tipress
I candidati Lega-UDC alle Comunali di Bellinzona.
BELLINZONA
08.06.20 - 16:390
Aggiornamento : 22:30

Telefonata rovente, poi le dimissioni

Terremoto nell'UDC bellinzonese. Se ne vanno in quattro: presidente, segretario e due vice. «Attacchi inaccettabili»

BELLINZONA - Volano stracci in casa democentrista. E mezza sezione si dimette. Nei giorni scorsi il presidente dell'UDC di Bellinzona ha lasciato l'incarico sbattendo la porta, assieme ai due vice e al segretario. Il motivo: dissensi con i vertici cantonali del partito.  

Che covassero dei malumori nel gruppo democentrista del Bellinzonese lo avevamo già scritto. Cose di "prima dell'epidemia", una vita fa: ma alla prima riunione della sezione UDC dopo il lockdown, tenutasi settimana scorsa, i nodi sono venuti al pettine.

Comunicazioni ufficiali sono ancora attese: ma stando alle informazioni raccolte, dietro alle dimissioni del presidente di sezione Ivano De Luigi, dei vice Alessandro Torriani e Arturo Burini e del segretario Antonio Micheli ci sarebbero delle divergenze sulle candidature per le Comunali. Un contrasto che si trascinava da tempo. La goccia che ha fatto traboccare il vaso: una telefonata al vetriolo tra De Luigi e il presidente cantonale Piero Marchesi, avvenuta venerdì scorso. 

Secondo i bene informati, nel battibecco sarebbero volate parole pesanti. Alla telefonata hanno fatto poi seguito una lettera formale di dimissioni. «Non accettiamo interferenze da parte di nessuno, e rivendichiamo la nostra autonomia decisionale» spiega per tutti Alessandro Torriani, (ex) vice-presidente della sezione. «Auspicavamo un dialogo costruttivo, le divergenze sulle liste non sono incolmabili. Così non è avvenuto, e abbiamo agito di conseguenza». 

L'oggetto del contendere: la composizione della lista mista, e l'alleanza con la Lega. «A Locarno e a Lugano l'UDC corre da sola, e noi crediamo che anche a Bellinzona avremmo potuto cavarcela con le nostre gambe» continua Torriani. «Siamo aperti al dialogo, ma non alle imposizioni dall'alto. E soprattutto non con questi modi».

Rottura definitiva, dunque? Forse no. I dimissionari si dicono pronti a rientrare nei ranghi «qualora da parte del presidente cantonale dovesse manifestarsi un atteggiamento diverso e un ripensamento». L'ultimatum è per questa settimana. Ma il presidente Marchesi, finora, non ha ancora risposto alla lettera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
2 ore
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
CANTONE
4 ore
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
CONFINE
5 ore
Pregiudicato napoletano estradato a Ponte Chiasso
Gravi capi d'imputazione, da omicidio ad associazione mafiosa. Avrebbe dovuto trovarsi in custodia cautelare a Napoli
FOTO
MESOCCO (GR)
8 ore
Centro sportivo vittima dei ladri
Qualcuno si è introdotto nel locale dopo aver tentato di sfondare la vetrina e aver rotto alcune finestre
SONDAGGIO
CANTONE
10 ore
«I turisti persi tra marzo e maggio non si possono recuperare»
Per gli alberghi ticinesi si prospetta un calo del giro d'affari di almeno il 25%, nonostante il turismo interno
CANTONE
11 ore
Covid, due mesi senza decessi
È di 3'460 il totale dei tamponi finora risultati positivi da inizio pandemia nel nostro cantone.
FOTOGALLERY
BREGAGLIA (GR)
11 ore
Non solo acqua per produrre energia
Oltre 1'200 pannelli sono stati posati sulla diga dell'Albigna. Sarà il più grande impianto solare alpino in Svizzera.
AGNO
15 ore
Scintille tra e-biker e pedoni
La convivenza sulla frequentata passeggiata "Bill Arigoni" è messa a rischio dalla velocità dei ciclisti
CANTONE / LIBANO
15 ore
Un ticinese a Beirut: «Vivo per miracolo»
L'ex granconsigliere ha raccontato la sua esperienza durante gli scoppi: «L'appartamento è completamente distrutto»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile