Keystone
Giornalisti in attesa di fronte al tribunale di Magdeburgo (sinistra). A destra: Stephan B. dopo l'arresto
GERMANIA
21.07.20 - 09:450

Attacco alla sinagoga di Halle: si apre il processo a Stephan B.

Il 28enne rischia l'ergastolo per il tentato assalto «antisemita, razzista e xenofobo». Alta l'attenzione mediatica.

MAGDEBURGO - Dopo che, nove mesi fa, Stephan B. tentò d'irrompere nella sinagoga di Halle, in Germania, per commettere una strage in occasione dello Yom Kippur, i temi dell'antisemitismo e del terrorismo estremista di destra ripresero una grande centralità nel dibattito pubblico tedesco. Pur non dimenticati, passarono però  in secondo piano dopo non molto a causa dell'emergenza coronavirus, che nei mesi successivi avrebbe pressoché monopolizzato l'informazione. Ora, simili questioni promettono di riguadagnare la massima attenzione con l'apertura, oggi, del processo a carico del 28enne tedesco.

L'atmosfera, in effetti, è quella dei grandi eventi mediatici. A Magdeburgo, dove si terrà il procedimento, è stata approntata la più grande sala di tribunale disponibile nella Sassonia-Anhalt, l'ex biblioteca del Tribunale del Land. Più di 300 metri quadrati nei quali troveranno posto - oltre alla corte, l'accusa, l'imputato e i suoi legali - le circa 40 parti civili coinvolte, 44 giornalisti e 50 spettatori. In una sala accanto siederanno altri 44 rappresentanti dei media. L'interesse della stampa tedesca e israeliana è particolarmente alto.

Come ricorda il Tagesschau, Stephan B. dovrà tra le altre cose rispondere di duplice omicidio, 68 tentati omicidi e lesioni personali gravi. Il 9 ottobre 2019 tentò d'irrompere armato nella sinagoga di Halle mentre all'interno si teneva un servizio religioso per la festività ebraica dello Yom Kippur. Un portone blindato, però, vanificò i suoi tentativi d'introdursi nel luogo di culto. L'uomo sparò quindi a una passante e a un avventore in un take away di kebab, uccidendoli. Il 28enne filmò tutto con una telecamera posta sul suo casco e trasmise le immagini su internet in livestreaming.

Le indagini rivelarono che il 28enne si era radicalizzato negli anni. Il decreto d'accusa ipotizza la natura «antisemita, razzista e xenofoba» del suo gesto. Il processo che si apre oggi ha un'importante valenza politica poiché dovrà chiarire come l'uomo abbia potuto preparare l'attacco e fabbricare le proprie armi passando inosservato alle autorità. Rischia l'ergastolo. Sono previsti 18 giorni di dibattimento.               

  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
1 ora
Troppa disinformazione «per fare scelte consapevoli riguardo alla propria salute»
Amnesty International attacca i Governi e le aziende di social media: «Fermate l'attacco alla libertà d'espressione»
FOCUS
1 ora
In fuga da tre anni
Tra i migranti in viaggio ci sono famiglie, bambini molto piccoli e donne incinte. Ecco le loro storie e i loro volti
BRASILE
8 ore
Bolsonaro come Hitler: la copertina crea scandalo
Un settimanale brasiliano attacca il presidente definendolo «architetto della tragedia» e «mercante di morte».
ITALIA
12 ore
Un professore alla guida di Roma
In Italia vola il centrosinistra che si è portato a casa tutti i capoluoghi di regione (a parte Trieste).
FOTO
STATI UNITI
12 ore
Esce dal ristorante senza mascherina, è bufera su Joe Biden
Il presidente è stato fotografato a viso scoperto mentre usciva da un ristorante italiano di Washington D.C.
CINA
15 ore
Perché in tantissimi facevano il tifo per un pluriomicida cinese in fuga
Aveva accoltellato un'intera famiglia ma tutti speravano che potesse farla franca, la tragica storia di Ou Jinzhong
STATI UNITI
17 ore
Colin Powell è morto di Covid 19
L'ex Segretario di Stato americano aveva 84 anni lottava da tempo con la malattia
LE IMMAGINI
ITALIA
18 ore
Idranti e lacrimogeni, manifestanti sgomberati con la forza
Le operazioni al porto potranno riprendere senza rallentamenti, ma i lavoratori annunciano che lo scioperò continuerà
Stati Uniti
22 ore
I piloti degli aerei stanno perdendo la mano e fanno fatica a volare
Dopo la pandemia gli errori e il rischio di disastri aerei sono aumentati. Sotto la lente il caso degli Stati Uniti
Spagna
23 ore
«La prostituzione rende schiave le donne del nostro Paese»
Il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha fatto sapere domenica di voler abolire il sesso a pagamento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile