Ti Press
BIASCA / CHIASSO
02.06.20 - 14:150
Aggiornamento : 14:38

Apprendisti: Biasca attendista, Chiasso lungimirante

Isabella: «Si attaccano a dettagli tecnici al posto di affrontare la discussione». Fonio: «Felice e soddisfatto».

Nella cittadina di confine una mozione per sostenere la formazione professionale è stata accolta. In Riviera la stessa mozione è stata dichiarata irricevibile.

BIASCA - Un mesetto fa alcuni consiglieri comunali pipidini avevano presentato al Consiglio di Stato e in vari comuni una mozione intitolata “Mille franchi per ogni nuovo apprendista”. Fra gli obiettivi, sostenere le attività economiche locali che si impegnano nella formazione di apprendisti, in modo da evitare che molti giovani si ritrovino senza un posto di lavoro. 

Biasca no - Una di queste era stata presentata anche a Biasca, dal consigliere comunale Claudio Isabella. L’Esecutivo rivierasco ha però risposto picche. La mozione è stata giudicata in gran parte irricevibile. Ma il sindacalista OCST non ci sta: «Si può anche disquisire se sia ricevibile o meno, ma negli altri comuni (come Chiasso) non si sono attaccati a questi dettagli tecnici». Anche perché - rileva Isabella - in passato mozioni simili sono state dichiarate ricevibili.

Chiasso sì - Nella cittadina di confine si è infatti deciso di sostenere la formazione professionale con la creazione di un sussidio di 1'000 franchi per ogni nuovo apprendista assunto. «Sono molto felice e soddisfatto. Ringrazio tutto il Municipio per la lungimiranza», è il commento di Giorgio Fonio a nome del Gruppo PPD di Chiasso.

«Porta chiusa in faccia» - L’intento della mozione era di dare degli spunti al Municipio «e dispiace che non vogliano sedersi ad un tavolo e discutere. Vogliono decidere loro e non vogliono ascoltare le esigenze della popolazione e degli imprenditori locali, oltre che interloquire con il Consiglio comunale», tuona Isabella. «Non dico che si debba accettare tutto, ma si parla di apprendisti e il Municipio dovrebbe dimostrarsi lungimirante. Non chiudere la porta in faccia in questo modo». L’Esecutivo di Biasca ritiene infatti necessario attendere in primis le decisioni di Confederazione e Cantone. Ma per Isabella l’attesa in questo periodo «non esiste», soprattutto se si parla di apprendisti: «Siamo a giugno e a settembre devono cominciare. Non c’è nulla da attendere». 

Insomma, per Claudio Isabella il Municipio è colpevole di starsene con le mani in mano: «Non è la prima risposta che viene data in questo modo. Ma quando si parla di Covid bisognerebbe agire diversamente. Municipi più lungimiranti hanno dato risposte immediate ai cittadini, ciò che Biasca non ha fatto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
34 min
Giovane ciclista investito sulle strisce
L'incidente è avvenuto in Via Tatti a Bellinzona. Ferite serie per il ragazzo in sella alla bicicletta.
BELLINZONA
1 ora
Lo sfidante sarà il vice
Simone Gianini occuperà la seconda poltrona del Muncipio di Bellinzona
LUGANO
3 ore
All'Usi 91 diplomati in comunicazione... a distanza
La tradizionale cerimonia si è tenuta questo pomeriggio (in diretta streaming) nell'Aula Magna del Campus ovest.
CANTONE
3 ore
I piccoli si scontrano con le spese di spedizione
L'e-commerce va forte in tempo di pandemia? Tra i big di certo. Ma c'è una fetta di negozianti che soffre ugualmente.
CANTONE
6 ore
Cocaina, fermato un altro spacciatore
Ennesimo colpo assestato al traffico di droga dopo gli arresti delle scorse settimane.
CANTONE
11 ore
Covid: in Ticino 9 casi e un decesso
Stabilità sul fronte ospedali, che ospitano, con una nuova ammissione, 29 pazienti affetti dal virus.
CANTONE
13 ore
Effetto lockdown, ed è sushi mania
Il lato "positivo" della pandemia. Nascono diverse nuove attività. In particolare nel Sopraceneri.
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
Lotta al terrorismo e quella frase che potrebbe annullare il voto
Per l'ex procuratore pubblico Paolo Bernasconi già oggi il tentativo di commettere un reato è punibile dalla legge.
ACQUAROSSA
15 ore
In troppi a caccia di quella pozza, nasce un sentiero in onore del Felice
Tanta gente in cerca del "luogo chiave" narrato dal romanzo di Fabio Andina. Senza trovarlo. Ecco la soluzione.
CANTONE
22 ore
«L’Udc fa gli interessi della lobby del petrolio»
I Verdi del Ticino reagiscono al video sulla legge sul Co2 diffuso oggi dal partito di Marco Chiesa.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile