CANTONE
06.02.19 - 13:060

Risanamento fonico, ecco la strategia del Cantone

Il Dipartimento del Territorio ha incontrato l'Ufficio federale dell'ambiente per fare il punto della situazione sui lavori nelle strade cantonali e comunali

BELLINZONA - Si è svolto ieri a Bellinzona un incontro tra il Dipartimento del territorio (DT) e la Direzione dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Il Direttore del Dipartimento del Territorio Claudio Zali e i suoi collaboratori hanno presentato al Vicedirettore dell’UFAM Paul Steffen e ai collaboratori della Divisione Rumori Urs Walker e Sophie Höhn la strategia cantonale per il risanamento fonico delle strade cantonali e comunali.

Il Canton Ticino - ricorda il Dipartimento in una nota - è proprietario di circa 1'050 chilometri di strade cantonali che, con le strade nazionali (circa 160) e le strade comunali più trafficate (circa 150), costituiscono le fonti di rumore più diffuse sul territorio. «Circa 350 chilometridi strade cantonali, alle quali si aggiungono quasi 70 chilometri di strade comunali, richiedono un risanamento fonico che, a fronte di questa situazione, è divenuto un nostro obiettivo prioritario», specifica il DT che intende «ridurre il più possibile i disturbi arrecati dal traffico stradale». Pertanto, sin dal 2015, si sono investite importanti risorse per allestire i catasti del rumore ed elaborare i progetti di risanamento fonico (PRF) delle strade cantonali e comunali ticinesi.

L’anno scorso sono state pubblicate tutte le tratte da risanare, nei prossimi anni, che toccano 109 sezioni comunali (riguardanti 72 Comuni) degli agglomerati del Mendrisiotto e Basso Ceresio, Luganese, Bellinzonese, Locarnese-Vallemaggia e Riviera e Valli. Parallelamente si sono attivati alcuni cantieri sul territorio cantonale, quali ad esempio le tratte di Via San Gottardo a Minusio, Viale Portone a Bellinzona, Via Cantonale a Gerra Cugnasco e Via Monte Ceneri tra Giubiasco e Camorino che già dimostrano la loro validità e attestano il reale beneficio della posa della pavimentazione fonoassorbente. L’attuazione di questi progetti permetterà a circa l’85% della popolazione e l’80% degli edifici abitativi di beneficiare di una riduzione delle immissioni foniche di almeno 3 dB. Si
tratta d’interventi di grande efficacia su tutto il territorio con effetti benefici anche sul rumore di fondo. Per gli edifici che rimarranno esposti ancora a valori elevati di immissione fonica si procederà, in casi ben specifici, alla posa di finestre fonoisolanti, come avvenuto per il risanamento fonico ferroviario.

Per presentare l’efficacia degli interventi e testare sul posto l’effettivo impatto di un risanamento fonico, a margine dell’incontro si è proposto all’UFAM un sopralluogo in viale Portone a Bellinzona. L’incontro è pure stato l’occasione per ribadire la volontà di portare a termine con celerità e continuità i lavori di risanamento fonico con l’intenzione di sottoporre a breve al Parlamento uno specifico messaggio per garantirne il finanziamento. Tuttavia il sostegno da parte dell’Autorità federale con mezzi finanziari adeguati, tuttora oggetto di trattative, rappresenta la condizione indispensabile per attuare tutti gli interventi per ridurre il rumore alla fonte (pavimentazioni fonoassorbenti e riduzioni della velocità).

L’auspicio del DT è che, nell’ambito della sottoscrizione del supplemento all’accordo programmatico 2016-2022, l’UFAM possa disporre di maggiori risorse finanziare per i contributi federali, in modo da poter soddisfare le esigenze del Cantone Ticino. L’incontro - fa sapere il Dipartimento di Claudio Zali, «è stato costruttivo e ha permesso di consolidare i già più che buoni rapporti tra il DT e l’Ufficio federale, che ha molto apprezzato il lavoro svolto». Proprio in relazione a questo importante tema, il Dipartimento del Territorio ha organizzato, negli scorsi giorni, un incontro tecnico sulla miscela per pavimentazione fonoassorbente rivolto ai professionisti del settore delle pavimentazioni stradali.

In previsione di un sempre maggior utilizzo della miscela a carattere fonoassorbente, il Cantone ha invitato all’incontro i capi-cantiere, i tecnici delle imprese di pavimentazione e dei laboratori, i funzionari delle direzioni lavori della Divisione delle costruzioni e tutto il personale attivo negli impianti di asfalto ticinesi.

TOP NEWS Ticino
LUGANO / MILANO
11 ore

19enne anarchico di Lugano si consegna alla Polizia

Il giovane farebbe parte del gruppo che lo scorso 9 febbraio a Torino, durante un corteo, mise a ferro e fuoco la città

CANTONE
11 ore

Si cerca Danial Tekinov

Classe 2005, il ragazzo è scomparso durante il tragitto casa/scuola

LUGANO
13 ore

La vie en rose di Plein a Milano con citazione finale in Pretura a Lugano

La Barzanò & Zanardo, società leader nella tutela dei marchi, reclama dallo stilista oltre 400mila franchi per fatture non saldate. Si presenterà? «Il personaggio è imprevedibile» dicono

CANTONE
13 ore

Tutto il Ticino sotto l'occhio vigile dei radar

Nessun distretto sarà escluso dei controlli della velocità mobili e semi-stazionari della prossima settimana

FOTO E VIDEO
CANTONE
15 ore

Evacuata l'Ikea di Grancia

Sul posto 4 veicoli del Pompieri. L'allarme è rientrato dopo una manciata di minuti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile