tipress (archivio)
CANTONE
19.11.20 - 11:190
Aggiornamento : 15:40

Frontalieri, entro fine anno in 4mila senza lavoro

Lo rileva una stima del sindacato Ocst.

Il dato è ricavato sulla base dei formulari di disoccupazione compilati.

LUGANO - Qualche giorno fa si parlava di cifra record per quanto riguarda i lavoratori frontalieri in Ticino (circa 70mila). Eppure, stando ai dati del sindacato Ocst, nei primi nove mesi dell’anno sono ben 3000 i lavoratori d'oltre confine che hanno perso il lavoro in Ticino. Cifra questa che, stando al sindacato, entro fine anno è destinata a salire a quota 4000.

Il dato - riferisce la Provincia di Como - è ricavato sulla base dei formulari di disoccupazione compilati per richiedere il versamento dell’indennità di disoccupazione in uno Stato dell’Unione Europea, in questo caso l’Italia.

Va detto che l’Ocst raccoglie circa l’80% delle richieste relative ai formulari di disoccupazione. Questo vuol dire che il numero totale di frontalieri che, causa coronavirus, perderà il lavoro entro la fine dell'anno potrebbe toccare quota 5 mila.

Chiaramente il settore della ristorazione è quello che ha trascinato verso il basso il dato. Ma anche il metalmeccanico non se la sta passando bene. Pare tenere, invece, l'edilizia che dà lavoro ad oggi a 7737 frontalieri.

Andrea Puglia, responsabile frontalieri dell'Ocst, non nasconde le proprie preoccupazioni «non solo per il fatto che chiuderemo l’anno con circa 4 mila nostri frontalieri senza più un lavoro, ma anche e soprattutto perché il 31 dicembre terminerà la procedura semplificata che garantisce oggi alle aziende un accesso immediato allo strumento dell'orario ridotto. Qualora non dovesse venire rinviato questo termine, si tornerebbe alla procedura di richiesta ordinaria che prevede per le imprese passaggi burocratici più complessi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
POSCHIAVO (GR) / SVIZZERA
40 min
Valposchiavo fra i migliori borghi turistici del mondo
L'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) ha accolto tutte le tre candidature presentate dalla Svizzera.
BELLINZONA
5 ore
Niente Rabadan nel 2022
Lo ha deciso ieri sera il Comitato, prendendo atto della «preoccupante evoluzione della situazione pandemica»
CANTONE
6 ore
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
18 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
22 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
23 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
1 gior
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
1 gior
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
1 gior
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile