ARCHIVIO TI-PRESS
CANTONE / SVIZZERA
15.05.21 - 09:260

Aziende di distribuzione elettrica nelle telecomunicazioni: Storni chiede lumi

Il consigliere nazionale socialista ha presentato un'interrogazione al Consiglio federale

BELLINZONA - Il consigliere nazionale del Partito socialista Bruno Storni ha presentato un'interrogazione al Consiglio federale, tramite la quale vuole chiarire la questione del ruolo delle aziende di distribuzione elettrica entrate nel settore delle telecomunicazioni, dopo la liberalizzazione di tale mercato.

«Negli ultimi 10–15 anni molte Aziende elettriche di distribuzione o Servizi industriali comunali si sono avventurati nel settore delle telecomunicazioni in particolare investendo centinaia di milioni per la posa di fibre ottiche entrando sul mercato liberalizzato delle telecomunicazioni». Storni osserva che tali aziende «hanno agito da una posizione di monopolio della rete di distribuzione elettrica cercando di occupare mercati delle ex PTT poi Telecom oggi Swisscom SA esposti alla liberalizzazione». 

«In molti casi» le aziende elettriche «hanno perso ingenti somme e nel contempo hanno frenano lo sviluppo delle energie rinnovabili», in particolare la produzione decentralizzata tramite fotovoltaico.

L'articolo 10 della Legge Federale sull'approvvigionamento elettrico recita al punto 1: «Le imprese d'approvvigionamento elettrico garantiscono l'indipendenza della gestione della rete.
Sono vietate le sovvenzioni trasversali tra la gestione della rete e gli altri settori di attività». Storni, perciò, chiede al Consiglio federale quali somme sono state investite da parte di aziende elettriche o servizi industriali pubblici in infrastrutture di telecomunicazioni aperte al mercato; quali benefici in termini di sinergie con sottostrutture (canali) per la distribuzione di energia elettrica sono state realizzate; se gli investimenti per infrastrutture di telecomunicazione sono state finanziate correttamente o hanno beneficiato di sovvenzioni trasversali dai conti dei servizi di distribuzione di energia elettrica. «Laddove l'infrastruttura di telecomunicazioni ha beneficiato dell'infrastruttura elettrica esistente, sono stati bonificati i minor costi per l'infrastruttura telecomunicazioni a favore del conto di rete elettrica?».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
FOTO
CANTONE
1 ora
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
1 ora
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
3 ore
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
4 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
4 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
5 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
6 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
7 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
8 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile