Tio.ch / 20 minuti
LUGANO
21.05.21 - 20:210

Casa dell'orrore, condannati i genitori

Sei mesi per lui, cinque per lei, sospesi per due anni

PREGASSONA - Sono stati condannati i genitori che nel 2018 vivevano nell'"appartamento dell'orrore" a Pregassona, insieme ai due figli minorenni e a 18 cani. L'abitazione, lo ricordiamo, versava in condizioni pietose, con immondizia ovunque. 

La donna, riferisce la Rsi, è stata condannata a cinque mesi, mentre il marito a sei mesi per violazione del dovere di assistenza o educazione. Entrambe le pene sono sospese per un periodo di prova di due anni.  

Il decreto d'accusa era stato emesso ad inizio aprile. Non essendo pervenuto nessun ricorso la decisione è cresciuta in giudicato. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
22 min
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
40 min
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
1 ora
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
2 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
3 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
4 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
4 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
6 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
7 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
CANTONE
7 ore
Gli universitari ticinesi tornano in classe: «È come ricominciare da capo»
Dopo un anno di studio da casa, condito da noia e solitudine, tre studenti ci raccontano il loro ritorno in aula.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile