tipress
CANTONE
09.02.21 - 18:570
Aggiornamento : 10.02.21 - 06:45

Scuola reclute, sezione contagiata al 90%

Il Covid nell'esercito. Dopo i casi emersi lo scorso 18 gennaio, quasi un'intera sezione positiva

La condanna di un genitore: «Sapevano di alcune positività, ma hanno permesso che gli altri tornassero a casa senza tampone preventivo»

AIROLO - Il Coronavirus nell'esercito. Ancora. Dopo i casi emersi durante la Scuola sanitaria 42 in corso ad Airolo lo scorso 18 gennaio, la novità: in una sezione con 22 reclute, ad essere stati contagiati sono stati in 20.

Il virus - riferisce la Regione - si è diffuso in particolare nella sezione mista, composta da ragazzi e ragazze, alloggiata negli accantonamenti del Touring club svizzero a Quinto. Qui, nei giorni precedenti al congedo dal 6 al 9 febbraio, erano emersi sei casi di positività. Per questo le reclute, nel frattempo tornate a casa, sono state invitate a sottoporsi al tampone.

«L’Esercito ha compiuto una grande imprudenza e adesso noi, insieme a molte altre famiglie, ne stiamo pagando le conseguenze», è la critica mossa dal genitore di uno dei militi. Tutta la famiglia, infatti, è stata costretta alla quarantena per dieci giorni.

Secondo il genitore, insomma, proprio in vista del congedo e in considerazione dei nuovi positivi, l'Esercito avrebbe dovuto eseguire il tampone preventivo, rinviato invece a dopo il rientro negli accantonamenti. E così i ragazzi sono stati mandati a casa e poi invitati al test. Risultato: il 90% era positivo. «Il tutto in una compagnia di Sanitari preposta a sostenere la popolazione in caso d'intervento contro la pandemia», sottolinea il genitore.

C'è tuttavia «una decisione medica», all'origine della scelta di non testare le reclute prima del congedo. «Vi erano tre possibilità: licenziare i militi come previsto, trattenerli tutti in caserma, oppure effettuare un test di massa e licenziare solo chi fosse risultato negativo - spiega il colonnello Smg Daniele Meyerhofer, comandante delle scuole sanitarie 42 di Airolo -. Il medico della piazza d’armi ha valutato che, in caso di tampone negativo, alcuni militi sarebbero andati a casa con una certezza sbagliata, visto che l’eventuale positività sarebbe potuta emergere anche più tardi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
10 ore
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
CANTONE
15 ore
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
CANTONE
22 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
23 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
23 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
1 gior
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
1 gior
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
1 gior
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
1 gior
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
1 gior
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile