Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (STEPHANIE LECOCQ)
Il coronavirus ha messo in mostra limiti del sistema che non possono essere più tollerati, secondo i Giovani Verdi.
CANTONE
01.05.20 - 11:220

Le rivendicazioni dei Giovani Verdi

La pandemia ha mostrato molti punti deboli del sistema attuale, affermano: è ora di voltare pagina

BELLINZONA - La pandemia da coronavirus ha fatto emergere molti punti deboli nel nostro sistema sanitario, economico e sociale.

Lo sostengono i Giovani Verdi del Ticino che, in occasione della Giornata internazionale del lavoro, fanno alcune considerazione e avanzano rivendicazioni fondamentali.

«Innanzitutto, la retorica del "ci siamo dentro tutti e insieme ce la faremo!" si è rivelata opportunista, in quanto in più occasioni abbiamo visto mettere gli interessi dell’economia davanti a quelli di lavoratrici e lavoratori. Inoltre, nelle misure messe in atto per far fonte all’emergenza è apparsa evidente la distinzione tra cittadini di serie A e B, e per di più alcune categorie di persone sono rimaste palesemente invisibili a qualsiasi forma di intervento. Oltretutto, ancora non si è sentito parlare di salvaguardare dell’ambiente; miopi nell’evidenza, che se la terra è malata i suoi abitanti non possono di certo essere in piena salute».

Le rivendicazioni - Si parte dalla richiesta del riconoscimento dei diritti delle donne. «Una buona parte della classe lavoratrice che si è trovata in prima linea nella crisi sanitaria è retta da donne. Donne che, soprattutto in Ticino, sono state escluse dalla stanza dei bottoni, ma che sono ben presenti in settori che offrono paghe da fame e condizioni precarie». Se davvero vogliamo ripartire verso un sistema diverso, non dimentichiamoci dei loro diritti, affermano i Giovani Verdi, come di quelli di coloro che «da troppo tempo rivendicano condizioni lavorative dignitose».

Viene chiesta anche l'immediata istituzione di un reddito di base incondizionato, «finanziato tra le altre cose da un’imposizione progressiva sui redditi da capitale». Infine, «è importante ricordarci che non possiamo ripartire a spese dell’ambiente e che è imperativo investire oggi nella creazione di nuovi posti di lavoro occupati da manodopera locale, per permetterci di effettuare la svolta energetica tanto agognata. È un’opportunità che non dobbiamo farci sfuggire, soprattutto perché altrimenti le conseguenze saranno pagate sempre e ancora dalle fasce più fragili. Rivendichiamo un’azione politica immediata per far fronte al debito climatico che ci toccherà supportare negli anni avvenire. Non abbiamo più tempo!»

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
LOCARNO
3 ore
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO
GAMBAROGNO
9 ore
Muore nelle acque del Verbano
Dramma stamattina nei pressi del Lido di San Nazzaro.
CANTONE
12 ore
Ti mostro il Ticino. Nasce un nuovo lavoro: la visita guidata
Portare in giro gruppi di turisti alla scoperta del Ticino. Ora lo si fa con una formazione specializzata.
CHIASSO
1 gior
Chiasso, investito un ragazzino
L'incidente si è verificato in via Comacini
CONFINE
1 gior
Como, «un carro attrezzi dedicato agli amici svizzeri»
Dopo l'ennesimo caso di sosta selvaggia in città, la promessa del candidato sindaco Alessandro Rapinese
CANTONE
1 gior
«Caldo, sì, ma non proprio tropicale»
Le velature del cielo, causate dalle polveri sahariane, hanno impedito che si raggiungessero i valori da primato
CANTONE
1 gior
Le donne di Unia preparano un nuovo grande sciopero
Mobilitazione il prossimo 14 giugno, ma nel 2023 si scriverà «una nuova pagina della storia delle lotte femministe»
LOSTALLO (GR)
1 gior
Si ferma in autostrada, tamponamento sull'A13
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio all'altezza dello svincolo di Lostallo. Due persone in ospedale
BELLINZONA
1 gior
Travolge la moto nella notte e si dà alla fuga, la polizia cerca testimoni
Un 68enne è rimasto vittima di un pirata della strada venerdì notte a Monte Carasso, a investirlo un'auto scura
LUGANO
2 gior
Tassisti luganesi nel limbo
Non sono ancora stati evasi i ricorsi contro il concorso per i nuovi taxi A. La Città chiede l'effetto sospensivo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile