PRIME IMPRESSIONI
05.08.16 - 20:050

Tre concetti ecosostenibili in una sola auto

Con un solo modello, chiamato IONIQ, Hyundai offre tre motorizzazioni ecosostenibili: ibrida, ibrida Plug-In o elettrica

Con l’inedita IONIQ , Hyundai vuole democratizzare l’accesso alla mobilità eco-sostenibile, e fa sul serio: Introduzione sul mercato svizzero della IONIQ Hybrid a ottobre 2016, e della IONIQ Electric il mese successivo. La IONIQ Plug-in approderà sui nostri mercati verosimilmente a metà 2017. Con il lancio della nuova gamma, Hyundai diventa l’unico costruttore che produce veicoli ibridi, elettrici, ibridi plug-in e a idrogeno (ix35 Fuel Cell). All’anteprima in sessione dinamica i prezzi non erano ancora stati definiti, ma il direttore di Hyundai Svizzera, Diego Battiston, ha indicato un listino con cifre inferiori alla diretta concorrenza. Come da tradizione Hyundai, insomma.

Abbiamo provato in anteprima, sulle strade di Amsterdam, la IONIQ Electric e la Hybrid. L’approccio è stato di tipo innovativo, per il luogo, l’ambiente e per la personalità delle vetture. Non stravolge i canoni, ma ha tutto ciò che serve e avvolge i passeggeri in un ambiente raffinato, curatissimo. Il design è accattivante. IONIQ offre ampio spazio per la testa, sia nella zona anteriore sia posteriore, e per spalle e gambe. La connettività e la sicurezza si avvalgono di tecnologie che solo l’industria IT di punta coreana sa mettere in campo. Al posto della strumentazione tradizionale troviamo un pannello TFT di nuova generazione da 7, l’infotainment proposto di serie ha uno schermo tattile LCD da 5 pollici, telecamera di retromarcia, connettività Bluetooth, funzione My Musicm, quello in opzione uno schermo da 8” abbinato al sistema audio marchiato Infity. Per lo smartphone c’è Apple CarPlay o Android Auto, nonché un caricatore a induzione. Il navigatore è offerto con un abbonamento di sette anni ai servizi TomTom LIVE, con informazioni aggiornate in tempo reale. Alla lunga lista di tecnologie avanzate, si aggiungono funzioni innovative di sicurezza attiva e passive: dal monitoraggio del traffico posteriore all’anti-sbandamento, dalla frenata autonoma di emergenza al controllo di distanza, dai sette airbag al paraurti in fibra ad alta resistenza, tanto per fare qualche esempio.

Esteticamente la IONIQ si presenta con una silhouette in stile coupé, elegante e semplice, e linee di contorno accuratamente battute. I deflettori delle ruote anteriori, lo spoiler e il diffusore posteriori, le modanature laterali sotto-porta e un design a ruota chiusa contribuiscono a un’eccellente aerodinamica. Hybrid e Plug-in hanno un flap attivo sulla griglia anteriore, azionabile in tre posizioni, mentre l’Electric ha una superficie chiusa al posto della griglia. Le tinte di carrozzeria sono Marina Blue, Phoenix Orange e Blazing Yellow, con accenti decorativi in argento. Blazing Yellow solo per la Electric. Una peculiarità della nuova IONIQ è l'impiego di materiali eco-sostenibili. Il rivestimento degli sportelli, ad esempio, è di plastica riciclata combinata con legno in polvere e pietra vulcanica. L'aspetto morbido al tocco è dovuto all'uso ridotto di prodotti a base di petrolio sostituiti con materie grezze estratte dalla canna da zucchero, per migliorare la qualità dell'aria dentro l'auto e la riciclabilità. I colori metallici sono a base d’ingredienti rinnovabili estratti dall'olio di semi di soia. La collaborazione con Michelin ha consentito livelli di efficienza superiori. La gamma monta pneumatici a ridotta resistenza al rotolamento, con cerchi da 15, 16 e 17 pollici, per una maggiore economia di carburante; IONIQ Hybrid monta cerchi da 17 pollici con pneumatici in silice per migliorare le prestazionni.

AL VOLANTE DELLA IBRIDA - IONIQ ibrida e plug-in montano il nuovo 4 cilindri a benzina “Kappa” 1.6 GDI a iniezione diretta in grado di erogare 147 Nm di coppia. Adattato al sistema ibrido, è accoppiato a un cambio a doppia frizione a sei rapporti (6DCT), dalla risposta diretta e passaggi di marcia fluidi. La guida è dinamica, grazie all’assetto con sospensione posteriore multilink. Il propulsore elettrico (170 Nm, 43,5 CV) è alimentato da una batteria litio-ione-polimero (1.56 kWh) sistemata sotto i sedili posteriori, ne deriva una buona abitabilità e capacità di carico (da 443 a 1505 litri con sedili posteriori ribaltati). Il principio vale anche per IONIQ Plug-in e IONIQ Electric, nonostante le batterie più voluminose. Il sistema ibrido genera una potenza complessiva di 141 CV, con 265 Nm di coppia. La velocità massima è di 185 km/h, con un consumo omologato di 3,4 l/100 km ed emissioni di CO2 di 79 g/km nel ciclo misto. Chi sceglierà la plug-in potrà contare su un’autonomia elettrica di circa 50 chilometri, grazie alla maggiore capacità della batteria che arriva a 8.9 kWh. Per aumentare l'efficienza del consumo di carburante o le prestazioni, si può scegliere tra le modalità di guida ECO e SPORT. In Sport - il quadro strumenti si trasforma e mostra i giri del motore su sfondo rosso – si mantengono più a lungo le marce basse, combinando le potenze dei motori. Con ECO, il 6DCT ottimizza la selezione delle marce e risparmia carburante, il display TFT simula il tradizionale ago del tachimetro.

AL VOLANTE DELLA ELETTRICA - IONIQ Electric sfoggia esclusivi accenti in tonalità rame, che richiamano l’idea di elettricità che scorre attraverso l’abitacolo dell’auto. La batteria litio-ione-polimero di 28 kWh e un’autonomia stimata di 280 km, consuma 11,5 kWh ogni 100 km. L’esclusivo sistema shift-by-wire consente di cambiare tipo di guida – NORMAL o ECO - con la semplice pressione di pulsanti, elimina lo spazio di un normale cambio meccanico e offre più spazio per riporre oggetti. Con i comandi al volante si regola e si controlla la frenata rigenerativa a quattro stadi. La ricarica della batteria all'80% con un sistema rapido a corrente continua (DC) di 100 kW richiede circa 24 minuti. Un control box consente la ricarica con una normale presa domestica. Sull'auto, la presa è dove normalmente si trova il portello della benzina. Immediatamente disponibile, la coppia di 295 Nm è erogata dal propulsore elettrico da 120 CV. La velocità massima è di 165 km/h. Si nota subito per il frontale: non avendo un sistema di raffreddamento motore, la griglia lascia il posto a una superficie elegante e liscia. Presenta fari anteriori a LED e i fari posteriori che le conferiscono una chiara identità. Il carattere elettrico è esaltato dalla linea in color rame, che richiama il materiale conduttore, sotto al paraurti posteriore e sotto al paraurti anteriore.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
auto
sistema
plug-in
electric
km
ioniq
hyundai
kwh
batteria
ioniq electric
TOP NEWS Motori
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report