tipress
BELLINZONA
18.07.21 - 21:360

Pronzini, attento alla mail

Il consigliere comunale richiamato all'ordine dal Municipio. Ma lui: «L'abuso è loro, non mio»

BELLINZONA - Un consigliere comunale può utilizzare la mail istituzionale per scopi politici? Matteo Pronzini è (di nuovo) in rotta di collisione con il Municipio di Bellinzona. Oggetto del contendere, questa volta: usi e abusi dell'indirizzo matteo.pronzini@cc.bellinzona.ch

Il capogruppo Mps in Consiglio comunale, nonché deputato, è finito nel mirino dell'esecutivo nei giorni scorsi dopo avere inviato una mail a diversi dipendenti del Comune. Il contenuto: una denuncia inoltrata dallo stesso Pronzini al Ministero pubblico, riguardo il caso di una dipendente della casa anziani di Sementina trasferita a Giubiasco

Le lamentele del Municipio - inviate per posta ordinaria - non si sono fatte attendere. A seguito di «invii sistematici e generalizzati ai nostri collaboratori» la casella di posta di Pronzini è stata bloccata in un primo momento e poi ripristinata, si legge nella lettera di richiamo. La cancelleria comunale e il vicesindaco Simone Gianini invitano quindi il "mittente Pronzini" a evitare altri invii collettivi. Diversamente - si legge nella missiva pubblicata sui social dal consigliere comunale - «ci vedremo costretti a intervenire con un nuovo e ulteriore blocco dei suoi indirizzi». 

Non è la prima volta, in realtà, che Pronzini viene "bannato" per le sue mail da un ente pubblico. A novembre scorso era stato il Cantone a bloccargli - temporaneamente - l'accesso agli indirizzi di posta elettronica dell'amministrazione statale, a cui l'Mps aveva inviato un sondaggio sul telelavoro e il rispetto delle norme anti-Covid.

Il consigliere comunale promette un'interpellanza al riguardo. «Mi si accusa di abusi, quando è evidentemente il Municipio a trovarsi in imbarazzo a seguito di un abuso come quello da me segnalato in Procura» commenta Pronzini. «Ho la coscienza pulita, e vorrei sapere su quale base giuridica posso essere privato della mail. Non ho certo inviato un messaggio personale o pubblicitario, ma una notizia che concerne l'operato dell'amministrazione pubblica, di cui i dipendenti della Città di Bellinzona meritano di essere informati». 

foto Facebook
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
30 sec
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
1 ora
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
2 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
2 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
3 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
4 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
5 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
6 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
CANTONE
6 ore
Gli universitari ticinesi tornano in classe: «È come ricominciare da capo»
Dopo un anno di studio da casa, condito da noia e solitudine, tre studenti ci raccontano il loro ritorno in aula.
CANTONE
12 ore
Massimo Suter passa all'UDC
La conferma arriva da un post pubblicato sulla pagina Facebook della sezione ticinese del partito
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile