foto Facebook
La nube di fumo levatasi dalla fabbrica
CONFINE
21.03.20 - 22:270
Aggiornamento : 22.03.20 - 12:10

Brucia azienda italiana di materie plastiche, aria "pesante" anche in Ticino

Il rogo si è sviluppato nel primo pomeriggio di sabato nei pressi di Gallarate. L'impresa produce rulli in Pvc

L'appello delle autorità: «Non aprite le finestre di casa». Segnalazioni anche da Balerna e altre località...

Il rogo si è sviluppato nel primo pomeriggio di sabato in un'azienda italiana di materie plastiche nei pressi di Gallarate. Il fumo denso, oltre ad avere invaso la zona del Varesotto, dove i cittadini hanno lamentato irritazione alle vie respiratorie e bruciore agli occhi, ha raggiunto anche il Ticino. In serata, a Balerna, alcuni cittadini parlavano di «aria "pesante"». Tra le testimoni, anche la granconsigliera Simona Arigoni Zuercher (Mps), che ha pure pubblicato un post su Facebook in merito alla situazione. 

Accertamenti sulla diossina – L'azienda in questione produce rulli in Pvc. Le autorità italiane hanno subito lanciato l'allarme, chiedendo alla popolazione di non aprire le finestre e le porte di casa. Il rischio, al momento apparentemente ridimensionato, sarebbe legato alle possibili quantità di diossina rilasciate nell’aria. Sulla questione sono in corso accertamenti. 

Le origini dell'incendio – Stando alle prime ricostruzioni degli inquirenti, l'incendio, e la conseguente nube tossica, sarebbero stati originati dalla fuoriuscita di olio nel reparto produzione. Nessun operaio sarebbe rimasto ferito. Oltre a Balerna, anche altre località ticinesi della fascia di confine sarebbero state raggiunte dal forte odore. 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
SVIZZERA / CANTONE
5 ore
Si finge un banchiere e s'intasca oltre mezzo milione di franchi
Una 39enne basilese è accusata di aver truffato 57 clienti di una banca, con l'aiuto di alcuni complici
COMANO
9 ore
Molestie all'ordine del giorno? La RSI non ci sta
L'azienda di Comano prende posizione a seguito delle dichiarazioni della presidente della sezione luganese del SSM
LAMONE
9 ore
Auto contro scooter a Lamone: un ferito
L'incidente si è verificato venerdì attorno alle 18 sulla strada principale, nelle vicinanze dell'ufficio postale
CANTONE
12 ore
Ecco dove potrebbe spuntare un radar
La polizia cantonale comunica i controlli previsti tra il 25 e il 31 gennaio 2021
COMANO
13 ore
Le molestie in RSI si scontrano con un primo scoglio
La direzione vuole un pool di avvocati in maggioranza uomini. Il sindacato SSM: «Non possiamo accettarlo»
CANTONE
15 ore
Spese personali con i crediti Covid: due arresti
I due hanno percepito - fornendo, si sospetta, informazioni false - oltre un milione e mezzo di franchi
CANTONE
16 ore
Bus strapieni: il Cantone interviene (in parte)
Sono molte le richieste e le lamentele inoltrate al Dipartimento del territorio
FOTO
LOCARNO
18 ore
Ecco la prima vaccinata del Fevi
La campagna vaccinale anti-Covid è scattata ieri: la prima a ricevere il preparato è stata la signora Silene Fasnacht.
CANTONE
19 ore
74 nuovi casi di coronavirus, quattro i decessi
I letti occupati da pazienti Covid-19 sono oggi 215 (28 in terapia intensiva). Due settimane fa erano 366
MONTE CARASSO
20 ore
Fermato con oltre mille chili di generi alimentari non dichiarati
Tutta merce non dichiarata per rifornire un ristorante nel Liechtenstein.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile