tipress (archivio)
CANTONE
19.11.19 - 12:140
Aggiornamento : 14:22

La "prova" del tradimento? «Un herpes sulle labbra»

Emergono nuovi particolari dal processo al 56enne che, nel giugno 2017, uccise a colpi di pistola la moglie in un autosilo ad Ascona

LUGANO - Un herpes sulle labbra della moglie. Sarebbe questa la «prova del tradimento». La molla che - tra gli altri sospetti - avrebbe fatto scattare la paranoia omicida nel marito geloso. Seguita da avvistamenti equivoci, foto osé, messaggi provocatori. 

Emergono nuovi particolari dal processo al 56enne che, nel giugno 2017, uccise a colpi di pistola la moglie in un autosilo ad Ascona. Il giudice Mauro Ermani ha ricostruito l’origine della presunta “prova” - più che altro, la prova di un’ossessione -  durante l’interrogatorio. 

A seguito di un rapporto sessuale tra coniugi, negli anni addietro, la donna «aveva sviluppato un herpes» e il marito, a distanza di tempo, vedendole sviluppare un altro herpes, ne dedusse che avesse fatto sesso con un altro uomo. 

Un’associazione paranoica, evidentemente. Che è esplosa dopo che l’uomo stato lasciato dalla donna. Una rottura mai accettata dall’imputato: come dimostrano i successivi pedinamenti, sms intimidatori, appostamenti sotto casa. L’uomo si era procurato persino un binocolo, per spiare la ex moglie da lontano «visto che il giudice mi aveva ordinato di non avvicinarmi a lei». 

Nelle settimane precedenti al delitto, l’ossessione del tradimento diventa sempre più totalizzante. L’imputato afferma di avere ricevuto dalla donna «una foto della sua vagina» in un sms in cui «mi diceva che quella non era più cosa mia». E di averla vista, durante un appostamento notturno sotto casa sua, «fare l’amore con un altro uomo sul balcone». Una presunta provocazione che - oltre a non convincere la corte - non è dimostrata da alcun documento. La Procura ha sottolineato che «di questo sms non c’è traccia» e per il giudice «se anche la donna avesse avuto una nuova relazione, non ci sarebbe stato nulla di male. Semmai era il segno che voleva definitivamente troncare con lei».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
7 ore
I docenti "silenziosi" finiscono in Procura
«Sapevano delle violenze, ma non hanno denunciato». La Pp Marisa Alfier vuole vederci chiaro
CANTONE
7 ore
«Le mascherine vanno indossate anche in ufficio»
Emergenza Covid, i rischi nascosti della trasmissione aerea. Christian Garzoni mette in guardia
GORDOLA
14 ore
Trovato in gravi condizioni il 34enne scomparso
L'uomo di cui si erano perse le tracce il 3 luglio era rimasto vittima di una caduta sui Monti di Metri.
CANTONE
16 ore
Scossa sismica nel Sopraceneri
L'epicentro è stato localizzato dal Servizio sismico svizzero presso la Cima dell'Uomo.
CANTONE
18 ore
Fuori dalla quarantena: nessun sintomo per i giocatori
È terminato ufficialmente venerdì l'isolamento per i venti componenti di una squadra sottocenerina del calcio regionale.
CANTONE / URI
19 ore
Quaranta minuti di attesa al San Gottardo
Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.
CANTONE
1 gior
A colloquio con due massoni, e le loro rivelazioni
Ne abbiamo incontrati due. Hanno rivelato ciò che accade nei gruppi massonici e chi sono. Qualcosa di inquietante è emerso
FOTO / VIDEO
LUGANO
1 gior
Il venerdì sera deserto della Foce
Prima serata di chiusura per lo sbocco del Cassarate. La zona sarà off-limits dopo le 20 anche domani e domenica
PORZA
1 gior
Qualche goccia di pioggia, un po' di sole... e spunta l'arcobaleno
La breve parentesi di temporale ha regalato uno spettacolo di colori in cielo
CANTONE
1 gior
Radar sull'attenti in quattro distretti
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti per la prossima settimana
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile