+ 8
PRIME IMPRESSIONI
07.10.19 - 08:000

Taycan, velocità e curve nel cuore anche con anima elettrica

La berlina “zero emissioni” a quattro posti offre prestazioni entusiasmanti e un carattere dinamico cristallino. Accompagnando la notevole esuberanza con un’autonomia di tutto rispetto.

Di lei sappiamo praticamente già tutto, ma eccoci, finalmente, a tu per tu con il modello elettrico dell’anno, tali sono state attesa e aspettative che ha saputo suscitare: livrea bianca, ruote da 21” con freni carboceramici, versione “top” Turbo S. La Taycan è dunque finalmente realtà e ci aspetta per il tour attraverso i passi delle Alpi austriache. Dal vivo è bassa, molto slanciata, ricorda la Panamera con forme appena più raccolte. L’accensione vitalizza la “strabordante” batteria di schermi di bordo: quello curvo di fronte al conducente è accompagnato da schermo centrale per navigazione e servizi, seconda unità sottostante per la climatizzazione ed ulteriore monitor di fronte al passeggero per infotainment ed ogni altra funzionalità disponibile. Impossibile annoiarsi…

Un autentico “pugno” in guanto di velluto: il gas va dosato con cautela…
Parte dunque dal silenzio “assordante” della colonnina ad alta capacità Ionity da 270 kW, capace di ricaricare in un sibilo vellutato fino a 100 km di autonomia in 5,5 minuti, in condizioni ottimali, l’esperienza a contatto con le frontiere tecnologiche di casa Porsche, all’esordio nella propulsione elettrica pura. Il comando del cambio è una sottile levetta in posizione rialzata, e si va. Nel traffico si apprezzano le “classiche” doti della propulsione elettrica anche sulla Turbo S (denominazione di casa per Porsche, ma è vero che in questo caso l’unica turbina di bordo è quella della ventilazione interna…): erogazione docile e morbida, davvero molto ben dosabile, frenata naturale. La grande batteria da 93,4 kWh alimenta due motori che realizzano una trasmissione integrale a gestione elettronica, chiamata a scaricare al suolo una punta di 761 cv con 1050 Nm di coppia (modalità Launch Control), ed è precisamente a questo traguardo prestazionale che puntiamo non appena la strada lo consente: giù il gas e la testa si deve appoggiare al sedile per controbilanciare un’accelerazione che sorprende per istantaneità. L’auto sorpassata è scomparsa in un lampo e siamo già sui freni per conservare un’andatura legale... Impressionante, tanto più che siamo in modalità Normal. In Sport e Sport+, la grinta dell'erogazione è infatti ancor più accentuata e sotto Launch Control l’auto traguarda i 100 km/h da fermo in appena 2,8 secondi, con passaggio 0-200 km orari sotto i 10 secondi. La Taycan Turbo S continua a togliere il fiato ad ogni scatto deciso: più difficile da spiegare che da provare, ma è incredibile con quanta facilità la vettura traduca istantaneamente il “pugno” della spinta, senza alcuna pausa, in velocità. A dispetto dei 2.295 kg di peso.

Quanto spazio c’è per la guida sportiva cara all’identità Porsche?
Al cospetto di un cavallino rampante sullo stemma di marca, l’istinto primordiale evoca ad ogni buon conto la purezza non soltanto delle prestazioni ma in special modo della guida: la Taycan è una Porsche autentica? Ecco arrivare le agognate curve, che permettono di rinnovare il sorriso quasi inebetito per tanto, cristallino potenziale anche dinamico: in Sport Plus la berlina-coupé elettrica è rigida e assolutamente piatta grazie al controllo attivo del rollio, inserisce prontissima pur con uno sterzo preciso ma lievemente meno sensibile – sterzano anche le ruote posteriori – e poi regala il pilotaggio di fino dalla seconda metà di curva in avanti. Con lievissimo sottosterzo, pienamente sfruttabile, e spinta al retrotreno regolata per risultare più marcata e chiudere la traiettoria in sicurezza in piena accelerazione, con la presa delle quattro ruote sull’asfalto sempre perfettamente avvertibile dal conducente. Su ritmi da brivido per un veicolo da cinque metri con passo di 2,9 m. Con la regolazione di modalità di marcia più spinta fa capolino anche il suono “Electronic Sport”, vagamente futurista, mentre alla poderosa frenata assicurata dall’impianto con dischi carboceramici si aggiunge il recupero di energia in rallentamento fino a 265 kW, tra i più efficienti di categoria.

Ambiente raffinato e l’autonomia non spaventa sui viaggi a medio raggio.
Sulla Taycan non manca spazio per il comfort, sia per insonorizzazione sia per assorbimento delle asperità: non potrebbe essere che così, peraltro, per un veicolo dal listino esclusivo (237'500 CHF) dal quale si pretende il massimo. Ed il massimo la Casa di Stoccarda lo offre anche nelle soluzioni tecniche di stoccaggio dell’energia elettrica, attraverso un accumulatore che vanta l’architettura a 800V (contro i normali 400V) per consentire una ricarica più rapida, maggior capacità a parità di volume ed offrire anche alla Turbo S un’autonomia WLTP del tutto interessante in ottica grandi viaggi (388-412 km), avvicinabile anche nella realtà del percorso misto di questo primo test della vettura. A bordo, si apprezza un abitacolo più compatto di quello dell’ammiraglia Panamera, ma comunque altamente ricercato e raffinato nell’ergonomia, anche al posteriore, dove per due adulti l’accoglienza resta adeguata. Un po' meno per il vano di carico: 81 litri di capacità per quello anteriore, occupato però in buona misura dai cavi di ricarica, ed appena 366 litri per quello posteriore. La somma equivale quindi al “sacrificio” della compagnia aggiuntiva oltre alla coppia, volendo partire con mete ambiziose…

Trovi la Porsche Taycan da...

Centri Porsche Ticino

 


Centro Porsche Lugano


AMAG First SA


Via Pian Scairolo 46A


6915 Lugano-Noranco

 

Telefono: +41 91 961 80 60


E-Mail: info@porsche-lugano.ch

 

Centro Porsche Locarno

 

AMAG First SA


Via San Gottardo 131


6596 Gordola

 

Telefono: +41 91 735 0 911


E-Mail: info@porsche-locarno.ch

 

http://www.porsche-ticino.ch

 

Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
PRIME IMPRESSIONI
2 gior

Morde la strada, aggredisce la pista: BMW M8 Competition

La grande coupé bavarese sfrutta tutta la tecnologia della divisione M per offrire un potenziale dinamico capace di renderla davvero rapida ed incisiva. Ma sempre piacevolmente “trattabile”.

TEST DRIVE
4 gior

Kia Sorento, regina di viaggio e di relax

La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.

PRIME IMPRESSIONI
6 gior

Turismo di gran carriera per la McLaren GT

Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.

PRIME IMPRESSIONI
1 sett

BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto

La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.

TEST DRIVE
1 sett

Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”

L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.

PRIME IMPRESSIONI
2 sett

Gran Coupé, Serie 8 a metà tra berlina e sport

Strettamente derivata dalla sportiva di lusso, l’inedita variante a quattro porte garantisce tanto più spazio e versatilità con la promessa di conservare lo stesso, pregevolissimo dinamismo.

Novità
2 sett

Koenigsegg Regera, nuovo record di accelerazione… e frenata

La hypercar svedese da oltre 1500 cv abbassa ulteriormente il proprio record nella prova combinata di accelerazione fino alla velocità massima e successivo arresto. In condizioni non ottimali…

TEST DRIVE
2 sett

“Pieno” di corrente e di sostanza per la Optima Sportswagon PHEV

La grande wagon ibrida ricaricabile, ulteriormente affinata, convince per autonomia e rendimento offrendo buone prestazioni ed un’accoglienza di qualità. Leggermente sottotono il vano di carico.

PRIME IMPRESSIONI
3 sett

Nuova linfa per la Renault Zoe

Con la robusta iniezione di contenuti, specie sul piano tecnico e tecnologico, la compatta elettrica approda alla terza generazione col vento in poppa. Anche grazie all’autonomia estesa a 395 km.

TEST DRIVE
3 sett

Sportività a tutto tondo per la Cupra Ateca

Motore potente ma elastico e assetto “camaleonte” contribuiscono alle doti di adattabilità del Suv spagnolo, dal vivace carattere sportivo: adatto alla guida ispirata come al traffico quotidiano.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile