FRANCIA
13.09.16 - 10:510
Aggiornamento : 20:07

Charlie Hebdo: «La denuncia di Amatrice non ci fa paura»

Per il direttore, «tutto questo chiasso per una vignetta è completamente sproporzionato»

PARIGI - La denuncia del Comune di Amatrice "non ci fa paura". Riss (il direttore) sorride e sfida le critiche, definendo "un manicomio" la rete, sommersa di insulti e proteste dopo la vituperata vignetta di inizio mese con i terremotati italiani insanguinati ma paragonati a "penne al pomodoro", "gratinate" o "lasagne".

Intervistato dalla radio France Inter in occasione dell'uscita di un libro, Riss si è visto rivolgere dall'intervistatrice-vedette Lea Salamè la domanda più bruciante, quella sulle proteste sollevate in Italia da quel disegno firmato 'Felix': "Non pensate di essere andati un po' oltre questa volta?".

"Intanto lei sta ridendo...", è la prima risposta di un Riss per niente toccato dalle critiche e dalla denuncia per diffamazione aggravata. "Ci sono state tante dichiarazioni, la denuncia aspettiamo di vederla, vediamo di che si tratta. Ma non ci fa nessuna paura - ha detto spavaldo - di vignette come questa ne abbiamo fatte a decine, è una come un'altra, un disegno di umorismo nero". Per Riss, "è completamente sproporzionato tutto questo chiasso per una vignetta".

"Per noi è una vignetta come ne abbiamo fatte a decine in passato, niente di straordinario - ha continuato - negli ultimi tempi ne abbiamo pubblicate di simili dopo le stragi di Bruxelles, dopo il terremoto ad Haiti. E lì nessuno ha protestato. Nessun italiano ha protestato", rincara. "La morte è sempre un tabù - secondo il direttore di Charlie Hebdo, la cui redazione fu decimata nel gennaio 2015 dall'attentato dei fratelli Kouachi - qualche volta bisogna trasgredire".

Ma non è soltanto Amatrice a protestare, gli ha fatto notare l'intervistatrice, c'è anche tutto il web, che ha sommerso di proteste e insulti il settimanale: "Su questa vignetta si è scatenato un chiasso sui social network assolutamente sproporzionato - ha tagliato corto Riss - quando vediamo la dimensione che ha preso questo caso sulla rete sembra di essere in manicomio. O a 'cretinolandia'".

Unica differenza, le minacce: "Si può scherzare con la morte - ammonisce Riss - mai con le minacce di morte. Quella è istigazione ad uccidere".

Nonostante le spiegazioni, critiche e insulti non si sono fermati, anzi. Sul sito della stessa radio, ma anche su Twitter, messaggi, per lo più di francesi, hanno preso d'assalto di nuovo il direttore di Charlie Hebdo: "Riss, diresti le stesse cose se sotto le macerie ci fossero i tuoi figli?".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ZetaCrea 4 anni fa su tio
hehe..ho visto la vignetta con le lasagne ma non ho visto quello con il Kebab (con dentro tutto), Hamburger (BigMag a 9 piani) e Frühlingsrolle... e un politico che legge la carta StreetFood che dice: " è quasi mezzogiorno, ho poco tempo...e non hanno quello che voglio"
Cleofe 4 anni fa su tio
ma come... se fanno satira contro gli Islamici o il maomerda va bene, se invece prendono in giro la penisola per il terremoto ...allora no ? un po di coerenza ! io sono Charlie ! sempre, non solo quando mi fa comodo ! ipocriti !
tazmaniac 4 anni fa su tio
@Cleofe Non vedere una bella differenza, significa essere stolti o ancora più ipocriti degli altri...
SSG 4 anni fa su tio
@Cleofe non mi sono mai definito Charlie. La coerenza dovrebbero averla loro pubblicando le "vignette" anche per i massacri subiti in casa.
lo spiaggiato 4 anni fa su tio
@tazmaniac O essere un mezzo mafiosetto antiislamico... :-)))
Tiger 4 anni fa su tio
Mi vergogno di aver solidarizzato all'epoca con questi disgraziati.
moonie 4 anni fa su tio
(dago) La lezione di Charlie: "È sproporzionato tutto questo chiasso per una vignetta. Abbiamo fatto in passato vignette simili su Bruxelles, sul terremoto ad haiti e nessun italiano ha protestato. la morte è un tabù, qualche volta bisogna provare a trasgredire". Peccato che quando hanno tentato di sterminarvi non avete disegnato voi stessi fatti a pezzi in redazione dai terroristi, eppure a ben guardare se l'Italia provoca le proprie morti per il terremoto (e le vittime non hanno colpe se il governo gli spaccia le case antisismiche e poi non lo sono), voi vi siete provocati il vostro quasi sterminio. ad ognuno il suo.
Crt1980 4 anni fa su tio
La mamma degli stupidii è sempre incinta
Benji78 4 anni fa su tio
Come può far paura una denuncia a personaggi senza coscienza. Nessuno dovrebbe più parlare di Charlie Hebdo per farlo ritornare quello che era prima dell'attentato, ossia un giornaletto sull'orlo del fallimento. Fare satira è molto difficile, si rischia sempre di cadere dalla corda su cui si cammina. Questa volta Charlie ha fatto un bel volo.
bananajoe 4 anni fa su tio
Dissento ancora una volta con il pensiero del direttore!
volabas 4 anni fa su tio
tipico rosso antico che si crede onnipotente...
Tato50 4 anni fa su tio
Beh, visti i precedenti di "chiasso" ne hanno avuto parecchio per problemi di "vignette" e se prima "ero con loro" mi spiace ma adesso sono dalla parte di chi ha perso tutto, pure la vita, in una frazione di secondi ma non a colpi di Kalashnikov ;-((
sedelin 4 anni fa su tio
@Tato50 sottoscrivo in toto!
aquila bianca 4 anni fa su tio
@Tato50 Io non sono mai stata dalla loro parte..... Ora sono contenta di non averlo fatto... Satira ripugnante in questo e nei casi precedenti, ha detto bene moonie; perché non si sono auto-vignettati quando è successo il macello da loro ?? Potevano fare vignette anche sul macello di Nizza, prendendo per i fondelli il sistema di sicurezza francese. Questi non sono meno invasati di certi personaggi che loro deridono, a parer mio. Giustissima la libertà d'espressione, ma non bisogna perdere di vista i valori umani e la precarietà del sistema che ci circonda in questo momento storico. Ta salüdi Tat.... ;-** ...scapi per 8 dì.... e sctachi... ;-))
Tato50 4 anni fa su tio
@aquila bianca Mah, stando alle dichiarazioni fatte a suo tempo dalla capa della Redazione, quando sono uscite per la prima volta queste "vignette" mi ricordo che aveva asserito : Anche noi abbiamo fatto della satira sull'attentato subito, quindi non vedo il motivo di fare polemiche su quanto pubblicato (vedi TIO di qualche giorno fa). Queste affermazioni contrastano con quanto scritto da "moonie" quindi io mi baso su dichiarazioni fatte e non su cose non viste. Per me, da ateo, possono fare una vignetta con Tato sulla croce al posto di quell'altro che me ne frega un accidenti; tanto la mia croce da portare non la si vede. Non vorrei che la prossima vignetta sia una "matriciana" spiaccicata sui muri, ma visto che la sede è protetta e loro girano con la scorta............... Ciao, buon viaggio e credo di aver capito quale sarà il mezzo di trasporto a meno che ci sia acqua tra le due "terreferme";-))
aquila bianca 4 anni fa su tio
@Tato50 Prendo atto di quanto mi hai detto.... Non avevo letto l'articolo di TIO.... Si ci sarà acqua tra le due terre ferme..... vado a controllare che nelle mia spiaggia preferita non siano in burkini..... ;xD Finora, in tanti anni che ci vado, io personalmente non ne ho mai vista una.... mais, je vais au nord ;-))) Grazieeeeeee e buone cose per te e fam ;-**
Tato50 4 anni fa su tio
@sedelin "Je suis Amatrice"; nel senso del paese neh !!! ;-))
TOP NEWS Dal Mondo
MALDIVE
40 min
Boom di casi alle Maldive, colpa del turismo "ricco" indiano
Le isole hanno deciso di bloccare gli arrivi: mai così tanti positivi nell'arcipelago
SEYCHELLES
4 ore
Popolazione vaccinata al 61%, ma i casi raddoppiano
Un terzo dei casi rilevati come positivi al virus ha già ricevuto entrambe le dosi del preparato immunizzante.
ISRAELE
7 ore
139 morti a Gaza, colpita la sede dell'Associated Press
Poco fa decine di razzi su Tel Aviv. Sono 2'300 quelli finora lanciati dall'enclave palestinese verso Israele.
SPAGNA
9 ore
22 giorni alla deriva, senza acqua e cibo: 17enne salva per miracolo
Lei e due compagni di viaggio sono gli unici superstiti tra quasi 60 persone, alla deriva nell'Atlantico
FOTO
CINA
11 ore
Tornado su Wuhan e Suzhou: 12 morti e 250 feriti
I venti hanno superato i 200 chilometri orari
ISRAELE
11 ore
Colpiti altri obiettivi a Gaza City
Presi di mira, secondo l'esercito israeliano, vari «siti di lancio sotterranei».
FRANCIA
22 ore
Francia, la caccia all'uomo si è conclusa dopo 3 giorni
L'autore del duplice omicidio delle Cévennes si è consegnato oggi alle autorità
MONDO
1 gior
Così la finanza islamica sta conquistando il mondo
Niente speculazioni, rischi o astrazioni: le banche musulmane funzionano e convincono anche chi non lo è
ITALIA
1 gior
Da domenica si potrà tornare in Italia, senza quarantena (ma col tampone negativo)
A deciderlo un decreto firmato oggi da Speranza e che apre all'area Schengen
ITALIA
1 gior
Tutte le date delle riaperture in Italia
Da questa settimana fino all'estate, ecco cosa potrebbe cambiare e cosa si potrà tornare a fare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile