tipress
BELLINZONA
18.07.21 - 21:360

Pronzini, attento alla mail

Il consigliere comunale richiamato all'ordine dal Municipio. Ma lui: «L'abuso è loro, non mio»

BELLINZONA - Un consigliere comunale può utilizzare la mail istituzionale per scopi politici? Matteo Pronzini è (di nuovo) in rotta di collisione con il Municipio di Bellinzona. Oggetto del contendere, questa volta: usi e abusi dell'indirizzo matteo.pronzini@cc.bellinzona.ch

Il capogruppo Mps in Consiglio comunale, nonché deputato, è finito nel mirino dell'esecutivo nei giorni scorsi dopo avere inviato una mail a diversi dipendenti del Comune. Il contenuto: una denuncia inoltrata dallo stesso Pronzini al Ministero pubblico, riguardo il caso di una dipendente della casa anziani di Sementina trasferita a Giubiasco

Le lamentele del Municipio - inviate per posta ordinaria - non si sono fatte attendere. A seguito di «invii sistematici e generalizzati ai nostri collaboratori» la casella di posta di Pronzini è stata bloccata in un primo momento e poi ripristinata, si legge nella lettera di richiamo. La cancelleria comunale e il vicesindaco Simone Gianini invitano quindi il "mittente Pronzini" a evitare altri invii collettivi. Diversamente - si legge nella missiva pubblicata sui social dal consigliere comunale - «ci vedremo costretti a intervenire con un nuovo e ulteriore blocco dei suoi indirizzi». 

Non è la prima volta, in realtà, che Pronzini viene "bannato" per le sue mail da un ente pubblico. A novembre scorso era stato il Cantone a bloccargli - temporaneamente - l'accesso agli indirizzi di posta elettronica dell'amministrazione statale, a cui l'Mps aveva inviato un sondaggio sul telelavoro e il rispetto delle norme anti-Covid.

Il consigliere comunale promette un'interpellanza al riguardo. «Mi si accusa di abusi, quando è evidentemente il Municipio a trovarsi in imbarazzo a seguito di un abuso come quello da me segnalato in Procura» commenta Pronzini. «Ho la coscienza pulita, e vorrei sapere su quale base giuridica posso essere privato della mail. Non ho certo inviato un messaggio personale o pubblicitario, ma una notizia che concerne l'operato dell'amministrazione pubblica, di cui i dipendenti della Città di Bellinzona meritano di essere informati». 

foto Facebook
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
31 min
Quei nomi che mettono “a rischio” la reputazione della Supsi
Vanno e vengono tra la Supsi e la tanto discussa Fidinam coinvolta nei Pandora Papers
FOTO
MASSAGNO
1 ora
Svelato il nuovo look del Lux
Da domani il cinema di Massagno sarà nuovamente aperto al pubblico dopo la ristrutturazione.
MENDRISIO
4 ore
Sfonda la vetrina con il Suv
Incidente questa mattina davanti alla stazione di Mendrisio. Un brutto spavento, ma nessun ferito
CONFINE
6 ore
Turisti del tampone, oltre frontiera per risparmiare
In Germania costa 14 euro, in Italia 15. Ma c'è chi per i ticinesi rialza il prezzo anche del 60 per cento
CANTONE
7 ore
Covid, i pazienti in cure intense salgono a due
I ricoverati a causa del virus restano nove.
CANTONE
8 ore
Meno auto, moto, bus e treni (ma più biciclette)
Il Dipartimento del territorio ha pubblicato oggi il rapporto "La mobilità in Ticino nel 2020".
LOCARNO
9 ore
«Volevo aiutare i "piccoli" a sopravvivere»
Economia e Covid: ecco come e perché Katia Roncoroni, 50enne di Losone, si è reinventata influencer marketing.
CANTONE
11 ore
Meno di 30 anni e già con il fegato compromesso
La pandemia ha acutizzato le dipendenze da alcol, che possono sfociare in gravi problemi di salute.
CANTONE
20 ore
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
22 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile