TiPress
CANTONE
11.06.18 - 08:020
Aggiornamento : 09:25

Città dei mestieri, Pronzini vuole vedere la perizia

Il deputato MPS intende fare chiarezza prima della votazione in Gran Consiglio del credito da 12,6 milioni di franchi. E, con Boris Bignasca, si rivolge alla Commissione della gestione

BELLINZONA - Dopo avere occupato le pagine dei domenicali, la Città dei mestieri è oggi al centro di una richiesta di Matteo Pronzini alla Commissione della gestione. Il deputato MPS desidera infatti prendere visione della perizia in suo possesso, prima della prevista votazione - nella seduta di Gran Consiglio del 18 giugno - del credito da 12,6 milioni di franchi per l’acquisto in proprietà per piani e la sistemazione dello stabile a Giubiasco che dovrebbe ospitare la Città dei mestieri.

Perizia citata da Fiorenzo Dadò in un articolo apparso sulla Regione di venerdì 8 giugno: «Una perizia indipendente, da parte di uno studio legale tra i più rinomati e affidabili della Confederazione, che evidenzia “il coinvolgimento dell’Ente pubblico nella modifica del progetto per rispondere ai bisogni dell’acquirente privato”.

«Nel 2015 - ricostruiva Dadò - è stata presentata una mozione in Gran Consiglio per rilanciare l’idea della Città dei mestieri, un istituto a favore della formazione dei giovani. Un deputato, quale imprenditore privato, propose alla sezione Logistica l’edificazione di uno stabile a Giubiasco, nei pressi della stazione Ffs. Nel giugno del 2017 il Governo raccomandava l’adozione della mozione. Nel mentre, però, un edificio era sorto in quella zona. Il Governo aveva quindi presentato un Messaggio per l’acquisto dello stabile, costruito dalla ditta diretta dal deputato che aveva inoltrato la proposta alla Logistica, per la cifra di 12,6 milioni di franchi». La perizia dello studio legale evidenzia la possibilità «non trascurabile» che l’Ente pubblico abbia sposato le esigenze dell’acquirente privato nella modifica del progetto. A questo punto è quindi possibile che si tratti - concludeva Dadò - «di una colossale, quanto grave, violazione della legge sulle commesse pubbliche»

Pronzini - insieme a Boris Bignasca, che si è associato alla richiesta di prendere visione della perizia - chiede che venga fatta luce sulla questione, definita «scandalosa e milionaria operazione edile-immobiliare».

1 anno fa Città dei mestieri, la Lega: «Progetto da passare al microscopio. Niente voto il 18 giugno»
Commenti
 
GI 1 anno fa su tio
eppure la commissione delle gestione dovrebbe aver preso visione di tutto......ma, già meglio "non sbottonarsi"....sa sa mai
F/A-18 1 anno fa su tio
I soliti scandaletti in salsa ticinese, asfaltopoli in primis e mai nessuno che paga se non il povero contribuente, cafonate di sabbia e via, qualcuno parla ancora di Argo 1, ma quando mai........, quando ci sono di mezzo i nostri politici tutto viene messo a tacere e poi non chiediamoci a cosa serve la politica perché anche i paracarri hanno capito......
KilBill65 1 anno fa su tio
@F/A-18 Viene messo tutto a tacere e i "soliti ignoti" rimangono al loro posto!!...Purtroppo.....
siska 1 anno fa su tio
Ah ah ah ah ah ........
F.Netri 1 anno fa su tio
Ma questo marxista-leninista non va mai nemmeno in vacanza?
F/A-18 1 anno fa su tio
@F.Netri Ciao Netri, ti dispiace così tanto se ogni tanto qualcuno cerca di scoperchiare gli affari dei nostri politici che usano la loro influenza prosacoccia?
F.Netri 1 anno fa su tio
@F/A-18 Ciao F/A-18, no, non mi dispiace questo. Quello che mi infastidisce è che ci sia qualcuno che lo faccia per mestiere e per pro saccoccia sua, spacciandosi per salvatore della Patria.
F/A-18 1 anno fa su tio
@F.Netri Ma invece dovresti essere contento se ci tieni alla comunità in cui viviamo che qualcuno, pagato o meno, vada a mettere il dito nel malaffare in quanto il malaffare è una malattia che nuoce gravemente al cittadino e che in certi paesi meridionali ha perfino un'altra nome.
vulpus 1 anno fa su tio
Basta con questi inciuci politici finalizzati a gestire gli interessi personali.
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora

Vuole fare il volontario: ma il curatore gli mette limiti

La vicenda di un cinquantenne bellinzonese, attivo nei City Angels, riapre il dibattito sulle persone sotto tutela. Fino a che punto si può spingere l’autorità?

CANTONE
2 ore

L'allarme Cinipide è rientrato:  «Ci sarà un buon raccolto di castagne»

La ricomparsa delle "galle" sugli alberi aveva fatto temere un ritorno dell'insetto dannoso: «Ma anche l'antagonista è in azione. L'equilibrio è ristabilito» dice il capoufficio della selvicoltura

CANTONE
11 ore

Prima i permessi falsi, ora i tentati furti

Il processo per i permessi è stato rinviato in quanto uno degli imputati è l’uomo arrestato per i colpi al bancomat di Sant’Antonino

CADENAZZO
12 ore

L'ombra del 5G sul palazzo a luci rosse

Presso lo stabile dell'ex "Bosco" sono già sorte le modine per piazzare l'antenna. La domanda di costruzione è appesa all'albo. Intanto, nell'ombra si muove l'opposizione

FOTO E VIDEO
BIASCA
16 ore

Rocky sopravvive per 17 giorni nelle viscere della terra

Miracolo sull’alpe Cava. Qui è avvenuto il difficilissimo salvataggio di un cane, precipitato in una forra e rimasto intrappolato per oltre due settimane

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile