Per San Giuseppe il Ticino si sveglia... con una mano di bianco
Foto lettori tio.ch
+5
CANTONE
19.03.21 - 08:110
Aggiornamento : 10:59

Per San Giuseppe il Ticino si sveglia... con una mano di bianco

La neve è tornata a farsi vedere in pianura, soprattutto a sud. Meteosvizzera: «A marzo non una rarità»

Ma nel pomeriggio la situazione dovrebbe già cambiare. Le foto dei nostri lettori

LUGANO - Una spolverata poco prima dell'alba e poi fiocconi più densi. In molti comuni del Ticino, e soprattutto a sud del Ceneri, questo San Giuseppe è iniziato... con una mano di bianco.

Annunciata, ma evidentemente non attesa, la nevicata è stata una sorpresa per molti lettori di tio.ch che hanno subito iniziato a mandarci i loro scatti, e clip, social.

Non aspettiamoci però diversi centimetri, anche perché - stando a quanto riportato da Meteosvizzera - già nelle prossime ore pomeriggio le precipitazioni nevose dovrebbero cessare, e laddove non ci saranno schiarite, potranno tradursi in pioggia.

La neve in pianura a marzo stupisce, ma sappiamo bene come in Svizzera e in Ticino non sia una rarità come ci tiene a confermare proprio Meteosvizzera: «Anche se l’inverno meteorologico termina a fine febbraio, nella prima parte di marzo condizioni invernali, con nevicate, si verificano con regolarità anche in pianura, in particolare a Nord delle Alpi».

"Colpa" anche di un mese tradizionalmente dal tempo imprevedibile: «In questo mese, un po’ pazzerello, qua e là si possono ancora verificare delle nevicate fino a basse quote a Nord delle Alpi. In genere si tratta di una spolverata, e la neve normalmente fonde dopo poche ore».

Al di là delle sorprese meteorologiche, cari auguri a tutti i papà in questo San Giuseppe iniziato in maniera decisamente peculiare.

Foto lettore
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
RIAZZINO
28 min
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
3 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
13 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
16 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
20 ore
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
21 ore
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
22 ore
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
CANTONE
1 gior
Il monopattino è roba da grandi
I monopattini elettrici sono vietati ai minori di 14 anni. Ma spesso i genitori non lo sanno
CANTONE
1 gior
Pfizer, Moderna e l'apparenza che inganna
Il farmacista cantonale rassicura: «Un vaccino vale l'altro, come efficacia e come effetti collaterali».
LUGANO
1 gior
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile