Matteo Ferretti presenta la sua prima raccolta poetica.
LUGANO
16.10.19 - 18:100

La poesia di Ferretti incontra l'arte di Neri

È in programma domani sera alle 18.30 alla Casa della Letteratura la presentazione di "Tutto brucia e annuncia"

LUGANO - Domani sera alle 18.30 la Casa della Letteratura di Lugano ospita la presentazione di "Tutto brucia e annuncia", raccolta poetica di Matteo Ferretti. L'incontro avverrà sotto forma di dialogo tra Ferretti e Marino Neri, autore di graphic novel.

Scrive Fabio Pusterla nella prefazione: «“Tutto brucia e annuncia" di Matteo Ferretti è un libro complesso e incandescente: tra i migliori che mi sia capitato di incrociare negli ultimi anni. (...) La visionarietà è una delle cifre maggiori di questo libro, e si manifesta nel ritmo serrato, a tratti vertiginoso, che conduce da un’immagine all’altra, da un’esperienza personale a una dimensione collettiva, a cavallo tra tempi e mondi distanti eppure riuniti, per un attimo, nella bruciante realtà della parola».
 
Ticino terra di poeti, si sente speso dire in Svizzera. Le voci consolidate sono ben conosciute: Pusterla (che del libro firma la prefazione) o Alberto Nessi per citarne almeno un paio estratti da un panorama denso, alto, affermato sia in casa che a livello internazionale. Gli esordi però hanno un gusto nuovo e spesso unico, talvolta sorprendente ed è su questi che è necessario soffermarsi. Matteo Ferretti è una nuova voce che ha prodotto un libro potente, dirompente, dalla geometria equilibrata quanto perfetta: tre sezioni, con eguale numero di testi per una voce che lo stesso Pusterla definisce non lontana, per ampiezza e visionarietà, alla voce di Dylan Thomas. Da temi di attualità (o politici) all'autobiografia, la mediazione della parola poetica cerca un varco e con ritmo serrato, vertiginoso, irradia, fuoriesce dalla pagina, ci colpisce. 

La raccolta, fatto anomalo, è accompagnata da illustrazioni, molte illustrazioni. Sono firmate dal pluripremiato autore di graphic novel Marino Neri: non un inserto conchiuso o vassallo della parola scritta, ma un contro-linguaggio assolutamente complementare. Due linguaggi che si completano, diversi per medium, eppure necessari l’uno all’altro. 
 
A fare da guida nel dedalo dei percorsi e delle altezze della parola scritta e delle illustrazioni, sarà il poeta (Premio Svizzero di Letteratura 2016) Massimo Gezzi, autore, critico letterario e docente al Liceo Lugano1.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Agenda
CANTONE
1 ora
Da questa sera il palco di Poestate diventa virtuale
Alle 18 prende il via la prima edizione al 100% virtuale del festival letterario: ecco dove guardarla e il programma
CANTONE
5 gior
Una raccolta di corti svizzeri a tema isolamento e coronavirus
È il progetto svizzero "Lockdown Collection" al quale hanno partecipato anche diversi registi ticinesi
CANTONE
6 gior
Dalla storia del cinema fino alle piattaforme streaming con Heritage Online
Una piattaforma per i professionisti del settore con una nobile missione quella presentata oggi da Locarno Pro
BELLINZONA
6 gior
Il Teatro Sociale riparte il 6 giugno con "Il fondo del sacco"
Nel giorno della riapertura dei teatri in tutta la Svizzera ci sarà una rappresentazione straordinaria gratuita
CANTONE
1 sett
I Vip ticinesi leggono ad alta voce
Dalle 10 via con i video in italiano sul sito web ufficiale
CANTONE
1 sett
Il Pardo partecipa al festival We Are One con i suoi assi dell'edizione 2019
L'evento globale, che si terrà esclusivamente via YouTube trasmetterà alcuni degli incontri top dell'anno scorso
LUGANO
1 sett
Anche il concerto di Paolo Conte slitta al 2021
Doveva tenersi questo 25 giugno in Piazza Riforma, la data definitiva è ancora da stabilirsi
CANTONE
2 sett
12 voci note per la Giornata della lettura ad alta voce
Il 27 maggio non perdetevi i video di Christa Rigozzi, Rosy Nervi, Elias Bertini e altri ancora
CANTONE
2 sett
Da Pupo ai PanPers: se ne riparla nel 2021
Un anno di attesa in più anche per sentire i Jethro Tull al Palazzo dei Congressi di Lugano
CANTONE
2 sett
Jethro Tull a Lugano, l'appuntamento slitta al 2021
Il rinvio del concerto è legato alle misure per l'emergenza coronavirus
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile