CANTONE
12.03.18 - 06:160
Aggiornamento 30.08.18 - 09:02

Pagare con lo smartphone? Non ci batte nessuno

Ticino in testa per utilizzo del telefonino così come, in genere, per il contactless. Due persone su tre sono addirittura convinte che soppianterà le carte

LUGANO - Quanto a mera fede, nessuno ci crede più di noi. In Ticino, due persone su tre sono convinte: lo smartphone ruberà presto la scena alle carte. L'11,6% dice «Sì», il 54,8% ci aggiunge un «Probabilmente», giusto per andarci un po' più piano. Alla fine fa un notevole 66,4%, pronto comunque a scommetterci, a fronte di un modesto 44,7% nella Svizzera francese e un misero, a questo punto, 34% in quella tedesca. Media nazionale: 38%. 

Nel resto della Svizzera solo il 3,4% - Non è però solo un pensiero, una convinzione. Secondo i dati di un sondaggio di Comparis.ch concessi in esclusiva a tio.ch/20minuti, anche quanto a utilizzo il Ticino non ha rivali. E se è vero che i contanti restano in testa fra le modalità di pagamento preferite (41,1%), sia pur in caduta e apprezzati prevalentemente dalle donne, vero  anche è che nessuno usa il telefonino per pagare quanto noi. Si tratta di un 5,2% in fondo, va ammesso: ma sono comunque quasi due punti percentuali in più della media elvetica, 3,4%.

«La paura è comprensibile», ma qui no - Dunque è proprio così, come afferma chi fa sociologia. Se i ticinesi latitano quanto a e-banking, il motivo  è, semplicemente, che amano andare allo sportello; fare quattro passi e quattro chiacchiere, scambiare considerazioni e porre quesiti a una persona in carne e ossa. A tener lontani dalla tecnologia non è certo il pregiudizio o la difficoltà nel confrontarsi con essa. «Il pagamento con lo smartphone sembra complicato a molti utenti, il che è anche comprensibile dato che i tre sistemi svizzeri Apple pay, Twint e Samsung pay sono incompatibili fra di loro», osserva Jean-Claude Frick di Comparis. Ma il Ticino fa eccezione.

Nessun contatto, fin dove si può - Qui il contactless, per esempio, riscuote più successo che altrove: 61,6% contro 49,3%. Anche quando si opta per la carta di credito, è così che, laddove si può, la si usa, senza inserirla nel lettore o digitare codici Pin: 36,5% contro 27,6%. E con la carta di debito siamo sempre sopra, sia pur di un soffio: 20% a 18,2%.

Criptovalute: zero al quoto - Poi, però, scivoliamo sulla criptovaluta, in Ticino praticamente sconosciuta come opzione di pagamento, sperimentata invece oltre Gottardo (0,3%). Ma in questo caso, forse, è anche una scelta; una presa di distanze. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti
 
Igor Gutschen 6 mesi fa su fb
questo per quelli che ... teniamo aperti gli uffici postali e bancari forzatamente
Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
pagamento
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report