Immobili
Veicoli
ARCHIVIO TI-PRESS
CANTONE / SVIZZERA
15.05.21 - 09:260

Aziende di distribuzione elettrica nelle telecomunicazioni: Storni chiede lumi

Il consigliere nazionale socialista ha presentato un'interrogazione al Consiglio federale

BELLINZONA - Il consigliere nazionale del Partito socialista Bruno Storni ha presentato un'interrogazione al Consiglio federale, tramite la quale vuole chiarire la questione del ruolo delle aziende di distribuzione elettrica entrate nel settore delle telecomunicazioni, dopo la liberalizzazione di tale mercato.

«Negli ultimi 10–15 anni molte Aziende elettriche di distribuzione o Servizi industriali comunali si sono avventurati nel settore delle telecomunicazioni in particolare investendo centinaia di milioni per la posa di fibre ottiche entrando sul mercato liberalizzato delle telecomunicazioni». Storni osserva che tali aziende «hanno agito da una posizione di monopolio della rete di distribuzione elettrica cercando di occupare mercati delle ex PTT poi Telecom oggi Swisscom SA esposti alla liberalizzazione». 

«In molti casi» le aziende elettriche «hanno perso ingenti somme e nel contempo hanno frenano lo sviluppo delle energie rinnovabili», in particolare la produzione decentralizzata tramite fotovoltaico.

L'articolo 10 della Legge Federale sull'approvvigionamento elettrico recita al punto 1: «Le imprese d'approvvigionamento elettrico garantiscono l'indipendenza della gestione della rete.
Sono vietate le sovvenzioni trasversali tra la gestione della rete e gli altri settori di attività». Storni, perciò, chiede al Consiglio federale quali somme sono state investite da parte di aziende elettriche o servizi industriali pubblici in infrastrutture di telecomunicazioni aperte al mercato; quali benefici in termini di sinergie con sottostrutture (canali) per la distribuzione di energia elettrica sono state realizzate; se gli investimenti per infrastrutture di telecomunicazione sono state finanziate correttamente o hanno beneficiato di sovvenzioni trasversali dai conti dei servizi di distribuzione di energia elettrica. «Laddove l'infrastruttura di telecomunicazioni ha beneficiato dell'infrastruttura elettrica esistente, sono stati bonificati i minor costi per l'infrastruttura telecomunicazioni a favore del conto di rete elettrica?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CHIASSO
6 ore
Chiasso, investito un ragazzino
L'incidente si è verificato in via Comacini
CONFINE
7 ore
Como, «un carro attrezzi dedicato agli amici svizzeri»
Dopo l'ennesimo caso di sosta selvaggia in città, la promessa del candidato sindaco Alessandro Rapinese
CANTONE
8 ore
«Caldo, sì, ma non proprio tropicale»
Le velature del cielo, causate dalle polveri sahariane, hanno impedito che si raggiungessero i valori da primato
CANTONE
11 ore
Le donne di Unia preparano un nuovo grande sciopero
Mobilitazione il prossimo 14 giugno, ma nel 2023 si scriverà «una nuova pagina della storia delle lotte femministe»
LOSTALLO (GR)
13 ore
Si ferma in autostrada, tamponamento sull'A13
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio all'altezza dello svincolo di Lostallo. Due persone in ospedale
BELLINZONA
15 ore
Travolge la moto nella notte e si dà alla fuga, la polizia cerca testimoni
Un 68enne è rimasto vittima di un pirata della strada venerdì notte a Monte Carasso, a investirlo un'auto scura
LUGANO
1 gior
Tassisti luganesi nel limbo
Non sono ancora stati evasi i ricorsi contro il concorso per i nuovi taxi A. La Città chiede l'effetto sospensivo
LUGANO
1 gior
Anche in Ticino, previsti aumenti fino al 50%
Il presidente dell'Azienda elettrica ticinese: «Mai mi sarei aspettato una situazione e dei prezzi simili»
VALLE DI BLENIO
1 gior
Al lupo al lupo anche a Olivone
Avvistamenti e predazioni in Valle di Blenio: gli abitanti scrivono al governo
CANTONE
1 gior
Unitas, l'auto-indagine «non è opportuna»
Il Cantone ha rilevato l'audit esterno, e risponde ad alcuni interrogativi sui casi di molestie
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile