Keystone
GERMANIA
10.10.19 - 15:280
Aggiornamento : 16:03

«In questa giornata Halle è purtroppo diventata un luogo del terrorismo»

Per il sindaco, la città «non è un centro dell'estremismo di destra». Un'associazione che lo combatte non è d'accordo

HALLE - Halle è una città scioccata dopo l’attacco a una sinagoga che, ieri, è costato la vita a due persone. La natura antisemita ed estremista di destra del gesto non lascia pace al sindaco della località di quasi 250mila abitanti.

«In questa giornata Halle è purtroppo diventata un luogo del terrorismo», ha dichiarato Bernd Wiegand (senza partito) a Morgenmagazin di ZDF. Halle, ha però precisato, «è colorata e sfaccettata» e «non è un centro dell’estremismo di destra». Anzi, la Città «agisce contro gli estremisti di destra in maniera assolutamente energica». 

Non è del tutto d’accordo Valentin Hacken, dell’associazione “Halle gegen Rechts” (“Halle contro gli estremisti di destra”). Alla Frankfurter Allgemeine Zeitung, il responsabile ricorda in particolare come l’“Identitäre Bewegung”, un “Movimento identitario” di estrema destra tenuto sotto controllo dai servizi segreti, sia radicato in città. Qui ha infatti una sua sede e alcuni suoi esponenti sono particolarmente attivi in ambito universitario.

Nel suo “manifesto” di dieci pagine comparso in internet e nel filmato da lui stesso realizzato durante l’attacco, il presunto attentatore Stephan B., un 27enne cittadino tedesco, si è dichiarato negazionista, antisemita e antifemminista.

Il procuratore generale: «Aveva con sé 4 kg di esplosivo» -  Nel confermare che quello di ieri contro la sinagoga di Halle è stato un attentato terroristico che puntava a fare una strage, il procuratore generale tedesco Peter Frank ha rivelato - in una dichiarazione fatta in tv - che Stephan B. aveva con sé ordigni per un totale di quattro chili di esplosivo.

«Quello che abbiamo vissuto ieri era terrore. Secondo le nostre conoscenze, Stephan B. ieri si era posto come obbiettivo quello di compiere un massacro (...) nella sinagoga di Hall», ha detto Frank nella dichiarazione trasmessa dal canale di notizie dalla tv pubblica tedesca.

L'attentatore, «connotato da un pauroso antisemitismo, xenofobia, razzismo, si era armato in maniera pesante, con diverse armi, apparentemente di costruzione artigianale, e con una grande quantità di esplosivo: solo nell'auto sono stati rinvenuti circa quattro chili di esplosivo», ha detto il magistrato ribadendo che «voleva andare nella sinagoga per uccidervi un grande numero persone».

«Balliet voleva istigare altri» - L'attentatore di Halle «voleva ottenere un effetto a livello mondiale attraverso la ripresa dal vivo della sua azione, attraverso i suoi commenti, il suo manifesto e il suo piano che aveva caricato prima su internet»: lo ha detto il Procuratore generale tedesco Peter Frank nella dichiarazione trasmessa in tv.

Stephan Balliet «voleva imitare azioni comparabili che erano state compiute prima», ha detto il magistrato riferendosi esplicitamente alla strage di Christchurch in Nuova Zelanda del marzo scorso. Però, «secondo le nostre conoscenze, voleva istigare o indurre altri a simili azioni», ha detto ancora Frank.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
53 min
Huawei offre un bonus a chi trova scappatoie per il bando Usa
In palio per i dipendenti ci sono circa 280 milioni di franchi destinati perlopiù a chi lavora nella sezione ricerca e sviluppo
FOTO E VIDEO
ITALIA
1 ora
Venezia: ecco la maxi-mareggiata e l'acqua altissima arriva a 160 cm
2 i morti mentre i vigili del fuoco continuano gli interventi, danneggiata anche San Marco. Il sindaco: «Abbiamo bisogno di aiuto»
STATI UNITI
1 ora
Trump avrebbe offerto a Erdogan un accordo da 100 miliardi
Lo sostiene il Washington Post alla vigilia dell'arrivo del presidente turco alla Casa Bianca di oggi
ITALIA
2 ore
Venezia in tilt a causa della marea da record
L'acqua ha raggiunto un metro e 87 cm, la seconda misura più alta nella storia della Serenissima subito dietro ai 194 centimetri del 1966
BOLIVIA
3 ore
La senatrice Anez nominata presidente ad interim
«Mi impegno ad assumere tutte le iniziative necessarie per pacificare il Paese»
ITALIA
14 ore
Vogliono estorcere denaro: si fingono dell'‘ndrangheta
I carabinieri hanno fermato cinque persone. La loro vittima è un albergatore del torinese
STATI UNITI
15 ore
Con Disney+ si entra nel vivo della guerra dello streaming
Dai film classici a quelli Pixar passando "Star Wars" e Marvel, il servizio offre un catalogo di spessore. E Netflix è sempre più sola
POLONIA / STATI UNITI
16 ore
Lager nazisti «attribuiti» alla Polonia: Varsavia e Netflix ai ferri corti
Alle autorità polacche non va proprio giù una mappa che compare nella nuova serie documentario "The Devil Next Door". Netflix: «Stiamo seguendo la questione»
FOTO
ITALIA
17 ore
Acqua alta a Venezia, allagata San Marco: «Sistema largamente insufficiente»
Danni alla basilica. L'allerta non è finita secondo il Centro Maree
TURCHIA
17 ore
Jihadista americano espulso resta "nella terra di nessuno"
È bloccato fra Grecia e Turchia, nella zona cuscinetto lunga pochi metri oltre il valico di frontiera di Pazarkule
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile