Ti Press
CONFINE
21.10.18 - 09:000
Aggiornamento : 14:28

Ticino e Piemonte vicini di casa, oggi si vota

Gli elettori del Verbano Cusio Ossola decideranno se rimanere piemontesi o diventare lombardi

VERBANIA - Sono stati aperti stamattina alle 7 i 225 seggi per il referendum popolare del Verbano Cusio Ossola. Fino alle 23.00, 143.375 elettori potranno scegliere se la provincia debba lasciare il Piemonte per passare alla Lombardia.

Il voto chiude un mese intenso per i promotori dell'iniziativa referendaria: il Comitato Pro Lombardia, presieduto dall'ex senatore Valter Zanetta. Ma anche per il fronte del no che ha visto in prima fila il vicepresidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna. Tutti i partiti si sono pronunciati per il no, eccezion fatta per i 5Stelle che hanno lasciato libertà di voto.

Sono 143'375 gli aventi diritto, 69'834 uomini e 73'541 donne. Nelle 225 sezioni aperte si voterà sino alle 23.00: al termine si procederà subito allo spoglio delle schede.

Affinché il Vco passi in Lombardia è necessario un doppio quorum. Il referendum sarà infatti valido a due condizioni: che si rechi a votare la metà più uno dei votanti, ma è anche necessario che il sì sia votato dalla metà più uno degli aventi diritto al voto, cioè 71'689 persone.

Già dopo la mezzanotte si saprà se è stato raggiunto il quorum - la metà dei votanti più uno - per rendere valido il referendum. Due rilevazioni dell'affluenza alle urne, sono invece previste alle ore 12 e alle 19.

È la prima volta in Italia che una intera provincia è chiamata a votare per un cambio di regione.

Affluenza del 9,75% alle 12.00 - Nelle prime cinque ore di apertura dei seggi per il voto sul passaggio della provincia del Verbano Cusio Ossola alla Lombardia si è espresso il 9,75% degli aventi diritto. È l'affluenza resa nota dalla prefettura di Verbania, con il dato aggiornato alle ore 12.00.

Le 225 sezioni nei 76 Comuni della Provincia resteranno aperte fino al 23.00 poi si procederà subito allo scrutinio.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Scappano dai postriboli per il coronavirus
Il panico per la pandemia non risparmia i locali a luci rosse. Cala la clientela e le ragazze si prendono una “pausa”
FOTO E VIDEO
CANTONE
2 ore
Coronavirus: uno sguardo nelle tendine per il triage
Lo scopo? Evitare i contatti tra eventuali contagiati e altri pazienti
CANTONE
3 ore
«Ecco perché la gente ruba le mascherine»
Panico da Coronavirus, il sociologo Sandro Cattacin critica le autorità: «Sbagliato fermare carnevali ed eventi».
CANTONE/ITALIA
4 ore
L'odissea di una famiglia ticinese a Malpensa
Cancellato il volo per le Canarie, senza rimborso. «Faremo causa»
CANTONE
11 ore
Nuova notizia fake, si scherza con la salute di tutti
Sono stati diffusi alcuni nostri articoli volutamente modificati. Seguite solo i canali ufficiali
FOTO E VIDEO
VACALLO
15 ore
Rapina a un distributore di benzina
È accaduto in via del Breggia. I tre malviventi si sono dati alla fuga
CANTONE
15 ore
Quindici aziende "lasciano a casa" per il virus
Telelavoro "coatto" per evitare contagi. La lista delle aziende si allunga. L'indagine Aiti
CANTONE
17 ore
Coronavirus: «Ci sono 15 casi sospetti»
Merlani: «Attendiamo i risultati dei test». Le scuole lunedì saranno aperte normalmente
LUGANO-MILANO
19 ore
Chi ha paura di andare a Milano?
Ecco come i nostri lettori si regolano con l'epidemia
LUGANO
22 ore
Lavoratori a casa per il virus: «Chiamano preoccupati»
Alcune aziende in Ticino hanno iniziato a mettere "in isolamento" i lavoratori. Unia: «Diverse sollecitazioni»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile