instagram
CANTONE
05.03.21 - 16:410

«Alcool e stupefacenti in quelle immagini». Scatta l'interpellanza

La deputata Michela Ris chiede al Governo lumi riguardo i fatti alle medie di Locarno.

Viene pure invocato il licenziamento del docente per «grave violazione dei suoi doveri di servizio assolutamente inconciliabili con la funzione»

LOCARNO - Sulle «scene indegne andate in onda della notte presso la scuola media di Locarno» non poteva non arrivare anche l'atto parlamentare. A firmarlo, proprio Michela Ris, la deputata e municipale del PLR che già in mattinata denunciava il contenuto delle immagini finite in rete.

«Tra libri, lavagne e strumenti musicali - sottolinea Ris - si sono fatti largo champagne e altre sostanze facilmente visibili nelle storie postate su Instagram dagli elementi in questione. Ad aggravare gli atteggiamenti, non nuovi al giorno d’oggi, vi è evidentemente la profanazione dell’istituzione scolastica grazie alla presenza di un docente. Un atteggiamento irresponsabile che va prontamente sanzionato», aggiunge. «Casi come questo - incalza la deputata - impongono alle istituzioni una presa di posizione forte, incisiva e comprensibile a tutti i cittadini. A difesa dell’istituzione scolastica, dei docenti e dei ragazzi».

«La presente interpellanza - conclude Ris - parte dal presupposto che al momento in cui vi sarà data risposta, il docente in questione sarà già stato licenziato con effetto immediato per una grave violazione dei suoi doveri di servizio assolutamente inconciliabili con la funzione esercitata, giusta l’art. 60 cpv. 4 LORD».

Al Governo vengono posti i seguenti interrogativi:

  • Chi ha dato accesso agli stabili scolastici? Il docente di italiano coinvolto o una persona terza? Se si tratta di una persona terza, si è riusciti a risalire alla stessa?
  • Oltre al docente di italiano erano presenti altre persone facenti capo all’istituto scolastico?
  • Quanto è durato il festino? Si è in grado di ricostruire un’esatta dinamica dei fatti?
  • Per quali reati è stata aperta un’inchiesta in relazione al festino in oggetto e nei confronti di quante persone?
  • Nel video si intravvedono, oltre alle bottiglie di alcool, anche segni di stupefacenti. È stato appurato l’uso di sostanze stupefacenti durante la notte all’interno della scuola? Che esito hanno dato i test relativi ad alcol e droga effettuati questa mattina?
  • L’Iitituto è stato sanificato nella mattina di venerdì per evitare il contagio di docenti e ragazzi da Covid-19? Se no, come mai il DECS – in collaborazione con l’Ufficio del medico cantonale – ha reputato di non intervenire? Gli studenti che hanno preso parte alle lezioni il giorno successivo hanno corso dei rischi dal profilo sanitario?
  • Può confermare il DECS che nel frattempo è stata avviata la procedura per disdire il rapporto di lavoro con effetto immediato? Se non è stato licenziato, come mai il DECS ha reputato non sussistessero motivi gravi ai sensi della LORD?
  • La merce importata è stata debitamente sdoganata con pagamento dell’IVA?
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mario 6 mesi fa su tio
licenziato e non spostato in un ufficio govermativo!
Biaggi 6 mesi fa su tio
Ma i doganieri dove erano ?? Nagot da dichiara al ma verda ul baul ma ni a da via ul cuuu
Ro 6 mesi fa su tio
Da Nobel
F/A-19 6 mesi fa su tio
Minimizziamo gente minimizziamo. I veri nemici del Ticino sono altri, per esempio chi gestisce e distribuisce gli appalti favorendo gli amici e gli amici degli amici. Ah si, ma li nessuno si indigna per questo, sono solo fantasie.
Galium 6 mesi fa su tio
@F/A-19 Dici bene F/A-19.
Capra 6 mesi fa su tio
@F/A-19 Non concordo ! Ti ricordo che costui gestisce figli !!!vergogna e basta
F/A-19 6 mesi fa su tio
@Galium Oramai non c’è più il Nano che tira fuori i problemi veri, ora cercano di distogliere la gente con queste cavolate di quarta categoria, per esempio non ho mai capito come mai per la mafia di asfaltopoli nessuno è mai andato in galera e come mai la magistratura al posto di condannare ai tempi emanò un deprecabilissimo non luogo a procedere. Povero Ticino , ora è anche peggio con i commerci, l’edilizia e quant’altro ma nessuno muove un dito, evidente che chi deve provvedere è ben oliato o cieco dalla nascita.
Tzozjlred 6 mesi fa su tio
@F/A-19 Ciò che è successo è realtà percui non credo che si voglia distogliere l attenzione dai fatti da lei citati. Ciò che ha combinato il "docente" in questione deve essere sanzionato e alla grande. Di certo non gli darei più l opportunità di lavorare per il Cantone oltre a una denuncia per consumo e possesso di stupefacenti punto e basta. Immagino che lei sia un affezionato leghista visto che ne cita il leader fondatore e ne esalta le gesta...vorrei ricordarle che fu a suo tempo implicato e convocato a testimoniare in questioni di traffici illeciti di sostanze stupefacenti da giudici italiani...percui non mi fa strano che lei minimizzi ciò che è successo pochi giorni fa nell aula delle scuole di locarno. Dovrebbe pensare prima di minimizzare La memoria è storia
Ro 6 mesi fa su tio
Da Nobel.
Dragon76 6 mesi fa su tio
dopo il licenziamento, legarlo in piazza ad una sedia e prenderlo a schiaffi dalla popolazione
Farfa 6 mesi fa su tio
chi tra voi firmerebbe una petizione per farlo espellere dalla Repubblica del Canton Ticino?
Dario Lampa 6 mesi fa su tio
Non licenziarlo con effetto immediato sarebbe, passatemi il termine, la paraculata che fa traboccare il vaso della scandalosa tolleranza per le azioni di alcuni impiegati statali.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
2 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
13 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
16 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
20 ore
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
20 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
22 ore
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
CANTONE
1 gior
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
1 gior
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
1 gior
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
1 gior
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile