CANTONE
05.02.18 - 09:260

Reperti in rovina: «Ci serve un conservatore?»

Matteo Quadranti interroga il Consiglio di Stato in merito alla malagestione del patrimonio archeologico ticinese

BELLINZONA - La malagestione del patrimonio archeologico ticinese è al centro di un’interrogazione presentata al Consiglio di Stato dal deputato Matteo Quadranti e cofirmatari (Tamara Merlo, Nicola Pini, Sara Beretta Piccoli, Franco Celio, Raul Ghisletta, Giovanna Viscardi, Massimiliano Ay, Germano Mattei, Matteo Pronzini e Paolo Pagnamenta), che sottolineano come la problematica abbia quale «conseguenza diretta la perdita del patrimonio culturale del nostro passato».

A pesare sulla situazione, rilevano gli interroganti, sarebbero in particolare «i tagli finanziari» degli ultimi anni e, soprattutto, la mancanza della figura di un «conservatore», presente invece in altri cantoni. Elementi che hanno spinto il deputato liberale radicale a chiedere al Governo di valutare la possibilità di introdurre tale figura o, quanto meno, di «assicurare all’Ufficio dei Beni culturali i mezzi necessari alla corretta gestione dei reperti mobili».

Le domande al Consiglio di Stato

  • A quanto ammontano i tagli negli ultimi 10 anni in termini finanziari e di risorse di personale nel settore dei Servizio Archeologico e dei Beni Culturali?
  • Quale è lo stato effettivo di conservazione di tutti i reperti?
  • Non ritiene il Consiglio di Stato di dover introdurre la funzione del “Conservatore” o di quanto meno assicurare all’Ufficio dei Beni culturali i mezzi necessari alla corretta gestione dei reperti mobili?
  • Quali sono le linee guida e le intenzioni reali del Governo circa la futura politica di conservazione e promozione del patrimonio archeologico ticinese?
Commenti
 
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
7 ore
Nevicate che sanno di beffa per Cardada
Vista la meteo di questi giorni, qualche rimpianto per la chiusura degli impianti c’è. «Ma un anno in più non avrebbe fatto la differenza», spiega il locale Sci Club
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»
L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»
CANTONE
11 ore
Vent’anni di prigione, e l’espulsione dalla Svizzera
È la pena esemplare proposta dalla Procura per il 56enne che, due anni fa, uccise la moglie all’autosilo di Ascona
CANTONE / CONFINE
12 ore
Ticinesi nei boschi per la droga, fermato l'ennesimo traffico
Un anno di pedinamenti, mezzi aerei e diverse auto per porre un freno allo spaccio in quel del Parco Pineta
CANTONE
13 ore
In aula va in scena il video dell'uccisione, e scoppia il dolore
Nella requisitoria, il Pp Moreno Capella ha ricostruito il «calvario» della donna uccisa all’autosilo di Ascona. Critiche dalla Procura alla polizia
CANTONE
14 ore
Ballottaggio per gli Stati: «La RSI non c’era»
La critica del Consiglio del pubblico della CORSI: «C'era voglia di informazione». Quindi le scuse: «Terremo conto delle osservazioni per migliorare»
CANTONE
15 ore
«Mikron? La loro è irresponsabilità sociale»
L'MPS punta il dito contro il Cantone definendolo complice dei licenziamenti «con la sua politica di sgravi fiscali»
CANTONE
17 ore
La "prova" del tradimento? «Un herpes sulle labbra»
Emergono nuovi particolari dal processo al 56enne che, nel giugno 2017, uccise a colpi di pistola la moglie in un autosilo ad Ascona
CANTONE
17 ore
«Non è possibile quantificare esattamente i tagli»
Il responsabile delle finanze di Mikron ha commentato la notizia dei 25 licenziamenti annunciati ad Agno. Senza sbilanciarsi: «Dipenderà dall'evoluzione delle commesse nei prossimi mesi»
CANTONE
18 ore
«Io la amavo, signor giudice, la amavo»
A processo il 56enne che uccise la moglie in un autosilo di Ascona, nel 2017. Tra lacrime in aula e accuse di tradimenti
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile