Keystone
Doris Fiala (sinistra) e Laura Sadis (destra)
CANTONE / BERNA
27.07.17 - 09:460
Aggiornamento : 11:29

«È arrivato il momento del Ticino»

Lo sostiene la presidente delle donne PLR: «Alle donne toccherà invece con la successione di Schneider-Ammann»

BELLINZONA - La presidente delle donne PLR svizzere, Doris Fiala, ritiene che «sia arrivato il momento del Ticino» più che quello delle donne per quanto riguarda la successione di Didier Burkhalter al Consiglio federale. «Ciò che veramente interessa in questo momento è la rappresentanza regionale», ha affermato in un’intervista rilasciata a Le Matin, precisando che si tratta di una scelta «comprensibile, per ragioni di coesione nazionale».

L’attuale strategia delle donne PLR, ha spiegato Fiala, «pagherà più tardi, a medio termine». «Le donne PLR hanno attualmente una sola rappresentante al Consiglio degli Stati. Siamo calate sotto al 20% al Consiglio nazionale. E non abbiamo una rappresentante in Consiglio federale dal 1989. Quindi dobbiamo essere scaltre», ha precisato.

Considerata la «determinazione del Ticino» in questo momento, sottolinea la consigliera nazionale zurighese, è molto difficile per una donna accedere all’Esecutivo federale. A patto che il PLR ticinese non decida di lanciare, in parallelo a quella di Ignazio Cassis, anche la candidatura dell’ex Consigliera di Stato Laura Sadis.

Una donna per il “dopo Schneider-Amman” - Secondo Fiala, la chance più concreta e «a breve termine» di vedere una donna in Consiglio federale sarà al momento della successione dell’attuale capo del Dipartimento dell’economia Johann Schneider-Ammann, «a patto di sapersi mostrare combattive ma anche flessibili».

L'elezione a settembre - Tornando alla successione del capo del DFAE, Jacqueline de Quattro è considerata dalla presidente PLR come una «candidata eccellente» con il giusto coraggio per lanciarsi nella corsa al Consiglio federale. Le sezioni cantonali hanno tempo fino all’11 agosto per presentare i propri candidati. Oltre a Cassis e de Quattro anche il vodese Olivier Français ha dato la propria disponibilità al partito.

La direzione nazionale del PLR auspica una candidatura latina. La presidente Petra Gössi ha escluso una candidatura unica in quanto «i liberali radicali hanno sempre dato al Parlamento una scelta». La decisione sul ticket da parte del gruppo parlamentare avrà luogo il primo settembre. Il successore di Didier Burkhalter sarà eletto il 20 settembre.

Commenti
 
WGWG 2 anni fa su tio
Noi abbiamo messo il meglio del meglio
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
4 ore

Ticino, terra di fulmini. 2019 possibile anno da record

Il primato annuale di saette potrebbe essere raggiunto alla fine dell'estate

VIDEO
LOCARNO
10 ore

Rotonda tranquilla... tranne un fermo da action movie

Un ragazzo bloccato al suolo da quattro agenti della sicurezza. Il video del fermo solleva interrogativi sulla proporzionalità dell'intervento

FOTO E VIDEO
LUGANO
12 ore

Grande successo per la nuotata popolare nel lago

I primi a tagliare il traguardo dopo avere attraversato i 2'500 metri che separano Caprino dal Lido sono stati Pierandrea Titta e Maria Fernanda Stornetta

CANTONE
12 ore

Dalla canicola alla neve, quando l’allerta corre sul filo dei social

La bacheca degli Amici di MeteoLocarno è seguita da oltre 17mila persone. La pagina ora cambia nome. Ma cambierà anche il resto? Lo abbiamo chiesto a Nicola Gobbi

FOTO
MINUSIO
13 ore

La barca va giù, sei giorni dopo il recupero

Sono state laboriose le operazioni effettuate dai pompieri di Locarno in collaborazione con un cantiere nautico della zona

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile