Foto: Boris Roessler/dpa
Lufthansa è il primo cliente a volare con il cherosene sostenibile di Atmosfair. Anche Swiss fa parte del gruppo Lufthansa.
Mobilità
15.10.21 - 10:000

Vento e compost per volare in vacanza

Cherosene sostenibile per una coscienza pulita.

In Germania è stato aperto il primo impianto a livello mondiale per la produzione di massa di cherosene artificiale sostenibile. È un’ottima notizia per gli appassionati di viaggi che hanno a cuore l’ambiente.

Volare? Fantastico, se solo non fosse per la coscienza sporca... I viaggi in aereo sono una vera catastrofe per il nostro bilancio ambientale personale. Molti, tuttavia, non vogliono rinunciare completamente a volare e così numerose compagnie aeree, riconoscendo questo conflitto interiore, hanno iniziato a offrire voli climaticamente neutrali. Il nome li fa però sembrare molto più sostenibili di quanto non lo siano in realtà. L’opzione migliore attualmente è il pagamento di una sovrattassa per l’acquisto di cherosene sostenibile.

Nessuna pubblicità ingannevole

Il trend dei voli sostenibili comincia tuttavia a mostrare i suoi effetti. Non molto tempo fa, nel piccolo villaggio tedesco di Werlte, è entrato in funzione il primo impianto di produzione di cherosene climaticamente neutrale a livello mondiale. Finora, questo carburante sintetico era prodotto solo in quantità da laboratorio.

In questo impianto, l’abusata definizione di «sostenibile» non è semplice pubblicità ingannevole. Per la produzione del «fairfuel», è stato stipulato un contratto per l’utilizzo di elettricità proveniente da parchi eolici e l’elettricità in eccesso viene immessa nella rete. Il CO2 necessario per la produzione viene fornito da un impianto di biogas che produce metano a partire da resti alimentari e agricoli. Grazie a speciali filtri, l’anidride carbonica viene inoltre estratta direttamente dall’aria.

L’impianto dell’impresa Atmosfair consuma 1,25 Megawatt di elettricità grazie alla quale ogni ora vengono prodotti 20 chilogrammi di idrogeno che, mischiati con diossido di carbonio a 200 gradi e sottoposti a pressione elevata, vengono quindi trasformati in olio combustibile sintetico. Ogni anno, l’impianto può produrre 350 tonnellate di carburante neutrale dal punto di vista del CO2 ossia otto barili di biocherosene per aerei al giorno.

Partecipa anche un’impresa svizzera

Il primo grande cliente di Atmosfair è la compagnia tedesca Lufthansa. Il gruppo, a cui appartiene anche Swiss, utilizza già un mix di olio alimentare aggiunto al carburante. La Svizzera è inoltre coinvolta direttamente: l’impresa di trasporto Kühne + Nagel ha concluso un contratto di partenariato con Atmosfair.

Nel corso dei prossimi cinque anni, Lufthansa Group acquisterà almeno 25 000 litri di cherosene sostenibile all’anno da Atmosfair. Già oggi, Lufthansa è il maggior acquirente di benzina sostenibile in Europa. I carburanti sintetici prodotti con energie rinnovabili sono il cherosene del futuro e permettono un traffico aereo neutrale dal punto di vista del CO2, spiega la compagnia aerea. Attualmente, il settore punta con decisione sui carburanti sintetici: l’idrogeno e le celle a combustibile per gli aerei sono ancora fantascienza mentre i motori elettrici sono adatti solo per tragitti brevi.

Greenpeace approva ma ammonisce

All’inaugurazione dell’impianto in videoconferenza era presenta anche la cancelliera tedesca uscente Angela Merkel. «Una mobilità sostenibile è un elemento imprescindibile per la protezione del clima in generale», ha dichiarato. Il nuovo impianto incontra anche l’approvazione di Greenpeace. L’organizzazione ambientale avverte tuttavia che solo con il carburante sostenibile non sarà possibile ottimizzare il bilancio ambientale delle compagnie aeree: due terzi dell’impatto climatico sono dovuti alle scie di condensazione ad alta quota. Secondo Greenpeace, sarebbe meglio rinunciare completamente ai voli a corto raggio.

Foto: picture alliance/Friso Gentsch
Ingrandisci l'immagine
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile