Immobili
Veicoli
CANTONE
29.03.14 - 11:110
Aggiornamento : 25.11.14 - 03:40

PS: "Robbiani, datti una calmata!"

Il Partito socialista chiede al Gran Consiglio di esaminare l'iniziativa del deputato leghista e di prendere provvedimenti

BELLINZONA - Il Partito socialista interviene sull'episodio di Massimiliano Robbiani della Lega dei Ticinesi e chiede l'intervento del Gran Consiglio. Ricordiamo che Robbiani aveva pubblicato su Facebook la foto in cui due donne in burqa erano accostate a sacchi neri della spazzatura, con la scritta “Trovate le differenze” e il commento “Ragione in più per pagare la tassa sul sacco!!!”. Nei giorni scorsi l'iniziativa è stata segnalata alla magistratura da parte di un privato cittadino.

Il procuratore pubblico Paolo Bordoli ha aperto l'incarto ma al momento non è stato avviato alcun atto istruttorio. Il PS spiega che "Il deputato Robbiani non è nuovo ai gesti plateali in spregio dello Stato di diritto. Gesti che, invece di sollecitare la riflessione, servono solo a esacerbare gli animi, a stuzzicare gli istinti più bassi, a confondere le cittadine e i cittadini. Gesti che ci sembrano assolutamente incompatibili con la dignità delle cariche che ricopre, in Gran Consiglio e nel Municipio di Mendrisio. Ricordiamo, per esempio, l’atto di fare a pezzi il bollettino dell’imposta federale e di pubblicarne la foto su Facebook. Come si può chiedere alle persone il rispetto delle istituzioni quando si dà quest’esempio? Non pago delle figuracce, Robbiani si è prodotto in nuove intemperanze. Stavolta prendendosela non con le istituzioni, ma con gli esseri umani, scelti oltretutto fra i più deboli. E ha pubblicato, sempre su Facebook (ma costui non ha nient’altro di meglio da fare per occupare il proprio tempo?), un’immagine di donne coperte dal burqa accostate a dei sacchi della spazzatura, chiedendo ai suoi amici di trovare le differenze. Che una foto del genere, che paragona gli esseri umani al pattume, faccia schifo è cosa che nemmeno dovrebbe essere precisata. Infatti ricorda la peggiore propaganda xenofoba e razzista".

 

Il Partito socialista chiede quindi al Gran Consiglio di esprimersi sul diritto di Robbiani a prodursi in atti come questo, "eventualmente revocandogli l’immunità parlamentare, considerando che della vicenda si sta occupando il Ministero Pubblico".

Ma il PS chiede anche alla Lega di avere il coraggio di prendere finalmente dei provvedimenti per limitare le intemperanze degli esagitati. E infine chiede allo stesso Robbiani di "darsi una calmata, dimostri finalmente la propria sincerità, porti le conseguenze delle proprie azioni e abbia il buon gusto di dimettersi".

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile