Immobili
Veicoli
Ti Press (archivio)
Romano, Regazzi e Carobbio con Christian Vitta
CANTONE
24.02.21 - 13:020

Lotta alla pandemia, i deputati ticinesi appoggiano il Consiglio di Stato

Si è tenuta oggi la consueta riunione fra la Deputazione ticinese alle Camere e il Governo cantonale.

Sul tavolo, oltre alla gestione della pandemia, c'erano anche le tre iniziative cantonali sui costi della salute. Altri temi discussi: plurilinguismo, mobilità e giustizia.

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline la Deputazione ticinese alle Camere federali per la consueta riunione in vista dell’imminente sessione primaverile, in programma dal 1. al 19 marzo.

L’ordine del giorno per la prossima sessione presenta numerosi oggetti di particolare interesse per il Cantone Ticino, dei quali Consiglio di Stato e Deputazione alle Camere federali hanno discusso oggi a Bellinzona, durante il tradizionale incontro di preparazione.

Gestione della pandemia - Nel corso della discussione, Consiglio di Stato e Deputazione si sono concentrati anzitutto sulla gestione della crisi pandemica in Svizzera. La Deputazione ticinese alle Camere ha espresso condivisione per la presa di posizione del Consiglio di Stato sulle nuove misure di contrasto alla pandemia, poste in consultazione dal Consiglio federale. Per quanto riguarda le misure di sostegno economico, Governo e Deputazione concordano d'impegnarsi affinché la Confederazione posticipi il termine del marzo 2020, riferito alle società di nuova creazione, per l’accesso agli aiuti.

Costi della salute - In tema di politica sanitaria, Governo e Deputazione si sono poi confrontati sulle tre iniziative cantonali sui costi della salute che il Ticino sta promuovendo a livello federale, alle quali diversi Cantoni hanno già espresso il proprio sostegno. Dopo le audizioni in seno alla Commissione sicurezza sociale e sanità del Consiglio degli Stati, è stata sottolineata l’esigenza d'insistere con le richieste che puntano ad aumentare la trasparenza del sistema e a ridurre le riserve eccessive degli assicuratori.

Tutela del plurilinguismo - Affrontando in seguito una questione di politica scolastica, il Consiglio di Stato ha espresso «preoccupazione» per alcuni sviluppi in corso nel campo dell’insegnamento linguistico. Di fronte alla crescente propensione a privilegiare l’inglese quale prima lingua straniera – in diversi Cantoni romandi e germanofoni – sarebbe opportuno un atteggiamento «più attivo» da parte della Confederazione. La Deputazione ticinese si attiverà nelle Camere e nei confronti del Consiglio federale, e lavorerà per sensibilizzare i Cantoni più attenti alla tutela del plurilinguismo.

Mobilità e trasporti - In ambito di mobilità e trasporti, la riunione ha permesso un aggiornamento sul progetto per potenziare la capacità dell’autostrada A2 fra Lugano e Mendrisio. Il Consiglio di Stato giudica «positivamente» il risultato delle trattative con l’Ufficio federale delle strade: l’approvazione del progetto generale da parte del Consiglio federale è attesa entro fine anno. È stata in seguito tematizzata la situazione dei servizi di navigazione sul Lago Maggiore; il Consiglio di Stato confida che a breve termine sarà trovata una soluzione per assicurare un servizio di trasporto sul bacino svizzero del Verbano a partire dal periodo pasquale.

Procuratore cercasi - Per quanto riguarda il settore della giustizia, il Consiglio di Stato ha presentato i propri auspici in vista della nomina del nuovo Procuratore generale della Confederazione; considerate le recenti difficoltà, si impone la scelta di una figura in grado di dare equilibrio al servizio e, nel contempo, mantenere l’elevata qualità dei rapporti con i Cantoni.

Turismo - La Deputazione – nell’abituale riunione preparatoria che precede la riunione con il Governo – ha colto l’occasione per incontrare i rappresentanti di Ticino Turismo e di HôtellerieSuisse Ticino, che hanno condiviso un bilancio dell’annata 2020 e presentato le prospettive del settore per l’anno in corso, considerando in particolare le misure per contrastare la pandemia.

AET - La Deputazione ha inoltre incontrato una delegazione del CdA e della direzione generale dell’Azienda elettrica ticinese, per una discussione sulla strategia energetica 2050 e sugli scenari e le prospettive per il Canton Ticino.

Frontalieri - Per quanto concerne infine le relazioni con l’Italia, la Deputazione ha ricevuto gli esperti fiscali Marco Bernasconi e Samuele Vorpe, per uno scambio sull’accordo sull'imposizione dei lavoratori frontalieri, firmato recentemente, e sulla questione dell’accesso al mercato finanziario italiano da parte degli operatori svizzeri, tema che rimane pendente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
54 min
Il Ticino torna in curva
Abolito il divieto di accedere agli spalti durante le partite di hockey e calcio. I tifosi festeggiano
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Puntualità (quasi) da record per i treni FFS
Nel 2021 il 91,9% dei convogli è arrivato in orario. È il secondo miglior risultato della storia (dopo quello del 2020)
CANTONE
6 ore
Ecco dove farsi testare il prossimo weekend
Check Point, farmacie ma non solo. Domenica 23 gennaio verrà infatti riproposto anche il Drive-In di Rivera.
CANTONE
7 ore
Covid: 1473 positivi e una nuova vittima
Si registrano anche quattro nuove quarantene di classe e altri 22 contagi in casa anziani
CANTONE
9 ore
En attendant Contact Tracing: «Ormai guarito, mi dicono "isolati"»
La marea di contagi ha ingolfato il Contact Tracing, la testimonianza di chi è stato avvisato quando era ormai guarito
LUGANO
11 ore
Bimbo prega per fare trovare un lavoro al papà
Il commovente messaggio di un bimbo luganese pubblicato sui social da don Emanuele Di Marco, direttore dell'oratorio.
CANTONE
22 ore
«Dei genitori non ci portano più i loro bambini»
Parte dei club sportivi ticinesi hanno deciso, come in vigore per le scuole, di imporre la mascherina ai bambini.
POSCHIAVO (GR)
23 ore
La Valposchiavo fa il pieno di turisti
Nel 2021 ha registrato oltre 80'000 pernottamenti: un record
CANTONE
1 gior
Nuovi positivi a scuola e nelle case anziani
Sono 17 le classi attualmente in confinamento. Nelle strutture per anziani sono 116, in totale, gli ospiti positivi.
CANTONE
1 gior
Telelavoro, ecco quanti sono i furbetti in Ticino
L'Ufficio dell'ispettorato del Lavoro snocciola qualche numero e spiega: «Si rischiano sanzioni e denunce»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile