Tipress
Alessandro Speziali, presidente del PLRT
CANTONE
08.01.21 - 10:200

«Basta con l'incertezza, il Cantone sia critico con Berna»

Il PLRT dà le dritte: no alla chiusura delle scuole e al lockdown generalizzato

BELLINZONA - Che il Cantone adotti una posizione critica nei confronti di Berna, perchè “l’incertezza attuale non fa bene a nessuno”. È l’invito che arriva dal PLRT che boccia l’idea di un lockdown e invita a fare chiarezza su quale via adottare per il nostro futuro prossimo. Insomma o si chiude in maniera drastica – «ma la cronaca internazionale mette in dubbio la reale efficacia di un lockdown generalizzato» fa notare il PLRT  – oppure «permettiamo alla società di respirare senza soffocare interi settori dove in realtà le misure di protezione si possono rispettare pienamente».

Per il presidente del partito, Alessandro Speziali, è l’ora di scegliere una via e seguire. Che sia una vita scelta «con convinzione, coerenza e senza tentennamenti. Tuttavia, siamo molto scettici - aggiunge - sul lockdown generalizzato e contrari a una pericolosa chiusura delle scuole».

Le proposte che arrivano dalle stanze del PLRT vertono su sei punti. La prima, evitare a ogni costo una nuova chiusura delle scuole. Niente errori  o rallentamenti per il vaccino come è successo con il mal funzionamento dell’App Swisscovid. Misure economiche a sostegno delle aziende in difficoltà, facendo appello alla BNS i cui risultati  resi noti oggi sono di un utile di esercizio pari a circa 21 miliardi di franchi. Un'amministrazione pubblica efficiente anche nei giorni festivi e a disposizione durante tutta l’emergenza. Snellire la burocrazia. E infine adottare misure concrete per le categorie a rischio, come la possibilità di un’apertura riservata agli over 75 in determinati orari dei negozi di alimentari, degli uffici cantonali e delle altre strutture di servizio, o affrontare seriamente il problema del sovraffollamento nei pezzi pubblici. 

TOP NEWS Ticino
CONFINE
4 ore
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
6 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
8 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
11 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
12 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
15 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
15 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
15 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
17 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
17 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile