wagon, l’economia è servita
La versione ibrida permette una marcia docile e briosa con consumi sempre piacevolmente contenuti. Spazio ed accoglienza generosi ne accompagnano il carattere fluido e rilassante.
NOVITA'
2 sett
Yaris, la compatta Toyota sempre più regina in città
La nuova generazione conserva ingombri “tascabili”, con più abitabilità e look ispirato. Disporrà di tutti gli ausili attivi alla guida, insieme alla variante ibrida ben più potente ed efficiente.
TEST DRIVE
2 sett
718 T: la Porsche Cayman “semplice” sa come farsi adorare
L’allestimento semplificato esalta le doti dinamiche della compatta coupé, attrezzata accuratamente sul piano tecnico: sterzo eccezionale e boxer da 300 cv regalano un “sapore” particolare.
TEST DRIVE
3 sett
Aston Martin Vantage AMR: l'anima prima di tutto
Generosa ed interessantissima la nuova offerta Aston Martin: la nuova Vantage è ora disponibile anche con il cambio manuale. Quale scegliere? La risposta è... dentro di voi.
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile