tipress
CANTONE
09.02.21 - 18:570
Aggiornamento : 10.02.21 - 06:45

Scuola reclute, sezione contagiata al 90%

Il Covid nell'esercito. Dopo i casi emersi lo scorso 18 gennaio, quasi un'intera sezione positiva

La condanna di un genitore: «Sapevano di alcune positività, ma hanno permesso che gli altri tornassero a casa senza tampone preventivo»

AIROLO - Il Coronavirus nell'esercito. Ancora. Dopo i casi emersi durante la Scuola sanitaria 42 in corso ad Airolo lo scorso 18 gennaio, la novità: in una sezione con 22 reclute, ad essere stati contagiati sono stati in 20.

Il virus - riferisce la Regione - si è diffuso in particolare nella sezione mista, composta da ragazzi e ragazze, alloggiata negli accantonamenti del Touring club svizzero a Quinto. Qui, nei giorni precedenti al congedo dal 6 al 9 febbraio, erano emersi sei casi di positività. Per questo le reclute, nel frattempo tornate a casa, sono state invitate a sottoporsi al tampone.

«L’Esercito ha compiuto una grande imprudenza e adesso noi, insieme a molte altre famiglie, ne stiamo pagando le conseguenze», è la critica mossa dal genitore di uno dei militi. Tutta la famiglia, infatti, è stata costretta alla quarantena per dieci giorni.

Secondo il genitore, insomma, proprio in vista del congedo e in considerazione dei nuovi positivi, l'Esercito avrebbe dovuto eseguire il tampone preventivo, rinviato invece a dopo il rientro negli accantonamenti. E così i ragazzi sono stati mandati a casa e poi invitati al test. Risultato: il 90% era positivo. «Il tutto in una compagnia di Sanitari preposta a sostenere la popolazione in caso d'intervento contro la pandemia», sottolinea il genitore.

C'è tuttavia «una decisione medica», all'origine della scelta di non testare le reclute prima del congedo. «Vi erano tre possibilità: licenziare i militi come previsto, trattenerli tutti in caserma, oppure effettuare un test di massa e licenziare solo chi fosse risultato negativo - spiega il colonnello Smg Daniele Meyerhofer, comandante delle scuole sanitarie 42 di Airolo -. Il medico della piazza d’armi ha valutato che, in caso di tampone negativo, alcuni militi sarebbero andati a casa con una certezza sbagliata, visto che l’eventuale positività sarebbe potuta emergere anche più tardi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
32 min
Allentamenti, Lega insoddisfatta: «Riaprire subito!»
Per il partito di via Monte Boglia il lockdown «non è più sostenibile» e nemmeno sostenuto dalla popolazione.
LUGANO
2 ore
Dieci giorni all'ex Macello: «Poi la polizia»
Scatta il secondo ultimatum del Municipio. Ma si slitta a dopo le elezioni
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
3 ore
Grave incidente a Gudo, strada riaperta
Un'auto, dopo aver sbattuto contro il guardrail, è uscita di strada prima della curva a esse, finendo nella scarpata
CANTONE
6 ore
Consuntivo influenzato dalla pandemia
Il 2020 si chiude con un disavanzo d’esercizio di 165.1 milioni di franchi
LUGANO
8 ore
Nasce il movimento di chi si sente tradito… dalla Città
La piattaforma villaggitraditi.ch dedica il primo capitolo alla piscina di Carona e al controverso progetto di “glamping” 
CANTONE
8 ore
76 nuovi contagi in Ticino, un decesso
8 i nuovi ricoveri e 4 i dimessi. Salgono gli ospedalizzati, oggi a quota 89.
LUGANO
11 ore
«Non stiamo contattando artisti, troppa incertezza»
Il Covid soffoca la cultura. Carmelo Rifici, direttore artistico del LAC: «Così non si possono fare pianificazioni».
CANTONE
12 ore
La pandemia in Ticino viaggia in Tesla
Le auto elettriche e ibride hanno raddoppiato le vendite negli ultimi mesi. Chi le acquista?
CANTONE
20 ore
«Così possono vedere le parole e le emozioni»
Le mascherine trasparenti renderanno più semplice l'apprendimento per i ragazzi con problemi di udito.
CANTONE
22 ore
«Sta fallendo più di un ristorante su cento»
I dati del Registro di commercio confermano una triste tendenza. Per Arioldi (Ire) il peggio potrebbe ancora venire
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile