Facebook
GORDOLA
31.01.18 - 22:580

No Billag: «Un suicidio politico per il Ticino»

Il PLR ticinese dice "si" al Nuovo ordinamento finanziario e "no" all'abolizione del canone e al referendum sulla Riforma fiscale

GORDOLA - Tre grandi temi hanno caratterizzato il comitato cantonale del PLRT di mercoledì sera al Centro di formazione professionale SSIC di Gordola: i due oggetti in votazione federale il prossimo 4 marzo e il referendum lanciato contro la Riforma cantonale fiscale e sociale del Canton Ticino.

I liberali radicali ticinesi hanno respinto quasi all’unanimità (un solo voto favorevole) l’iniziativa per l’abolizione del canone radiotelevisivo, promuovendo invece all’unanimità il Nuovo ordinamento finanziario. Fabio Abate, consigliere agli Stati, ha definito “No Billag” «un’iniziativa folle, dalle conseguenze gravissime», paragonandola ad un «autentico suicidio politico» per il Ticino.

«O il panino o il soldino» - Forti critiche sono emerse anche nei confronti del referendum sulla Riforma fiscale. «Deve essere chiaro che non si può avere “sia il panino, sia il soldino”», ha dichiarato il presidente liberale radicale Bixio Caprara, sottolineando la necessità di «capire lo sforzo fatto per trovare una soluzione di equilibrio tra fiscalità e misure sociali».

Un concetto, quello di equilibrio, sul quale si è espresso anche il Consigliere di Stato Christian Vitta: «Questa riforma è particolarmente equilibrata, è un patto politico, non è che con una mano si prende e con l’altra si toglie. Anzi. I dati oggettivi mostrano poi chiaramente la tendenza a partire dal Ticino dei grossi contribuenti. Noi vogliamo salvare questo substrato fiscale. Perché si tratta spesso di persone e famiglie originarie del Ticino e che nel cantone hanno vissuto per anni. Significa che a livello fiscale siamo arrivati al limite. Non vogliamo fare i primi della classe, ma allinearci alla media svizzera”».

Commenti
 
TIC 2 sett fa su tio
Grande Fabio Abate !
limortaccituoi 2 sett fa su tio
Ahaha!!! La gente che vota SI perché è stanca di farsi sentire dire quali potrebbero essere le conseguenze nel caso la votazione passasse, è come la storia del marito che si taglia il p**e per fare un dispetto alla moglie. Ecco cos'è oggi la democrazia....
Tarok 2 sett fa su tio
@limortaccituoi ahahah la gente che vota NO perché gli hanno detto di votare no altrimenti si bruciano il neurone.
MIM 2 sett fa su tio
Non se ne può più! Davvero. Suicidio politico.. sti politici hanno davvero perso la bussola. Dovrebbero tornare con i piedi per terra, tra gli esseri mortali, perché lo sono anche loro.
splugen 2 sett fa su tio
spero che passi il SI alla NO Billag, avete rotto i santissimi pur di spennare e mettere paura ai nostri anziani che se passa non vedranno più la RSI visto che dai sondaggi sono proprio loro che voteranno per il No causa le paure inculcate. se poi ci si mettono di mezzo personaggi MOLTO (lo era già quando era giornalista) discutibili come Abate è un motivo in più per dire SI alla NO Billag.
Tarok 2 sett fa su tio
@splugen bravo splugen concordo pori vegitt impauriti perché non sentiranno più il monteceneri....che pagura
tip75 2 sett fa su tio
onestamente avete ROTTO, spero che passi l'iniziativa perché sono mesi che fate terrorismo mediatico, voi e tutti i nostri politici che di brillante non hanno nulla e di credibile ormai nemmeno (vedi i vari casi accaduti, in ultimo ARgo1)
Tags
ticino
riforma
billag
suicidio
referendum
no billag
suicidio politico
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report