Riciclava soldi per il boss a Lugano
Guardia di finanza
CANTONE / ITALIA
06.08.20 - 14:130
Aggiornamento : 15:11

Riciclava soldi per il boss a Lugano

Sequestrati tre milioni di euro a un’avvocatessa di Milano legata al camorrista Vincenzo Guida.

Il denaro nei conti correnti svizzeri, denominati “Mago Merlino” e “Vedri Investment SA”, potrebbe essere destinato in favore della collettività.

MILANO - Per quasi vent’anni aveva gestito, in una banca di Lugano, un conto corrente sul quale sarebbero confluiti centinaia di migliaia di euro di due camorristi. Oggi la Guardia di finanza ha confiscato all’avvocatessa B.S. (e al suo compagno) tre milioni di euro.

La donna era stata arrestata nel 2016 con l’accusa di aver riciclato denaro per conto del boss della Camorra Vincenzo Guida. Il conto, chiamato “Ostrica”, era stato aperto nel 2004 presso una banca di Lugano. I soldi venivano spostati in diverse filiali dello stesso istituto di credito, per poi tornare a Milano in contanti. Nel 2018 l’avvocatessa è stata condannata per riciclaggio, avendo “ripulito” i proventi illeciti del boss. Vincenzo Guida è stato definito l’uomo della “banca della Camorra” per il giro di usura su larga scala realizzato a Milano per la “nuova famiglia” della camorra napoletana.

Il legame dell’avvocatessa con il sodalizio criminale campano è emerso in più occasioni: era stata accusata di aver preparato la deposizione del testimone di un omicidio, di aver lavorato come intermediaria nell’acquisto di alcuni locali da parte del clan Guida e di corruzione di un parlamentare. Questura di Milano e Guardia di finanza parlano oggi di «pericolosità sociale della professionista».

Il sequestro odierno di tre milioni di euro è legato a un atto di compravendita immobiliare. L’avvocatessa avrebbe tentato in questo modo di giustificare il denaro presente sui conti svizzeri utilizzati per riciclare i soldi del clan. In particolare, sono stati sequestrati due conti denominati “Mago Merlino” e “Vedri Investment SA”. Il provvedimento potrebbe consolidarsi in una confisca antimafia, e «i beni sequestrati saranno a quel punto sottratti al circuito dell’economia criminale per essere destinati in favore della collettività», spiega la Guardia di finanza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MURALTO/ LUGANO
44 min
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
1 ora
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
CANTONE
1 ora
Gli universitari ticinesi tornano in classe: «È come ricominciare da capo»
Dopo un anno di studio da casa, condito da noia e solitudine, tre studenti ci raccontano il loro ritorno in aula.
CANTONE
8 ore
Massimo Suter passa all'UDC
La conferma arriva da un post pubblicato sulla pagina Facebook della sezione ticinese del partito
CANTONE
12 ore
Gobbi è diventato più permissivo
Permessi di residenza agli stranieri, il Ticino ha detto meno "no". Un ammorbidimento «per adeguarci alle sentenze»
FOTO
MAGLIASO
13 ore
Tre nasua albini allo Zoo al Maglio
Sono figli di un esemplare albino confiscato e che ha trovato accoglienza in Ticino.
CANTONE
14 ore
Delitto di Muralto, chiesti diciannove anni e sei mesi
Secondo l’accusa nella notte del 9 aprile 2019 all’Hotel La Palma si consumò un assassinio
CANTONE / SVIZZERA
17 ore
Il Ticino perderà due deputati... nel 2051
Colpa del calo della popolazione. La previsione dei politologi
CANTONE
18 ore
«L’ha strangolata, non erano tipi da asfissia erotica»
Nel processo per il delitto di Muralto, la procuratrice ha ribadito che la versione dell’imputato è «una menzogna».
CANTONE
20 ore
Il delitto in hotel, poi tutta una serie di menzogne
Si è riaperto con la requisitoria il processo nei confronti del 32enne accusato di assassinio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile