Keystone
CANTONE
20.03.18 - 11:280

I Verdi sostengono l’iniziativa "Moneta intera"

L’iniziativa chiede che sia solo la Banca Nazionale ad emettere tutto il denaro esente da debito, compreso quello elettronico che attualmente rappresenta circa il 90% di quello in circolazione

BELLINZONA - Il comitato cantonale dei Verdi del Ticino ha deciso a larga maggioranza di sostenere l’iniziativa “Moneta intera”, che intende impedire alle banche di emettere moneta per erogare crediti che portano all'incrementano della massa monetaria senza un corrispondente beneficio per l’economia reale. «Si tratta di uno dei tanti meccanismi perversi della crescita che ha portato alla crisi finanziaria del 2008», rilevano i Verdi.

L’iniziativa chiede che sia solo la Banca Nazionale ad emettere tutto il denaro esente da debito, compreso quello elettronico che attualmente rappresenta circa il 90% di quello in circolazione. L’iniziativa chiede inoltre di disciplinare il sistema bancario e impone che i conti correnti siano tenuti esterni ai bilanci e non rientrino dunque nella massa fallimentare delle banche, rimanendo così sicuri per i cittadini.

I Verdi del Ticino riconoscono la necessità di riforme fondamentali nei mercati finanziari. «L’eccessiva creazione di denaro da parte delle banche, denaro che nasce contestualmente all’erogazione di un prestito, costringe l’economia reale a generare un interesse. L’economia reale è però in grado di assorbire solo in parte l’eccessiva crescita della massa monetaria: oggi circa l’80% del denaro creato fluisce direttamente nei mercati finanziari alla ricerca di un rendimento, creando i presupposti per delle gigantesche bolle finanziarie». Per i Verdi, l’iniziativa “Moneta intera” «risolve alla radice il problema di questo meccanismo di crescita, rispettivamente di indebitamento. Se la moneta viene emessa esente da debito anche l’economia reale potrà allontanarsi dall’imperativo della crescita. I profitti e le eccedenze generate dell’economia reale allora non dovranno più essere utilizzati per i pagamenti degli interessi sui patrimoni finanziari, ma potranno essere investiti in una economia reale sostenibile».

I Verdi del Ticino sottolineano infine che con l’iniziativa viene ristabilita la legalità su chi possa stampare/creare denaro. Più di cento anni fa è stato infatti vietato alle banche di stampare moneta cartacea (proposta del Consiglio federale poi accettata in votazione popolare). L’iniziativa “Moneta intera” aspira a un simile divieto anche per la moneta bancaria elettronica. Solo la Banca Nazionale creerebbe in futuro moneta bancaria e la metterebbe a disposizione, tramite erogazioni esenti da debiti, alla Confederazione, ai cantoni e ai cittadini.

«Anche se rimangono ancora alcune problematicità che dovranno essere definite nel dettaglio nella legge di applicazione», i Verdi del Ticino ritengono importante sostenere l’iniziativa perché essa permette da un lato «di dibattere pubblicamente sulla natura della moneta e sul meccanismo della sua emissione e dall’altro di proporre i primi strumenti per affrontare finalmente i gravi problemi ad essa legati, tra l’altro all’origine della crisi finanziaria sistemica scoppiata nel 2008».

Commenti
 
Mag 1 anno fa su tio
Iniziativa da far conoscere. Alquanto sospetto il "tacito accordo" di parlarne il meno possibile, utilizzando la strategia del "se non se ne parla allora non è importante".
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Ottima iniziativa, da sostenere... :-))))
GI 1 anno fa su tio
Wow solo la BNS creerebbe moneta "esente da debiti"...bene ma con quali basi ?? ....ah... i dettagli dovranno essere definiti nella legge di applicazione....dopo che il Popolo avrà detto di sì....spero proprio che non sia il caso....assegni in bianco ne sono stati firmati già troppi !
TOP NEWS Ticino
PONTE TRESA
3 ore
Scontro al passaggio a livello: traffico in tilt
Un tamponamento è avvenuto questa sera sulla cantonale verso Ponte Tresa, presso i binari dell'FLP
ISONE
6 ore
«Tutto liscio» al carnevale, per ora
Dal "Carnevaa di Locc" un bilancio positivo. «Le regole di sicurezza hanno funzionato»
FOTO
BELLINZONA
9 ore
La Città dei mestieri è infine realtà
La struttura di Viale Stazione è stata inaugurata oggi. L'apertura ufficiale è attesa per lunedì
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
15 ore
Le fiamme distruggono il tetto di una casa a Cugnasco
L'incendio è divampato questa notte in via Vaslina. Nessuno è rimasto ferito
ASCONA
1 gior
Raccogliere la plastica? «Non ne vale la pena (per ora)»
Il Municipio di Ascona risponde al malcontento dei cittadini per la mancata organizzazione del servizio
ISONE
1 gior
L’incendio sul Monte Tiglio causato da un’esercitazione militare?
Un caso analogo si sarebbe già verificato nel 1994, come ricorda un testimone
CANTONE
1 gior
Coronavirus, in Ticino siamo pronti?
Il medico cantonale Giorgio Merlani incontra gli enti d'intervento per elaborare un protocollo. «Niente panico»
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La Birreria Bavarese cambia, ma non muore
Dopo quarant'anni la famiglia Lazzarotto-Romano ha deciso di lasciare lo storico locale di Viale Stazione. Già trovato chi subentrerà
BELLINZONA
1 gior
Bus fermato sull'A2, dentro c'erano 40 piccioni vivi
Il controllo è stato effettuato ieri nell'area di sosta di Bellinzona. I volatili erano destinati a una gara
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile