LOCARNO
30.11.17 - 19:240

Il Municipio bacchetta D'Errico e Cavalli, ma arriva una replica stizzita

I due consiglieri comunali: «Chiediamo educazione e non toni che sminuiscono il loro lavoro»

LOCARNO - «Non accettiamo questo modo arrogante e pretestuoso di attaccare e sminuire chi per competenza istituzionale ha il diritto di porre qualsiasi tipo di domanda al Municipio: specialmente domande scomode che possono dare fastidio a chi detiene il potere». È con indignazione che i consiglieri comunali Mauro Cavalli (PPD) e Aron D'Errico (Lega dei Ticinesi) reagiscono ai toni contenuti in una risposta del Municipio di Locarno a una loro interrogazione sui "nuovi licenziamenti al San Carlo".

La risposta del Municipio - Nella risposta, in sintesi, il Municipio prima smentisce di aver negato l'esistenza di problemi al San Carlo ed anzi conferma i licenziamenti che «vanno proprio nel senso di risolvere i problemi individuati dalla nuova Direzione e fatti propri dal Municipio». Quindi, affermando di non poter rendere note le ragioni dei licenziamenti, spiega che le lentezze nella risoluzione delle criticità (da tempo note in tale struttura) sono dovute a tutta una serie di fattori proprio di un «organismo grande e complesso» quale l'istituto San Carlo. «I tempi - aggiunge - sono stati condizionati da vincoli amministrativi e dalla necessità di procedere con l'ordine giusto nelle nomine». Quindi nega che le problematiche siano state gestite in modo non adeguato dal Capo Dicastero ed infine conclude con un appunto: «Ci piace qui ricordare che in questo periodo al San Carlo abbiamo ridato dignità alle persone e benessere. Siamo inoltre convinti che anche voi, in veste di consiglieri comunali, vi rendete conto che non si possono utilizzare informazioni imprecise sulla pelle dei residenti e dei collaboratori, spaventandoli e demotivandoli, oltre a preoccupare le famiglie».

La conclusione dei due consiglieri comunali - Proprio quest'ultimo punto ha stizzito Cavalli e D'Errico che aggiungono in replica: «Preghiamo il Municipio di rispondere in maniera educata senza usare modi e toni che abbiano solo il fine di sminuire chi lavora per il bene del Comune di Locarno senza fatturare le ore per una risposta ridicola e poco trasparente come fatto dal Municipio. I nuovi licenziamenti al S. Carlo, così come i noti problemi che hanno coinvolto l'istituto, sono un dato di fatto, non una "fake news"».

TOP NEWS Ticino
GORDOLA
2 ore
Un 34enne scompare sui Monti di Motti
Si chiama Aurèle Donis, di Ginevra, ed è stato visto per l'ultima volta attorno alle 10 di questa mattina
LUGANO
3 ore
Voleva fare una strage a scuola: ecco la sentenza
Il 21enne è stato condannato a 7 anni e mezzo sospesi, in modo da potersi curare in una struttura adeguata.
CANTONE
3 ore
Traffico congestionato sulle strade ticinesi
Il maltempo contribuisce a peggiorare la situazione, specie nel Luganese. Rallentamenti sia sull'A2 che sulle cantonali
CAMORINO
4 ore
Lite al centro asilanti, un arresto
Due ospiti del bunker di Camorino sono venuti alle mani. Scattano le manette
CANTONE
5 ore
Nuovi focolai in due feste private
«Dobbiamo mantenere alta la guardia». De Rosa e il governo introducono nuove disposizioni per contenere l'epidemia
CANTONE
7 ore
Perché il nome di quel ragazzo è sul sito del Cantone?
Strage sventata alla Commercio: il giudice Mauro Ermani chiedeva privacy per l'imputato. Ma poi...
CANTONE
8 ore
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
9 ore
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
10 ore
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
10 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile