Ti-Press (archivio)
LUGANO
20.10.20 - 08:300

«Non mando mio figlio a scuola senza la mascherina»

Covid alle medie. Silvana Pagani è una mamma di Barbengo che si fa portavoce di un appello al DECS.

«Vogliamo l'obbligo generalizzato – sostiene –. Non ci sentiamo al sicuro. E se i nostri ragazzi ci portano il virus a casa, siamo nei guai».

LUGANO - Chiamatelo pure panico. Ma di fatto sta generando non pochi grattacapi in vari ambiti. Non da ultimo quello della scuola. Alle medie di Barbengo, dove una classe è in quarantena, il ritorno del Covid-19 suscita reazioni forti tra i genitori. Silvana Pagani è una mamma che si fa portavoce di un malumore diffuso. «Non ha senso che i nostri figli vadano in classe senza la mascherina. Già non tengono le distanze, perché è impossibile imbrigliare degli adolescenti. Almeno si provi a proteggerli in altro modo». 

La rivolta si espande – Giusta o sbagliata che sia, la mini rivolta rischia di crescere in maniera importante nei prossimi giorni. Allargandosi anche ad altre località. Non va dimenticato che anche alle medie di Minusio e di Giubiasco ci sono classi in quarantena. Idem a Cadenazzo, dove in tutto l'istituto la mascherina da qualche giorno è obbligatoria (e si tratta di una "prima" ticinese). «Questa misura va estesa ovunque – riprende Pagani –. Siamo pronti a farci sentire presso il Cantone. Scriveremo tutti al Dipartimento dell'educazione (DECS) affinché introducano presto questa misura anche per la scuola media. La misura è già in atto in altri settori, perché non applicarla anche alle medie? Non va perso altro tempo».

I problemi "lavorativi" – Secondo la mamma di Barbengo, la mascherina "imposta" ai ragazzi diventerebbe anche una protezione per la famiglia. «Io sono una lavoratrice indipendente. Se mi ammalo, mi tocca chiudere baracca per una decina di giorni. Come faccio? Altri si trovano in situazioni analoghe. Altri ancora vivono con parenti a rischio. Le cose non possono più essere fatte a metà. Mio figlio non sta andando a scuola. Lo dico senza alcuna vergogna e nella piena consapevolezza. Abbiamo preso questa decisione e l'abbiamo comunicata alla direzione, che è stata piuttosto comprensiva. A cosa serve che la mascherina la indossi solo mio figlio? Gli altri possono contagiarlo e lui, in questo modo, può portare il virus a casa».

La mozione – Di recente i granconsiglieri Matteo Pronzini, Angelica Lepori e Simona Arigoni (Mps) hanno inoltrato una mozione al Governo che chiede proprio l'obbligo della mascherina anche nella scuola media. «Come mai un ragazzo o una ragazza di prima liceo deve portare la mascherina, anche se c’è il distanziamento, mentre in quarta media non si è tenuti a farlo?», si chiedono i tre parlamentari. Insomma, la pressione attorno al DECS sta salendo. Da Bellinzona arrivano segnali che vanno verso un possibile obbligo esteso a tutte le sedi di scuola media. Siamo vicini a una nuova svolta? 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
A corto di soft-drink per la riapertura delle terrazze
La decisione del Consiglio federale sta mettendo sotto pressione i fornitori della ristorazione
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
Elezioni comunali: il weekend decisivo
Con l'apertura dei seggi elettorali, sono scattati gli ultimi giorni per votare
CANTONE
12 ore
Ecco i radar della settimana in Ticino
Radar mobili in quattro degli otto distretti ticinesi tra il 19 e il 15 aprile.
FOTO
LUGANO
15 ore
«Il dialogo? Fondamentale per un'Europa sana e funzionante»
Ha avuto luogo a Lugano un incontro tra i ministri degli esteri dei paesi europei in cui il tedesco è lingua ufficiale
FOTO
BALERNA
15 ore
In fuga dalle guardie di confine provoca il frontale
La polizia cantonale ha fatto chiarezza sull'incidente avvenuto oggi a Balerna: «Ferite serie per entrambi i conducenti»
FOTO E VIDEO
CADENAZZO
18 ore
Furgone sul fianco in autostrada
L'incidente è avvenuto attorno alle 11 in direzione nord. Lievi ferite per le due persone a bordo.
CANTONE
19 ore
La campagna prosegue: è il turno del personale sanitario
Chi lavora nelle strutture ospedaliere sarà vaccinato direttamente sul posto; gli altri nei centri cantonali
CANTONE
19 ore
Perché le palestre sì, e le piscine no?
"È una discriminazione senza paragoni e del tutto incomprensibile". La denuncia di chi opera nel settore
MELIDE
19 ore
«I problemi della galleria non si possono risolvere a breve»
Il Consiglio di Stato, dopo avere consultato l'USTRA, risponde all'interrogazione sul tunnel del San Salvatore
CANTONE
20 ore
62 nuovi contagi in ventiquattro ore in Ticino
Sono 87 i pazienti malati di Covid-19 ricoverati nelle strutture del nostro cantone.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile