Deposit (immagine illustrativa)
ASCONA
21.09.20 - 19:000
Aggiornamento : 22.09.20 - 09:29

Un'altra cagnolina maltrattata: «È ora di mettere fine a queste atrocità»

L'animale, zoppicante e in evidente stato d'incuria, non avrebbe nemmeno la possibilità di fare i suoi bisogni.

A seguito di numerose segnalazioni è intervenuta anche la Polizia, che però ha le mani legate.

ASCONA - Un grave caso di maltrattamento di animali, che andrebbe avanti da mesi, ha richiesto ieri l’intervento della Polizia di Ascona. Al centro della vicenda c’è una piccola cagnolina maltese in evidente stato d’incuria e costretta a camminare ininterrottamente, per chilometri, legata alla borsa della sua padrona. Considerata la sua piccola taglia, l’animale pena non poco a stare al passo della donna, che non si ferma mai e non dà quindi alla cagnolina nemmeno la possibilità di defecare o urinare.

I maltrattamenti - di cui esistono video e foto, oltre che diverse testimonianze - sono stati segnalati anche all’Associazione “Adotta un cane in Ticino”, che ai microfoni di Radio Ticino ha confermato: «È incredibile che la vicenda vada avanti da mesi, che sia un caso più che noto anche alla Polizia ma che nessuno si muova affinché il cane non subisca più queste atrocità. È una situazione orribile che va risolta in tempi brevi».

La sua presidente Miriam Castellani spiega come ci siano diverse forme di maltrattamento, ma questo è particolarmente grave: «Ci sono forme più “leggere”, in cui a volte è sufficiente il dialogo con il proprietario del cane (che magari sta attraversando un momento difficile). Ci sono pure casi di maltrattamento “soggettivi”. Qui però parliamo di una persona che ha problemi seri e con cui non c’è alcuna possibilità di dialogo».

Per questo motivo l’Associazione, ma anche diversi cittadini, si sta muovendo. Per cercare di salvare il futuro di questa cagnolina. Arrivare a un provvedimento non è però facile. «La Polizia ha spesso le mani legate perché può agire solo se coglie sul fatto un evidente maltrattamento. Altrimenti anche lei può solamente fare una segnalazione all’Ufficio del veterinario cantonale, che è l’unico a poter ordinare il sequestro», spiega Miriam Castellani.

Violenze come queste andrebbero evitate e sono anni che le associazioni chiedono leggi più severe. Per ora invano. «In primis bisognerebbe dare alle varie polizie comunali più margine per intervenire - sottolinea Miriam Castellani -. Ieri quella di Ascona è intervenuta con grande amore ed empatia. Ma erano dispiaciuti di non poter fare nulla».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
6 min
Niente Rabadan nel 2022
Lo ha deciso ieri sera il Comitato, prendendo atto della «preoccupante evoluzione della situazione pandemica»
CANTONE
1 ora
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
13 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
17 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
18 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
20 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
21 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
1 gior
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
1 gior
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile