Deposit
STATI UNITI
11.04.21 - 08:360

La Mis-C (e non Kawasaki) colpisce anche i bimbi asintomatici

Uno studio ha analizzato la sindrome che può sopraggiungere nei bambini dopo l'infezione da coronavirus

La condizione, però, «non deve essere motivo d'allarme»: i trattamenti funzionano

WASHINGTON - I bambini e adolescenti colpiti dal Covid e completamente asintomatici (e quindi magari ignari di essere stati infettati), possono comunque sviluppare la sindrome infiammatoria multisistemica pediatrica (chiamata Mis-C o PIMS) nelle settimane successive al contagio, anzi, ne sono più propensi.

È quanto emerge dal più grande studio a riguardo condotto finora negli Stati Uniti e pubblicato sul portale Jama, nel quale i ricercatori dei Centri di Controllo e Prevenzione (CDC) statunitensi hanno analizzato le cartelle cliniche di oltre 1'700 bambini colpiti dalla sindrome e ricoverati tra il marzo del 2020 e il gennaio del 2021.

Si tratta, lo ricordiamo, della malattia che si è presentata in alcuni giovani e bambini dopo l'infezione da Covid, e che inizialmente si pensava fosse la sindrome di Kawasaki. Con il passare del tempo, e l'avanzare degli studi, si è confermata però l'ipotesi che si trattasse della sindrome "Mis-C", una rara infiammazione che colpisce diversi organi.

«Non allarmarsi»

Secondo lo studio, la maggior parte dei casi deriva in seguito ad un'infezione da Covid-19 «asintomatica o lieve», dopo che il sistema immunitario ha prodotto il massimo livello di anticorpi contro il coronavirus, anche se non è ancora chiaro cosa scateni questa risposta.

Secondo gli specialisti, comunque, questa condizione non deve essere motivo d'allarme per le famiglie, in quanto gli ospedali sono attrezzati per affrontare l'emergenza e tutti i pazienti ricoverati hanno reagito bene alle terapie somministrate.

In ogni caso, come per molte altre malattie, è fondamentale riconoscere i sintomi. Tra questi la febbre elevata, spesso associata a dolori addominali, macchie sulla pelle, o sintomi gastrointestinali come vomito, nausea, e diarrea.

Problemi cardiaci 

La ricerca statunitense ha anche confermato che la sindrome colpisce diversi organi (nel 90% dei pazienti sono stati coinvolti almeno quattro organi), e in particolare il cuore (toccato nel 60% dei casi, tra abbassamento della pressione sanguigna, disfunzioni cardiache, e choc cardiaci).

Inoltre, gli scienziati hanno spiegato che il 58% dei pazienti è stato ricoverato in terapia intensiva, e che, in percentuale, chi non ha manifestato sintomi del Covid-19 ha poi mostrato più frequentemente dei problemi cardiaci.

Per quanto concerne il campione analizzato, il 58% erano maschi, l'86% aveva meno di quindici anni, ed è interessante notare che i bambini sotto i cinque anni hanno manifestato meno frequentemente delle gravi disfunzioni cardiache, che invece sono aumentate dai 10 anni in poi. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
Ripulire le strade "razziste", il sogno americano di Alex
Si punta il dito perfino contro le vie dedicate a Cristoforo Colombo
ITALIA
8 ore
Dallo sballo allo stupro, Ghb la droga che dilaga
Disinibire ma anche sedare fino quasi al coma, perché questo stupefacente non è mai stato così popolare
STATI UNITI
11 ore
Milioni di guanti sporchi venduti come nuovi
In Thailandia esiste un mercato nero dei guanti per uso medico, che vengono semplicemente ridipinti
GERMANIA
14 ore
Tragico incendio a Reisbach, quattro morti tra cui una giovane incinta e il suo bambino
I soccorritori hanno tentato di salvare il bimbo che aveva in grembo con un parto cesareo, ma senza successo
ITALIA
15 ore
Berlusconi contro le elezioni anticipate: «Sarebbe irresponsabile»
Per l'ex premier è importante il sostegno interpartitico a Draghi, per l'uscita dalla crisi sanitaria ed economica
STATI UNITI
17 ore
Qualcuno ha giocato con la pistola di Baldwin
Dei membri della troupe avevano usato proiettili veri per divertirsi fuori dal set. Lo ha scoperto la polizia
CANADA
19 ore
Container in mare e fiamme, è allarme tossico
Le acque burrascose hanno fatto perdere dei container alla nave, sulla quale è poi scoppiato un incendio
STATI UNITI
22 ore
«Non puntare mai un'arma di scena contro un altro essere umano»
Alec Baldwin non avrebbe dovuto avere sotto tiro qualcuno, secondo l'esperto di armi sui set Bryant Carpenter
COLOMBIA
23 ore
Arrestato il nuovo Escobar
«La più grande operazione del secolo» in Colombia. In manette il narcotrafficante Usuga
STATI UNITI
1 gior
Era compito di una ventenne al primo incarico controllare le armi sul set
La ragazza è la figlia del celebre armaiolo Thell Reed, famoso ad Hollywood.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile