QUINTO
19.11.18 - 14:470
Aggiornamento 20.11.18 - 07:12

Un pezzo di storia che se ne va: è bruciato il ristorante Canvetto

Il suggestivo locale situato sulle rive del Lago Cadagno è stato distrutto dalle fiamme negli scorsi giorni

QUINTO - È un pezzo di storia leventinese che se ne va. Il Canvetto, storico ristorante situato sulle rive del Lago Cadagno, non esiste praticamente più. L’edificio è infatti stato divorato dalle fiamme negli scorsi giorni.

La facciata porta i segni inequivocabili del violento incendio: da bianca è diventata nera. Il tetto è stato sventrato e distrutto dal fuoco. Le panchine, che per anni hanno accolto gli escursionisti giunti nella regione del Piora, non esistono più.

Lo storico ristorante, che disponeva anche di 10 posti letto, era chiuso per la ristrutturazione totale della struttura. Una sua apertura era prevista nell’estate del 2020.

Al momento non sono note le cause del rogo, né quando sia avvenuto.

Commenti
 
VISIO 3 sett fa su tio
Una "corrige errata" in merito al tetto "in lamiera" starebbe bene, grazie
ratpics 3 sett fa su tio
Il tetto di tegole rosse è stato sventrato e distrutto dal fuoco. A mi ma sembra da lamera... :-)
Si Mone 3 sett fa su fb
Carlo Luigi Caccialanza
Liliana Amadò 3 sett fa su fb
che peccato....quante fermate negli scorsi anni.....😱😱😱
Angelina Giorgetta 3 sett fa su fb
Massimiliano Gentile😢😢
Davide Pisoni 3 sett fa su fb
Ma chissa.....1 + 1 fa sempre 2
mgmb 3 sett fa su tio
Come avrà fatto ad incendiarsi se era chiuso e circondato dalla neve? certo pensare che l'acqua prende fuoco mi fa un pò ridere.
Nmemo 3 sett fa su tio
Il compianto Carletto era stato “amabilmente adottato a Quinto”, ma non era stato “tira sü a quint”.
Luca Civelli 3 sett fa su fb
Niente paura. In genere in Ticino gli edifici che bruciano risorgono miracolosamente dalle loro ceneri più belli che mai.
Jessica Lafranchi Schmid 3 sett fa su fb
Ma no! 🤦‍♀️
F/A-18 3 sett fa su tio
Mah, rifare un tetto costa, farlo rifare pagato dall'assicurazione costa meno, idem per tutto il resto. È solo una ipotesi tra le tante.
Tato50 3 sett fa su tio
@F/A-18 Era un'opera d'arte fatta tutta da solo dal compianto Mottini Carletto. Ogni tanto si "allungava" un pochino ma nessuno lo notava ;-)) Migliaia di ore sull'arco di una decina d'anni !! Non vedo il motivo di distruggere un sito simile che tra l'altro "rendeva". Poi a pensar male a volte ...............
F/A-18 3 sett fa su tio
@Tato50 Però la costruzione era chiusa per ristrutturazione, quando ci si trova davanti ad un rifacimento da supponiamo 400'000.- ed in caso di distruzione da incendio l'assicurazione te ne ritorna per ipotesi 300'000.- se non di più magari, non sarà per questo caso, ma qualche furbone l'ha già fatto, col rischio naturalmente di finire in galera.
Tato50 3 sett fa su tio
@F/A-18 No la struttura era chiusa da fine ottore perché a 2000 metri la stagione è praticamente finita, anche per i gerenti della Capanna; eventuali ristrutturazioni sarebbero state fatte l'anno prossimo. Da quel che ho sentito si sono accorti del fatto alcuni escursionisti tedeschi già qualche giorno fa. Conoscendo Cadagno, di questi tempi con l'auto non ci vai perché al mattino ti puoi ritrovare 30 ccentimetri di neve. Esperienza fatta a settembre, quando la pesca non era ancora finita, e per sicurezza, durante la notte abbiamo portato le auto alla diga del Ritom e ci siamo fatti 8 km a piedi sotto la bufera per tornare in cascina. Altrimenti le auto le portava giù Frapolli con l'elicottero o rimanevano su fino a giugno ! Rimane un mistero che nessuno abbia visto nulla prima !!!!
Tato50 3 sett fa su tio
Come vi ho già scritto, quando vi ho mandato le foto, metà della mia vita andata in fumo ;-(( Quanti ricordi e belle serate con mio padre che faceva il cuoco ai tempi che si chiamava Canvetto del Carletto. La scala quaranta e gli Jass che duravano fino alle 5 del mattimo ora in cui si doveva cominciare a pescare e nel pomeriggio coma profondo. Ora Cadagno non è più la stessa cosa; ho passato più di metà della mia vita lassù con la luce a gas e la stufa a legna. Adesso è arrivata la tecnologia; telefono, corrente, televisione e i contatti di prima sono solo un vago ricordo ;-(( Ciaooo Cipiiiiii sono quello della cascina in riva la lago che adesso non c'è più ;-((
Elena Bignone 3 sett fa su fb
Potrebbe essere stato un fulmine , visto il tempo di qualche giorno fa ... Perché doloso lassù in questa stagione mi da molto da pensare Però ... attendiamo la parola degli esperti Peccato comunque .... solo brutte notizie ... 😔
Niko Storni 3 sett fa su fb
Ilaria :o
Ilaria Dispy Fumi 3 sett fa su fb
nooooo :( che disastro
Laura Bernasconi 3 sett fa su fb
Nooooooo 😪😪😪
Stefano Malagodi 3 sett fa su fb
Chi gli ha dato fuoco?
Susanna Oddo-Togni 3 sett fa su fb
No 😡 che peccato!!! Quanti ricordi.... la cioccolata calda del Carletto con panna panna che cadeva da tutte le parti 😍
skorpio 3 sett fa su tio
questi incendi durante le ristrutturazioni sono un po' sospetti.... ed in Ticino non è la prima volta che lo sento.....
sedelin 3 sett fa su tio
@skorpio l'ho pensato anch'io.
Pepperos 3 sett fa su tio
@sedelin Mmmmhhh e mmmh.....mhhhhh
La CeLi 3 sett fa su fb
Cipriano Piccoli
Alex Palme 3 sett fa su fb
Ma doloso ??? Nessuno sa nulla e la cosa puzza !!!
Francesco Mgn 3 sett fa su fb
Di fumo
Matteo JD Zanzi 3 sett fa su fb
E l assicurazione paga!!
TinAngel Dario Ferrini 3 sett fa su fb
👏🏼👏🏼
Luca Civelli 3 sett fa su fb
Matteo JD Zanzi non fa una piega.
Matteo JD Zanzi 3 sett fa su fb
Luca Civelli non sarà ne il primo ne l ultimo. Una cosa abb comune.
Gianetta Michele 3 sett fa su fb
Bufala??
Luca Ferracini 3 sett fa su fb
Gianetta Michele no proprio vero Giovanni Randelli
Gianetta Michele 3 sett fa su fb
Luca Ferracini allora è un gran peccato
Luca Ferracini 3 sett fa su fb
Gianetta Michele 😥😥😥
Potrebbe interessarti anche
Tags
ristorante
storia
pezzo
canvetto
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report