Tipress (archivio)
CANTONE
30.11.20 - 13:380
Aggiornamento : 14:13

Rientrano in gioco anche i cinque procuratori "bocciati"

La Commissione Giustizia e diritti ha proposto al Parlamento 27 nomi ritenuti idonei alla carica di procuratore pubblico

Tra di essi figurano diciannove uscenti e altri otto candidati. Ora la palla passa al Gran Consiglio.

BELLINZONA - Anche i cinque procuratori pubblici che avevano ricevuto un «preavviso negativo» dal Consiglio della magistratura fanno parte della lista dei ventisette candidati concernente il concorso per l'elezione di venti Procuratori pubblici, per il periodo che va dal primo gennaio 2021 al 31 dicembre 2030. Il rapporto, firmato questa mattina da undici commissari su diciassette della Commissione giustizia e diritti, ha infatti dato luce verde ai 19 pp uscenti - Andrea Minesso aveva infatti già informato che non si sarebbe ricandidato - e a otto altri candidati.

«Per quanto riguarda i cinque procuratori pubblici preavvisati negativamente - si legge nel rapporto - alla luce della documentazione ricevuta e degli approfondimenti eseguiti, non avendo riscontrato elementi sufficientemente solidi a sostegno di una non rielezione, vista in particolare l’assenza di precedenti avvertimenti formali o sanzioni disciplinari, ritenuto altresì che i dati statistici forniti non appaiono particolarmente dirimenti, nel pieno rispetto delle Autorità coinvolte e dei Magistrati interessati, la Commissione ritiene proponibile anche per tutti loro il rinnovo della carica». 

La Commissione ha pure consigliato di riconfermare alla carica di Procuratore Generale Andrea Pagani.

Ora toccherà al Gran Consiglio, che si ritroverà a metà dicembre, decidere la composizione della Procura ticinese per il prossimo decennio.

Proprio al Gran Consiglio la Commissione giustizia e diritti ha inoltre indirizzato una proposta di risoluzione. «Affidateci l'incarico di approfondire le problematiche di natura organizzativa e procedurale emerse nell'ambito della procedura di rinnovo delle cariche in seno al Ministero pubblico, allo scopo di valutare eventuali necessità di intervento a livello organizzativo e normativo». Lo scopo - con la collaborazione di esperti indipendenti - sarebbe anche formulare «concrete proposte di miglioramento, sia sul piano organizzativo sia normativo». 

Per la Commissione, infatti, «si è riscontrata l'assenza di un disciplinamento sufficientemente preciso dei meccanismi di monitoraggio dell'attività del Ministero pubblico e delle procedure di valutazione dell'operato dei Magistrati, sia dal profilo quantitativo sia qualitativo» e «appare sempre più necessaria una riorganizzazione del Ministero pubblico, in particolare con una ridefinizione delle competenze della sua Direzione (Procuratore generale e sostituti Procuratori generali)».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nmemo 10 mesi fa su tio
Questa è la riprova che la politica, finora, almeno stando a quanto espresso dalla commissione della giustizia, non ha il coraggio di dire le cose come stanno, di affrontare la realtà. È un problema simbolico, sintomatico: la politica cantonticinese, finora, non intende prendere atto con il dovuto rigore del rapporto del Consiglio della magistratura. Di fatto, la politica non riconosce il lavoro di quell’istituzione specificatamente lì con la competenza di vigilare sulla magistratura.
seo56 10 mesi fa su tio
Giusta decisione e mi auguro che vengano tutti riconfermati. Altri invece: Pagani, Ermani e i componenti del CdM dovrebbero dimettersi!!
Equalizer 10 mesi fa su tio
Una volta si diceva è qui l'America, oggi bisogna dire è qui l'Africa, Ma esiste un premio Intrallazzi & Inciucci? Se la risposta è negativa dobbiamo crearlo.
Capra 10 mesi fa su tio
Certo ...immagine uscita non fa loro del bene!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
CANTONE
5 ore
«Una brutta faccenda di sfruttamento salariale alla ticinese»
Ghisletta punta il dito contro quei benzinai «ostili» al contratto collettivo di lavoro per chi è impegnato negli shop.
FOTO
BELLINZONA
6 ore
Scontro tra due veicoli su via San Gottardo
L'incidente, avvenuto questa sera, ha provocato solo danni materiali.
LUGANO
7 ore
Morta la vedova Zappa, appello ai creditori
Si è spenta a 67 anni una delle protagoniste della cronaca giudiziaria ticinese
MENDRISIO
8 ore
A Ligornetto «non facciamo favoritismi»
Il blocco del traffico nel quartiere ha intasato il Basso Mendrisiotto. E innescato polemiche
FOTO
MENDRISIO
16 ore
«Oggi qualcuno sorride, ma altri piangono»
È entrato in vigore stamattina il divieto di transito attraverso il nucleo di Ligornetto. Non mancano però le lamentele.
CANTONE
17 ore
Tre nuove quarantene di classe in Ticino
Scendono a quota 7 gli ospedalizzati a causa del virus.
SONDAGGIO
CANTONE
19 ore
Canarie e Dubai fanno il pieno di turisti ticinesi
In vista delle vacanze autunnali, le prenotazioni sono in aumento. Ma non sono ancora al livello pre-crisi
CANTONE
21 ore
«Ci chiamano doule, accompagniamo alla vita, ma anche alla morte»
Assistono al parto, ma sono presenti anche al termine di una vita. Una di loro racconta cosa vuol dire essere doula.
CAPOLAGO
1 gior
Una sella di capriolo "no vax"
I ristoratori si ingegnano per accogliere i clienti non vaccinati. Anche in camper, se serve.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile