Keystone
L'arresto è stato movimentato. Assange è stato caricato di peso sul mezzo della polizia.
+7
REGNO UNITO
11.04.19 - 15:130
Aggiornamento : 18:26

Assange in tribunale. Rischia fino a 5 anni

La possibile incriminazione formale da parte degli Usa trapelò lo scorso novembre. L'Ecuador revoca la cittadinanza concessa da Correa

LONDRA - La possibile incriminazione formale del fondatore di Wikileaks Julian Assange da parte degli Usa trapelò lo scorso novembre in seguito a un probabile errore 'copia-incolla' di un procuratore che stava trattando un altro caso.

Un portavoce del distretto orientale della Virginia (che aveva in corso indagini su Assange) sostenne che si trattava di un errore e che il magistrato non intendeva fare il suo nome. Ma, secondo molti media Usa, le autorità americane stavano davvero preparando o avevano già formulato accuse nei confronti di Assange, formalizzando poi la richiesta di estradizione. Ora si tratta di capire quali siano le accuse.

Dopo la rivelazione di migliaia di imbarazzanti 'cable' diplomatici nel 2010, l'amministrazione Obama aveva deciso di non incriminare Assange per non creare un precedente contro i media che pubblicano informazioni classificate. Ma ora l'amministrazione Trump potrebbe aver rivisto questa posizione, anche alla luce della successiva diffusione dell'arsenale cibernetico della Cia nel 2017. Una svolta che trascinerebbe nelle maglie della giustizia Usa anche l'ex talpa Edward Snowden, ora esule in Russia.

I possibili reati quindi potrebbero spaziare dalla cospirazione al furto di beni governativi e alla violazione della legge sullo spionaggio.

Aggiornamento - Pirateria informatica - Il fondatore di Wikileaks è accusato dagli Usa di cospirazione con Chelsea Manning nel 2010 finalizzata alla pirateria informatica: lo ha reso noto il dipartimento di giustizia americano. Se condannato, rischia fino a 5 anni.

I procuratori Usa accusano Assange di aver ricevuto dall'ex analista dell'intelligence Usa Chelsea Manning parte delle password dei computer della difesa americana per accedere a materiale classificato.

Il dipartimento di giustizia ha anche confermato che l'arresto odierno di Assange è stato eseguito sulla base del trattato di estradizione tra Usa e Gran Bretagna.

In tribunale a Londra - Il fondatore di Wikileaks Julian Assange è apparso in tribunale a Londra, dopo essere stato arrestato oggi nell'ambasciata dell'Ecuador, dove era rifugiato dal 2012, in base a una richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti. Lo riferiscono i media internazionali.

Mosca: «L'arresto mostra disprezzo per la dignità umana» - «La forma in cui è stata effettuata questa operazione lascia l'impressione di un palese e rude disprezzo nei confronti della dignità umana dell'arrestato». Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova commentando l'odierno arresto del fondatore di Wikileaks Julian Assange. «Speriamo - ha aggiunto Zakharova - che tutti i diritti di Julian Assange siano rispettati».

L'odierno arresto rappresenta una violazione «della libertà di parola e del diritto a diffondere informazioni»: lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

«Tutta la storia di Assange - ha affermato Zakharova - non è una questione di oggi. L'intera storia, con le persecuzioni nei suoi confronti, la caccia alle streghe, la creazione di condizioni di esistenza disumane, annienta la libertà di parola e il diritto a diffondere informazioni. Si tratta di un colpo ai diritti del giornalista. Non possono esserci altre valutazioni».

Aggiornamento - Assange dichiarato colpevole di violazione della cauzione - Il fondatore di Wikileaks è stato riconosciuto colpevole dalla Westminster Magistrates' Court di Londra di aver violato i termini della cauzione nel 2012, per non essersi presentato allora dal giudice ed essersi invece rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador.

Per questo reato rischia una pena fino a 12 mesi di carcere nel Regno Unito (la sentenza precisa sarà definita più avanti) in attesa che le autorità britanniche decidano anche sulla richiesta di estradizione presentata dagli Usa.

L'Ecuador  revoca la cittadinanza concessa da Correa - Oltre ad aver messo fine all'asilo di Julian Assange nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, il governo di Quito ha anche deciso di revocargli la cittadinanza ecuadoriana concessagli dall'ex presidente Rafael Correa. Lo scrive oggi il quotidiano El Universo di Guayaquil.

Secondo il giornale, il ministro degli Esteri ecuadoriano, José Valencia, ha precisato che gli effetti della concessione della cittadinanza sono stati sospesi ieri dopo la verifica dell'esistenza di "numerose irregolarità" commesse nel processo di concessione della stessa.

All'inizio dello scorso anno Correa decise di concedere ad Assange questo privilegio cercando anche, senza successo, di ottenerne l'accredito come diplomatico dalle autorità britanniche.

Nessuna accusa per pubblicazione cable - Alcuni analisti hanno sottolineato sui social che l'accusa contro il fondatore di Wikileaks Julian Assange è di aver hackerato computer governativi, non aver pubblicato materiale classificato, tra cui migliaia di cable diplomatici: una differenza fondamentale in relazione al primo emendamento che garantisce la libertà di parola e di stampa, invocato dai difensori dei diritti umani per giustificare l'operato del fondatore di Wikileaks.

Gli Usa contesteranno altre accuse - I dirigenti del dipartimento di giustizia Usa prevedono di contestare ulteriori accuse contro il fondatore di Wikileaks, Julian Assange. Lo riferisce la Cnn.

Gli Usa, come ha stabilito oggi un giudice britannico, hanno tempo sino al 12 giugno per presentare gli elementi d'accusa per l'estradizione di Assange.

Atto d'accusa un anno fa - È stato depositato un anno fa, il 6 aprile del 2018, ad Alexandria davanti al distretto orientale della Virginia, l'atto di accusa Usa contro il fondatore di Wikileaks Julian Assange.

Solo qualche giorno fa, invece, WikiLeaks aveva annunciato che l'ex hacker sarebbe stato espulso "a ore o giorni" dall'ambasciata dell'Equador a Londra.


 
 

Keystone
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
9 ore
Lanciata Crew Dragon, Gli Usa riportano gli uomini in orbita
La capsula sta portando verso la Stazione Spaziale i veterani della Nasa Doug Hurley e Bob Behnken
FOTOGALLERY
STATI UNITI
9 ore
Afroamericano morto, la protesta infiamma l'America
Oltre agli incendi e gli arresti ci sono anche due morti, un agente e un giovane di 19 anni
ITALIA
13 ore
In Lombardia calano i contagi ma aumentano i morti
I casi in più sono 221. I decessi invece 67
STATI UNITI
14 ore
SpaceX: lancio previsto stasera, nonostante il rischio di maltempo
Se ci fosse un nuovo rinvio, si potrà tentare nuovamente alle 21 di domani
STATI UNITI
14 ore
Minneapolis: la moglie dell'agente incriminato vuole il divorzio
È stato arrestato e ha perso il lavoro. Ora il poliziotto, accusato di omicidio, è stato anche lasciato dalla moglie
GIAPPONE
16 ore
Coronavirus: il Giappone teme per una seconda ondata
Lo stato d'emergenza è stato revocato solo pochi giorni fa.
REGNO UNITO / STATI UNITI
16 ore
G7 durante la pandemia: Boris Johnson ci sarà
Angela Merkel ha invece declinato l'invito di Trump a causa dell'attuale situazione legata al Covid-19.
STATI UNITI
20 ore
Stati Uniti in fiamme per la morte di George Floyd
È ancora in corso una notte di scontri in diverse città. Un 19enne ucciso a Denver.
MONDO
21 ore
America latina verso il milione di contagi
Quest'area del mondo si sta avvicinando al picco della pandemia. Molti i Paesi con più di 5mila casi.
STATI UNITI
22 ore
Afroamericano ucciso a Minneapolis: la rabbia arriva fino alla Casa Bianca
Scontri tra manifestanti e forze di sicurezza a Washington. Un 19enne ucciso a Detroit.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile