keystone-sda.ch (BJORN LARSSON ROSVALL)
La conferenza stampa dei soccorritori e inquirenti svedesi a Goteborg.
SVEZIA
28.09.21 - 20:000

La polizia di Göteborg ipotizza che sia esploso un ordigno

Il bilancio dei feriti si è aggravato: sono quattro, la loro vita non dovrebbe essere in pericolo

GÖTEBORG - È salito a quattro il bilancio delle persone gravemente ferite in seguito all'esplosione e al successivo incendio in un complesso residenziale del centro di Göteborg, in Svezia. Si tratta di tre donne e un uomo. Si trovano nel reparto di cure intense dell'ospedale universitario cittadino, ma la vita di nessuno di essi dovrebbe essere in pericolo.

La polizia sta compiendo le indagini e, sebbene nessuno sia formalmente accusato e nemmeno sospettato, ipotizza che la deflagrazione possa essere stata causata da un ordigno. Ulteriori certezze potranno arrivare solo dopo l'esito delle analisi tecniche, ha commentato il portavoce della polizia Thomas Fuxborg.

Gli inquirenti al momento non confermano che il presunto oggetto esplosivo fosse indirizzato contro qualcuno. «Stiamo indagando se c'è un potenziale bersaglio» ha aggiunto il portavoce, secondo quanto riferisce il Göteborgs-Posten. Le indagini sono a 360 gradi in questa fase e analizzano chi abita nell'edificio, chi lo ha visitato e se ci possa essere qualche legame con i molti negozi situati a livello della strada. «Guardiamo in modo molto ampio».

I pompieri hanno lavorato per tutta la mattina per domare le fiamme e alle 13 hanno dichiarato che l'incendio è sotto controllo. Le autorità comunali sono al lavoro per garantire un alloggio a tutti coloro che questa notte non potranno rientrare a casa. «A nessuno dovrebbe essere permesso di dormire per strada» ha dichiarato Ulla-Carin Moberg, responsabile dei servizi sociali cittadini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ISRAELE
1 ora
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
1 ora
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
3 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
STATI UNITI
6 ore
Cosa è successo quel giorno sul set di “Rust”
Tanta maretta nella troupe, un aiuto regista superficiale e molto stress dietro a quelle riprese finite in tragedia
STATI UNITI
10 ore
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
ITALIA
16 ore
Dallo sballo allo stupro, Ghb la droga che dilaga
Disinibire ma anche sedare fino quasi al coma, perché questo stupefacente non è mai stato così popolare
STATI UNITI
19 ore
Milioni di guanti sporchi venduti come nuovi
In Thailandia esiste un mercato nero dei guanti per uso medico, che vengono semplicemente ridipinti
GERMANIA
21 ore
Tragico incendio a Reisbach, quattro morti tra cui una giovane incinta e il suo bambino
I soccorritori hanno tentato di salvare il bimbo che aveva in grembo con un parto cesareo, ma senza successo
ITALIA
22 ore
Berlusconi contro le elezioni anticipate: «Sarebbe irresponsabile»
Per l'ex premier è importante il sostegno interpartitico a Draghi, per l'uscita dalla crisi sanitaria ed economica
STATI UNITI
1 gior
Qualcuno ha giocato con la pistola di Baldwin
Dei membri della troupe avevano usato proiettili veri per divertirsi fuori dal set. Lo ha scoperto la polizia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile