Tipress
CANTONE
14.04.21 - 18:010
Aggiornamento : 19:09

Per Gastroticino è un passo avanti, ma è ancora troppo poco

Riaprono le terrazze di bar e ristoranti, ma non le sale interne. Rischioso, per Massimo Suter, sul fronte lavoro.

LUGANO - Da lunedì riaprono le terrazze di bar e ristoranti. L'ha annunciato oggi in conferenza stampa il Consiglio Federale. Non tutti però potranno beneficiare dei nuovi allentamenti. Sono infatti numerosi gli esercizi pubblici, ticinesi come d'oltralpe, che non dispongono di spazi all'aperto. E Gastroticino, fa sapere l'associazione in una presa di posizione, non ci sta.

Posti di lavoro a rischio - «La direzione è quella giusta», spiega Massimo Suter, vicepresidente di Gastrosuisse e presidente di Gastroticino, «ma diversi imprenditori non potranno godere della riapertura delle terrazze, sia per dimensioni che per un’ubicazione che non assicurano un’adeguata redditività; imprenditori che quindi saranno costretti a non riaprire». E, se le sale interne dovessero rimanere chiuse, molti posti di lavoro e di apprendistato sarebbero messi a rischio, aggiunge.

Si poteva fare di più - Facendo riferimento alla relativa stabilità della situazione pandemica attuale, Suter definisce questi allentamenti come ancora troppo blandi: «Non si capisce perché il CF non abbia voluto aprire tutto il settore». «Auspichiamo che la Confederazione prenda coraggio e tolga il blocco totale alla ristorazione, che altro non è che un divieto a esercitare la propria professione» conclude Suter. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
56 min
I tempi cambiano e il 162 va in pensione
Alla fine del mese verrà disattivato il bollettino meteo consultabile telefonicamente.
LUGANO
56 min
«Cornaredo fa paura perché gli appartamenti in centro non sono più funzionali»
PSE: il dibattito si sposta sugli sfitti già presenti. Perché? Lo spiega Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF.
CANTONE
8 ore
Certificato Covid, le proposte che non convincono il Ticino
Il Consiglio di Stato ha risposto alla consultazione del Consiglio federale sullo sviluppo del pass.
SVIZZERA
14 ore
L'aereo è partito senza Chiesa
Il presidente Udc doveva partecipare a un viaggio di rappresentanza negli Stati Uniti. Ma è rimasto bloccato al check-in
CANTONE
15 ore
Donazione di sangue: a decine tra politici e dipendenti cantonali
Per 27 di loro si è trattato della prima donazione.
LUGANO
19 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
BELLINZONA
20 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
20 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE
22 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
LUGANO
22 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile