tipress (archivio)
CANTONE
29.05.20 - 17:110

«Mergoscia non odia gli svizzero-tedeschi»

La sindaca si difende dagli attacchi seguiti alle multe comminate per posteggi irregolari

Quindi le rassicurazioni: «Gli ospiti sono benvenuti. Indipendentemente dalla loro provenienza»

MERGOSCIA - «A Mergoscia i turisti svizzero-tedeschi non sono i benvenuti». Così, sulla prima pagina del Blick di giovedì 28 maggio. Un titolo questo - relativo ad alcune multe comminate per posteggi irregolari durante il fine settimana dell'Ascensione -, non gradito dalla sindaca, Giaele Ghisla. Che rispedisce le accuse al mittente.

«L'arrivo di numerosi ospiti da oltre Gottardo, in buona parte proprietari di case secondarie e rustici - spiega -, ha fatto temporaneamente esasperare l'annoso problema della carenza di posteggi, reso ancora più urgente dalle normative federali e cantonali che ne hanno imposto la soppressione di un certo numero». «A onor del vero - ci tiene a precisare la sindaca -, occorre anche dire che dei posteggi sono disponibili, ma non essendo "sotto casa", restano purtroppo sovente inutilizzati».

Il Municipio di Mergoscia respinge quindi le insinuazioni che vedrebbero le sanzioni un attacco diretto ai turisti d'oltralpe. «Ovviamente, anche i proprietari di automobili cittadini del paese hanno subito lo stesso trattamento - spiega Ghisla -. È scorretto e ingeneroso, soprattutto in un momento in cui tutti sono impegnati nel superamento delle difficili condizioni imposte dall'emergenza coronavirus, dedurre da un problema di posteggi una mentalità ostile o un affronto nei confronti degli ospiti svizzero tedeschi. E lo è anche generalizzare tale conclusione non solo per Mergoscia ma per tutto il Ticino».

Quindi la conclusione: «Viste le circostanze, multe per infrazioni di questo tipo possono essere anche opinabili, ma occorre agire in favore del rispetto delle norme. Il Municipio è consapevole di dover trovare soluzioni che possano in futuro evitare il ripetersi di tali sgradevoli situazioni. Con questo spirito rinnova il proprio caloroso benvenuto a tutti gli ospiti. Indipendentemente dalla loro provenienza».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
è si, se la pensi cosi è cosa tua ma non di quelli che vogliono il reciproco rispetto !
francox 1 mese fa su tio
Mergoscia è svizzerotedesca, come si fa a dire che li odia?
Evry 1 mese fa su tio
La maggior parte dei CH-tedeschi e Germanici in materia del rispetto sono arroganti, prepotenti e maleducati !!! non è una novità, quindi le multe sono mpiÙ che giustificate. Facessimo noi cosi da loro, ci insulterebbero come "Cincali" !!!
lavecchiabignasca 1 mese fa su tio
troppo rumore per nulla ...meglio fare finta di niente
miba 1 mese fa su tio
Ormai i Confederati li conosciamo bene: a casa loro guai se fai uno starnuto dopo le 22 ma non appena passano il Gottardo o il San Bernardino...........
centauro 1 mese fa su tio
@miba Se le multe le avessero prese due auto con targa italiana......incivili! mafiosi! non rispettano le regole! cacciamoli via per sempreeeee....!!!!!
lo spiaggiato 1 mese fa su tio
@centauro hi hi hi... :-)))
Mag 1 mese fa su tio
W Mergoscia!
sheva 1 mese fa su tio
Oggi altra campagna denigratoria del Blick per Gandria ....e nessuno dice niente ...
curzio 1 mese fa su tio
@sheva Non c'è nulla di denigratorio. Se si eliminano i posteggi senza pensare alle conseguenze... ci si denigra da soli!
francox 1 mese fa su tio
@curzio Si denigravano già prima, facendo pagare 50 centesimi ogni fetta di pane al ristorante. Esperienza vissuta...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
32 min
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
52 min
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
1 ora
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
2 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
FOTO E VIDEO
LUGANO
4 ore
Incendio sul balcone, arrivano i soccorsi
Il rogo è scoppiato questa mattina a Viganello.
AGNO
5 ore
«Non sorrido da cinque anni»
Franco Boroni, 65 anni, ha ingaggiato un'interminabile battaglia legale. E nel frattempo è logorato dal mal di denti
LOCARNO
5 ore
E se il Ticino lo scoprissi dondolando su un'altalena?
Il progetto di Elisa Cappelletti e Fabio Balassi è destinato a chi cerca lo scatto “instragrammabile” perfetto
MENDRISIO
12 ore
Da subentrante in Consiglio comunale a Municipale
Manuel Aostalli prenderà il posto di Marco Romano nell'esecutivo del Magnifico Borgo.
LUGANO
14 ore
Al San Grato si dorme come sugli alberi le foglie
L'idea lanciata da Elia Frapolli è stata inserita nella campagna di SvizzeraTurismo
CANTONE
17 ore
Merlani sul caso Woodstock: «Tanti nomi illeggibili, fittizi, parolacce»
Il Medico Cantonale si è espresso sul caso della recluta ticinese e sul contact tracing
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile