CANTONE / FRANCIA
24.06.19 - 11:040
Aggiornamento : 16:48

Ticinesi bloccati in Corsica: «Nella notte se le sono date di santa ragione»

Incubo finito dopo 24 ore bloccati sul traghetto. «Questa mattina siamo ripartiti. Ma che esperienza...»

BASTIA - L'incubo per i ticinesi bloccati in Corsica è finalmente finito. «Siamo ripartiti questa mattina», ci spiega Cristiano, che ieri aveva fornito un primo bollettino dell'accaduto.

Il gruppetto (solo le persone provenienti dal Ticino sono una 50ina) ha pagato sulla propria pelle le conseguenze dello sciopero indetto dai marinai della compagnia di bandiera "La Meridionale", che da giorni ha paralizzato il porto di Bastia, in Corsica, impedendo ai traghetti di attraccare o lasciare l'isola. E causando di conseguenza non poche grane ai turisti lì in vacanza.

Tra questi i ticinesi, imbarcato sul traghetto Moby, che già ieri lamentavano l'esperienza infernale, con bambini e anziani «bloccati per ore sotto il sole cocente». Incubo che si è protratto anche nella ore a venire: «Abbiamo passato la notte in ansia. I manifestanti sono saliti sulla nave a fianco alla nostra e se le sono date di santa ragione. Una persona è persino finita in ospedale», prosegue Cristiano. Per i passeggeri della Moby fortunatamente, i rischi sono stati minori: «Forse perché la nostra nave è battente bandiera italiana. In ogni caso siamo rimasti praticamente reclusi nelle nostre cabine con le sentinelle di guardia per evitare che i manifestanti salissero anche sulla nostra nave», prosegue.  

Oggetto dello scontro sarebbero gli importanti tagli da parte di alcune compagnie di navigazione. «Ma la manifestazione è stata gestita malissimo. Non si è visto un volantino. Tutto era scoordinato nonostante la presenza dei sindacati».

Fortunatamente questa mattina il gruppo ha potuto riprendere il largo: «Questo grazie all'intervento del prefetto e del console italiano. Peccato che a quest'ora avrei dovuto essere con i miei operai. Lo scherzo mi è costato un giorno di lavoro, Ma ho già sporto denuncia».

3 sett fa L'odissea di un ticinese in vacanza: «30 manifestanti ci bloccano sull'isola»
Commenti
 
vulpus 3 sett fa su tio
Oramai diventa la moda pubblicare di tutto e di più.
F/A-18 3 sett fa su tio
Denuncia ahahahahahahahah.......ahahahahahahah, che pagura.......ahahahahahah, però, il tempo buttato per la denuncia l'ha trovato .....ahahahahahah, che sarà mai! Al posto di essere solidale con gli scioperanti che loro si che si giocano il futuro, è proprio vero che l'uomo è egoista e pensa solo per se stesso, dei problemi degli altri non frega niente a nessuno.
Greta Di Ninno 3 sett fa su fb
ma in Italia hanno finito di fare scioperi? siamo mal visti in tutto il mondo perché ovviamente si fa di tutta l erba un fascio. Lo dico da italiana: italiani, è ora di lavorare e impegnarvi un Po di più che sapete solo lamentarvi. All italia non manca nulla. Solo persone decenti
Raffaella Norsa 3 sett fa su fb
Greta Di Ninno ma ha letto l’articolo??? Lo sciopero era un Francia e ai ticinesi è andata meglio perché erano su una nave italiana!!!
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Denuncia?....Mica è l'America
Mauro Brenn 3 sett fa su fb
Hahaha ridicoli...che non la mettano giù dura nessuno turista e stato in pericolo.....denuncia hahahaha
lm 3 sett fa su tio
Esperienza tragica ed educativa nel contempo: i 50 ticinesi, seppur per un tempo brevissimo, hanno sperimentato sulla loro pelle cosa provano i migranti bloccati da Salvini in mare aperto...
beta 3 sett fa su tio
@lm Cosa centra tra gli invasori clandestini e chi sciopera ? Lo sa solo una testa bacata .
bobà 3 sett fa su tio
@lm paragone maldestro: quei migranti quando si affidano ai barconi gestiti dalla malavita locale, sanno benissimo a cosa si espongono. Un po' come andare in Russia o negli USA senza visto: sarai respinto e nessuno dice nulla
albertolupo 3 sett fa su tio
ripeto un mio precedente commento: prossima volta vacanze in Valle Maggia, ci sono pozze bellissime, ma non ci sono traghetti (ev. quelli sul Verbano, con scioperi molto più soft) ;-)
Tato50 3 sett fa su tio
@albertolupo O Verzasca, le Maldive a 70 km da Milano come aveva scritto quell'imbecille che ha incasinato mezza valle di veicoli parcheggiati in ogni dove. Chissà se hanno bevuto almeno una gazosa ? ;-))
F.Netri 3 sett fa su tio
I sindacati non hanno mai coordinato nulla, se non i propri affari!
bobà 3 sett fa su tio
@F.Netri i sindacati in Itlaia, con le loro richieste assurde, contribuiscono a far chiudere le fabbriche (p.es. Alfa-Romeo ad Arese)
gigipippa 3 sett fa su tio
The day After !
castigamatti 3 sett fa su tio
ziopecora: condivido pienamente! sarà qualche ticines rigomad...italian style...
briciola68 3 sett fa su tio
@castigamatti Perchè ti no!
GI 3 sett fa su tio
che mund.....mei sta qui.....
ziopecora 3 sett fa su tio
Ecco, sì sporgi una bella denuncia che inscì a và tutaposct... La magistratura locale è pronta in riga per evadere le denunce dei Tessiner in vacanza... A lui è costato un giorno di lavoro e pare che cada il mondo. Agli altri che scioperavano è costato IL lavoro. Nuance...
KilBill65 3 sett fa su tio
In que frangente le denunce servono a poco!!!!….
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
45 min

A2 da triplo bollino rosso

Proseguono anche oggi i disagi alla galleria del San Gottardo e verso la dogana di Chiasso-Brogeda

CANTONE
1 ora

Allerta caldo confermata fino a venerdì

MeteoSvizzera ha diramato questa mattina un avviso di livello 3 valido a partire dalle 12 di domani

RIVIERA
2 ore

Incendio a Iragna, rientrate in casa le persone evacuate

Il rogo è divampato poco dopo le 4.30 di questa mattina. Non ci sono feriti

FOTO
LOCARNO
4 ore

I Jamiroquai si prendono Piazza Grande

Grande festa per la penultima serata di Moon & Stars. Sul palco anche il soul britannico di Joss Stone

FOTO
RIVIERA
5 ore

Brucia il capannone di una fattoria ad Iragna

Evacuate una decina di persone. La causa del rogo non è al momento nota

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile